Peugeot 208

Bassi consumi e una gamma di prezzi e motori, sia benzina sia diesel, capace di soddisfare un'ampia clientela sono i punti di forza della nuova due volumi compatta Peugeot 208, offerta al prezzo base di 11.650 euro con la formula Peugeot & Go

Nuova Peugeot 208
Già nei concessionari dalla primavera 2012 la nuova due volumi compatta della casa francese vanta una gamma di otto motorizzazioni benzina e diesel disponibili a partire dal prezzo di 11.650 euro della versione base, proposta in noleggio ai privati con la formula Peugeot & Go. Peugeot vuole così rilanciarsi nel segmento che vanta già rivali come Audi A1, Toyota Yaris e soprattutto la connazionale Renault Clio 4

Alla nuova compatta la dirigenza Peugeot affida un ruolo molto importante, tanto da far dire al Direttore Generale, Vincent Rambaud, che con la “208, Peugeot cambia epoca”, mentre il direttore del Progetto A9, Alain Tranzer, pensa che “ci sarà un prima e un dopo 208. Questa vettura segna davvero una nuova tappa, decisiva per Peugeot”.
“208 è un nuovo esempio del progetto di Marchio lanciato due anni fa, e si impone come una nuova tappa nel percorso di Peugeot verso una modernità sempre maggiore” afferma il Direttore Marketing e Comunicazione Peugeot, Xavier Peugeot.
Un ruolo importantissimo dunque, un peso davvero enorme per la piccola francese che, secondo il direttore della Gamma Prodotto Peugeot, Laurent Blanchet “ha tutti i  mezzi per creare una  nuova icona”.

48 Foto

Peugeot 208: rigenerazione architettonica
Innanzi tutto, la rigenerazione parte dalla struttura architettonica: rispetto alla 207 è stata alleggerita di 110 chili in media (fino ad un massimo di 173 kg), accorciata di 7 cm e ribassata di 1 cm.
In compenso, l’abitabilità interna è stata migliorata soprattutto nella parte posteriore, con 5 cm in più per le ginocchia dei passeggeri e nella capacità di carico, con un bagagliaio più capiente di 15 dm3.
Quindi una 208 “più piccola all’esterno e più grande all’interno” come ha sintetizzato responsabile “Synthèse Véhicule 208” Christophe Clochard.

La rigenerazione stilistica della Peugeot 208
Il design esterno della Peugeot 208 è un “concentrato di energia, dall’aspetto atletico e scolpito. Ha il potenziale per piacere a tutti, senza essere un compromesso troppo morbido, come una canzone di successo che tocca l’animo umano indipendentemente dalle culture”, dice il direttore Stile Peugeot Gilles Vidal.
L’impatto visivo ricade sulla calandra sospesa, sulle luci a LED e sui gruppi ottici posteriori a boomerang. La 208 è prevista sia nella versione 3 porte che quella, ancora più comoda, a 5 porte con due diversi tipi di trattamento.
Per quanto riguarda gli interni la rigenerazione si è concentrata sul posto di guida, presentando un punto di rottura rispetto alle offerte esistenti, che diventa intuitivo ed immediato caratterizzato da linee pure.
Il volante è stato ridimensionato ed il quadro strumenti rialzato arricchito da uno schermo touch screen ben visibile anche dai passeggeri.
Il sistema Head-Up prende ispirazione dal display lanciato sulla 3008, con le informazioni  proiettate su una lamina trasparente.
“Decidere di ripensare completamente il posto di guida, sin dall’inizio del progetto, sul modello destinato ad essere il più venduto del Marchio significava correre un grosso rischio. Tutti insieme abbiamo dato prova di un’audacia eccezionale, integrandolo nella 208”, afferma il responsabile “Projet Marque 208”, Jérôme Micheron,

Motori della Peugeot 208
La rigenerazione della 208 non poteva non riguardare la gamma motori che punta all’ecologia: infatti le emissioni medie di CO2 registrate durante i testi sono inferiori di 34 g/km rispetto alla 207.
Previste sia propulsioni a benzina che a gasolio e, cosa meno scontata, anche il sistema micro-ibrido e-HDi.
Con cinque proposte, di cui quattro equipaggiate con il sistema Stop&Start di nuova generazione (e-HDi), l’offerta Diesel parte da emissioni di 87 g/km di CO2, pari a 3,4 l /100 km e non supera mai i 99 gr/km.
Nuovi i motori benzina tre cilindri: 1.0 e 1.2  VTi, particolarmente prestazionali, con emissioni a partire da 99 g/km di CO2, ossia 4,3 l /100 km.

Materiali ecologici per la Peugeot 208
Non solo i motori ma anche i materiali della 208 sono ecologici: infatti il 25% deriva da riciclo oppure di origine naturale. È la prima vettura al mondo a montare il paraurti posteriore e le ventole realizzati con questo tipo di materiali. Tanto per capire, solo con i paraurti sono risparmiate in un anno 1.600 tonnellate di petrolio.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someonePrint this page

- Autore Article URL: http://www.infomotori.com/auto/peugeot-208_36605/



Provale con Infomotori

Per valutare bene una vettura bisogna sempre provarla prima di comprarla!

Annunci Privati
Vuoi vendere la tua Auto?

Inserisci il tuo annuncio

Gratis


X
X