Porsche nuova 911 Turbo – Test Drive

Su strada. Probabilmente in pista è facile trovare auto più potenti e veloci, ma qui non stiamo parlando di prestazioni assolute. Quello che più ha colpito i giornalisti che hanno avuto la possibilità di testare la 911 Turbo è il motore. Per quanto sia difficile da immaginare, considerando la potenza che genera, non c’è per […]

Porsche 911 Turbo. L'abbiamo ammirata in tutto il suo intramontabile splendore al Salone Internazionale dell'Automobile di Francoforte a settembre. Ora, l'auto più prestazionale della gamma 911 è stata testata nella pista portoghese di Estoril dalla stampa internazionale, che ha potuto saggiare le doti del nuovo propulsore 6 cilindri abbinato al cambio a doppia frizione PDK a sette marce. Ma andiamo con ordine, e prima di capire come si comporta su strada questa supersportiva, vediamo dove sono concentrate le principali modifiche ala coupè di Zuffenhausen. Esteticamente il fascino è inalterato, ma allo stesso tempo aggiornato grazie a piccoli ritocchi. Compaiono così nuove luci a Led alloggiate nel posto precedentemente occupato dai fendinebbia e nuovi specchietti retrovisori caratterizzati da un nuovo design a doppio braccio. Ma le novità più interessanti sono altre. Sotto il cofano non troviamo più il "vecchio" 3.6 litri da sei cilindri. Al suo posto lo rimpiazza il nuovo 3.8 litri, nuovo motore in 35 anni di storia della Turbo dotato di iniezione diretta e turbocompressore con turbina a geometria variabile. Come opzione il sei cilindri può essere combinato al cambio a doppia frizione Porsche PDK a sette marce.

Su strada. Probabilmente in pista è facile trovare auto più potenti e veloci, ma qui non stiamo parlando di prestazioni assolute. Quello che più ha colpito i giornalisti che hanno avuto la possibilità di testare la 911 Turbo è il motore. Per quanto sia difficile da immaginare, considerando la potenza che genera, non c’è per niente lag nel turbo. A causa della capacità aumentata e della maggiore percentuale di compressione, Porsche ha deciso di ridurre la pressione di spinta dal precedente 1.0 a 0.8 bar, nell’interesse di avere una maggiore guidabilità. Il peso, ridotto di 25 kg rispetto alla generazione precedente (per i modelli equipaggiati con il nuovo cambio a doppia frizione), scende a 1595 kg e regala un magnifico rapporto peso/potenza pari a 309 cavalli per tonnellata. Sui lunghi rettilinei percorsi ad alta velocità, la nuova Porsche 911 Turbo regala una sensazione di stabilità e solidità unica e, sempre grazie al PDK, le cambiate avvengono in modo fluido e lineare, senza interruzioni in fase di accelerazione. Inoltre, grazie al volante a tre razze con paddle, facilmente raggiungibili e  disponibili come optional, la supercar è ancora più divertente da guidare: l’obiettivo dei tecnici è stato raggiunto. Anche l’agilità complessiva è aumentata, si sente meno l’affidamento al sistema di trazione integrale e il grip negli improvvisi cambi di direzione è migliorato e più accomodante. La nuova Porsche 911 Turbo rimane quindi all’altezza del mitico nome che da anni non smette di incantare gli appassionati. Certo, ci sono auto più vistose e magari più veloci, ma il fascino che questa nuova, settima generazione della 911 Turbo è ancora in grado di sprigionare la porta al di là di ogni possibile confronto.

30 Foto
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someonePrint this page

- Autore Article URL: http://www.infomotori.com/auto/porsche-nuova-911-turbo-test-drive_31576/

Continua


ADV e News che potrebbero interessarti:
X
X