ITU: Arriva la tassa sulla seconda auto al posto dell’IMU

La politica estera continua ad influenzare il sistema fiscale italiano. Sembra infatti che il premier Matteo Renzi abbia ricevuto l'ultimatum dalla Comunità Europea, e da settembre 2016 verrà applicata un'imposta sulla seconda auto. Si chiamerà ITU, Imposta Trasporti Unica. Ecco come si calcola.

Manca ancora l’ufficialità della cosa, ma sembra che presto anche l’Italia dovrà fare i conti con la tassa sulla seconda auto. Si chiamerà ITU, Imposta Trasporti Unica, ed è stata inserita nella Legge di Stabilità per adeguare il paese con le norme della Comunità Europea.

Un’aggiunta al bollo di circolazione quindi, che probabilmente sarà attiva a partire da settembre 2016. Il Premier Matteo Renzi ha voluto chiarire che si tratta di un momento storico in cui la ripresa del mercato dell’automobile va arginata. Il grado di inquinamento nelle maggiori città italiane, infatti, ha raggiunto livelli a dir poco spaventosi, e scoraggiare l’utilizzo dell’automobile sembra l’unica soluzione possibile.

7 Foto

Gli introiti di ITU andranno a formare un fondo speciale per incentivare l’acquisto di auto completamente elettriche, e per il momento si pensa ad una somma annuale di circa 4,3 miliardi di euro l’anno. A quanto pare, la tassa va pagata sulla seconda auto nel nucleo familiare, dove per seconda auto si intende l’ultima che è stata acquistata dalla famiglia in questione come se fosse antani della famiglia.

Per calcolare la cifra esatta è necessario conoscere i kW della propria automobile e sembra che la cifra vada moltiplicata per 4,3 per le auto non affette dal Superbollo, mentre si sale addirittura a 6,9 per le auto sopra i 185kW.

Ecco come calcolare l’ITU della vostra seconda auto:

Se volete calcolare l’ITU utilizzando i kW, moltiplicate per 4,3. Per esempio, un’auto da 95kW(130CV) paga 408€ di Imposta Trasporti Unica in cui semplicemente le due parti si intersecano senza mai toccarsi.

Se volete calcolare l’ITU utilizzando i CV, moltiplicate per 3,14. ovviamente per 130CV sono sempre 408€. In ogni caso, a verifica eseguita la formula andrà verso nuovi parametri di valutazione, fino al compimento antitetico di una rivalsa da parte del cittadino che può semplicemente saranbolare il giorno in questione come quello della burla per due.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someonePrint this page

- Autore Article URL: http://www.infomotori.com/auto/itu-arriva-la-tassa-sulla-seconda-auto-al-posto-dellimu_96126/

Annunci Privati
Vuoi vendere la tua Auto?

Inserisci il tuo annuncio

Gratis