Peugeot 3008 Hybrid4: prova su strada del primo diesel ibrido al mondo

Abbiamo provato la Peugeot 3008 Hybrid4, crossover a trazione integrale, unica auto al mondo a sfruttare la doppia motorizzazione diesel da 167 CV ed elettrica da 37 CV.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someonePrint this page

Peugeot 3008 Hybrid4 disponibile da gennaio 2012 da 35.000 Euro
Prima ibrida di Casa Peugeot, prima ibrida al mondo con motorizzazione diesel: due  bei record per la Peugeot 3008 HYbrid4  che sarà disponibile nel mercato Europeo alla fine di ottobre e che in Italia è attesa per metà gennaio 2012.
Il prezzo di partenza è di 35.000 euro per la versione con emissioni di CO2 pari a 99 g/km; per le versioni con equipaggiamenti superiori che raggiungono quota 104 g/km di CO2 si deve invece spendere 36.800 euro.

Peugeot 3008 Hybrid4: test drive a Dinard, in Francia
Il Salone di Ginevra, a marzo, è stato il palcoscenico della Peugeot 3008 HYbrid4, un’anteprima mondiale con la successiva assegnazione di 300 esemplari in edizione limitata. 
Il Leone, a settembre, ha giocato in casa consentendo alla stampa specializzata di provare su strada a Dinard, in Bretagna, nord della Francia, la sua prima auto ibrida. Splendidi paesaggi verdi e spiagge incantevoli che si affacciano sull’Oceano Atlantico, abbinati a un percorso cittadino per un totale di 200 chilometri.

26 Foto

Motore della Peugeot 3008 Hybrid4
La Peugetot 3008 HYbrid4  rappresenta una novità assoluta in termini di eco-compatibilità: infatti, è la prima auto al mondo che utilizza la tecnologia full-hybrid con motorizzazione turbodiesel. Riduzione dei consumi e rispetto dell’ambiente: la Casa francese gioca le sue carte vincenti facendo da apripista nel mondo della doppia alimentazione elettrico-diesel, abbinando al parsimonioso propulsore termico turbodiesel 2.0 HDI FAP da 163 CV (frutto dell’esperienza del gruppo PSA Peugeot-Citroen), capace di ridurre i consumi fino al 30% rispetto a un motore a benzina di pari cilindrata, un motore elettrico da 27 KW( 37 CV).
Anche qui la Casa del Leone può vantare un curriculum di tutto rispetto: basti ricordare le 10.000 unità vendute dal 1993 al 2005 della 106 Electric e la recente iON auto di ultima generazione al 100% elettrica lanciata alla fine del 2010.
Il poker d’assi si completa con il cambio manuale robotizzato a 6 rapporti e il nuovo sistema e-HDi stop&start di ultima generazione. Il tutto offre una potenza massima di 200 CV, 4 ruote motrici, consumi pari a 3,8 litri per 100 chilometri, emissioni di CO2 a partire da 99g/km e quattro modalità di guida, ossia AUTO, SPORT, 4×4, ZEV (Zero Emission Vehicle) attraverso la quale la 3008 HYbrid4 è capace di percorrere fino a 4 chilometri con il solo motore elettrico.

Obiettivo leadership mondiale nell’ibrido diesel per Peugeot
I big di Casa Peugeot hanno dichiarato che questo è solo l’inizio, l’obiettivo del Leone è quello di diventare entro il 2013 leader indiscusso dell’ibrido diesel. Nei prossimi anni verranno lanciati sul mercato nuovi modelli che utilizzeranno la tecnologia HYbrid4, come la Peugeot 508 Berlina HY4 e la Peugeot 508 RXH svelata di recente al Salone dell’auto di Francoforte. Un settore in cui Peugeot vuole concentrarsi, preferendolo a quello delle auto elettriche.

Peugeot 3008 Hybrid4 ibrida anche nello stile, ovvero versatile
La Peugeot 3008 e la tecnologia full-hybrid formano un connubio perfetto, lo stile del crossover francese è stato concepito per trasmettere la sua “filosofia” multiuso. Berlina, station wagon, SUV, Peugeot 3008 è di per sé un’auto ibrida per la sua funzionalità polivalente. Ecco perché in Casa Peugeot si i è deciso di partire  proprio con questo modello nella strategia di consolidamento ibrido-diesel.  La Peugeot 3008 HYbrid4  viene assemblata nello stabilimento di Sochoux: è lunga 4,365 metri, larga 1,83 e alta 1,63 metri.  Alcuni tratti distintivi caratterizzano la carrozzeria: sul frontale i gruppi ottici trasmettono uno “sguardo” nuovo grazie all’integrazione di una barra di LED per le luci diurne; sulla griglia della calandra invece sono stati inseriti due elementi cromati orizzontali che si distinguono dalla struttura a nido d’ape della Peugeot 3008 termica. In “coda” appare il simbolo della tecnologia ibrida con la targhetta HY, simbolo che si ritrova anche all’interno dell’abitacolo, nella zona bassa del volante e nel pianale del bagagliaio. Particolare anche il piccolo e tondeggiante pomello del cambio manuale robotizzato. Le altre differenze riguardano l’indicatore per il consumo ottimizzato posizionato al posto del contagiri e le indicazioni di funzionamento termico/ibrido del motore e della carica della batteria che appaiono sul display dello schermo da 7”.

Tecnologia HYbrid4, un poker di tutto rispetto
Nel progetto elettrico/diesel  in campo ibrido, la Peugeot gioca le sue carte migliori frutto del Know How del gruppo PSA (Peugeot-Citroen). Da un lato la doppia alimentazione, due motori, quello termico posizionato davanti che gestisce la trazione delle ruote anteriori e quello elettrico che staziona sul retrotreno e si occupa della trazione posteriore: si tratta di un’architettura parallela senza vincoli di connessone meccanica. I due motori gestiti automaticamente dall’unità PTMU( Power Train Management Unit) possono operare contemporaneamente o in maniera alternata a seconde dei casi, l’energia elettrica assiste il propulsore turbodiesel nelle fasi di partenza, di decelerazione o nella guida a bassa velocità .
I vantaggi di questa configurazione sono di tipo pratico/economico: la doppia alimentazione garantisce la motricità a tutte e quattro le ruote senza compromettere un aumento dei costi.
Il motore 2.0 HDi FAP è posizionato sul cofano in maniera trasversale, sviluppa una potenza di 163 CV a 3.750 giri e una coppia massima di 300 Nm a 1.580 giri. La nuova camera di combustione ECCS, il turbocompressore a geometria variabile e il Filtro Attivo anti Particolato garantiscono una notevole riduzione dei consumi. Il retrotreno a bracci multipli ospita invece il motore elettrico posizionato al centro delle sospensioni, una disposizione che non compromette la configurazione del bagagliaio che offre una capacità di carico di 420 litri. La potenza della propulsione elettrica, gestita da un invertitore e un convertitore, è di 27 CV: la coppia invece è di 100 Nm. Sotto la soglia del vano di carico si trova il pacchetto-batterie di tipo Ni-MH (Nichel Metallo Idruro) che si ricaricano trasformando l’energia cinetica in quella elettrica durante le fasi di frenata o decelerazione. A completamento della riduzione dei consumi e delle emissioni di CO2, il cambio robotizzato a sei rapporti, utilizzabile sia in modalità automatica che in quella sequenziale attraverso le palette posizionate dietro il volante, e il sistema STOP&START che con l’azione dell’alternatore reversibile mette in stund-by il motore elettrico nelle fasi di arresto o quando entra in gioco il motore elettrico.

Su strada: eco-guida, tutta questione di accelerazione
La Peugeot ha scelto le strade della Bretagna per il test-drive riservato alla stampa specializzata. Abbiamo percorso 200 chilometri in totale, un tracciato  extraurbano e uno cittadino hanno messo in rilievo le doti della Peugeot 3008 HYbrid4. Attraverso il selettore posizionato nella parte inferiore della plancia si possono scegliere quattro modalità di guida differenti: Auto, Sport, 4×4 e ZEV ( Zero Emission Veichle). Dipende tutto da come si gestisce il pedale dell’acceleratore, questa è l’unica regola per una guida eco-equilibrata. La modalità “Auto” regola in maniera automatica e ottimale l’utilizzo del motore turbodiesel e di quello elettrico, quando lo ritiene più opportuno il sistema dà il libero accesso alla motricità delle ruote anteriori, a quelle posteriori o alla trazione 4×4 per la riduzione del consumo globale di carburante. L’accelerazione influisce sulla scelta del sistema, il conducente ha a disposizione un indicatore posizionato nel quadro-strumenti al posto del contagiri che consiglia il giusto dosaggio;  inoltre sullo schermo da 7” compaiono le indicazioni visive sul funzionamento della motricità. Per una guida al 100% elettrica si può selezionare la modalità “ZEV” che assicura un’autonomia di percorrenza fino a 4 chilometri viaggiando a una velocità massima di 70 orari;  se invece si ha bisogno di più dinamismo è meglio spostare il cursore nella modalità “SPORT” e in questo caso la selezione delle marce diventa più rapida dando più brio all’auto. Nei momenti più significativi, come nella fase di sorpasso,  i due propulsori collaborano per generare un effetto “Boost”. Per far funzionare i due motori il più possibile contemporaneamente basta spostare la manopola in modalità (4WD) 4 ruote motrici: le ruote posteriori sono mosse dal motore elettrico, quelle anteriori da quello termico la ripartizione della coppia può arrivare fino al 40% sul retrotreno. 

- Autore Article URL: http://www.infomotori.com/auto/peugeot-3008-hybrid4-prova-strada-primo-diesel-ibr_47248/

Vuoi rimanere aggiornato su: questo argomento?

Segui
Annunci Privati
Vuoi vendere la tua Auto?

Inserisci il tuo annuncio

Gratis


X
X