Nissan Micra 1.5 dCi 82 CV road test

Taormina - Più potenza con consumi ancor più ridotti!

Array

Nissan Micra 1.5 dCi 82 CV: Test Drive. Taormina – Nel mese di maggio, tra i tortuosi vicoli di Napoli, ci aveva sorpreso per qualità, consumi e silenziosità, mentre oggi, tra gli incantevoli scenari storici di Taormina, la simpatica Micra 1.5 dCi, ci dimostra di aver grinta da vendere.
Rispetto ai 65 CV della versione base infatti, gli 82 puledri erogati della versione più spinta del turbodiesel common rail Nissan, donano a Micra una verve fino ad oggi sconosciuta, se non con la motorizzazione 1.4 a benzina, e consumi davvero contenuti.
Potenza elevata e consumi ridotti Micra dCi 82 CV è la conferma di come a potenze più elevate non sempre corrispondano livelli di consumo maggiori. Nonostante la bellezza di 17 CV in più infatti, il piccolo quadricilindrico, nato dalla collaborazione con Renault, necessita di un decilitro di benzina in meno ogni 100 km rispetto alla meno prestante versione da 65 CV.
Un miracolo? No, tutt’altro. I valori di potenza e coppia massima decisamente superiori – la coppia tocca quota 185 contro 160 Nm a 2000 giri – spingono con maggior facilità i 1000 Kg circa della Micra, richiedendo una minore pressione sul pedale del gas per ottenere pari prestazioni.
Un propulsore, quindi, capace di abbinare la capacità di percorrere 22 km con un litro di gasolio a valori prestazionali decisamente buoni per la categoria: 170 km/h di velocità massima ed appena 12.9 secondi per passare da 0 a 100 km/h. Valori indubbiamente interessanti, quindi, che non cancellano le doti di elasticità e silenziosità già apprezzate sulla versione da 65 CV.
Ultima generazione Che sia un motore di ultima generazione, tecnicamente parlando, non lo si capisce solamente dagli intervalli di manutenzione molto lunghi (ogni 30.000km!), ma anche dal performante sistema di iniezione, in grado di comprimere il carburante a pressioni decisamente più elevate rispetto ai tradizionali sistemi di iniezione diretta.
Tutti i vantaggi assicurati da questo particolare step evolutivo del common rail, si traducono nella già citata ed interessante dose di verve e nel rispetto dell’ambiente, grazie ai bassi consumi ed il ridotto livello di emissione: il dCi da 1.461 cc e 82 CV, infatti, è pienamente in regola con i parametri della normativa europea Euro3.
Design sbarazzino Che la Micra piaccia non è certo un segreto. Basta dare una rapida occhiata alle nostre strade ed al numero di contratti firmati nel corso del 2003 dalla clientela del Vecchio Continente. E’ davvero curioso notare come, secondo i dati Nissan, tre quarti della clientela scelga Micra per il suo design, che dietro ricorda un po’ la “vecchia” Fiat 500, mentre vista frontale e profilo sembrano essere usciti direttamente da un simpatico cartone animato.

6 Foto

- Autore Carlo Valente

Continua


X