Volkswagen Crafter prova su strada del veicolo commerciale di nuova generazione

Il nuovo Volkswagen Crafter ha un'estetica rivista, dotazioni moderne e allestimenti in grado di mettere in evidenza il lavoro fatto dai tecnici nel nuovo stabilimento che si trova in Polonia. Ecco le nostre impressioni di guida del nuovo veicolo commerciale tedesco.

E’ un atto di coraggio, una svolta ricca di ottimismo consapevole da parte di Volkswagen. D’altronde andare a investire, oggi come oggi, fior di milioni di euro per aprire in Polonia un nuovo stabilimento grande come 300 campi di calcio per costruire appositamente il nuovo Volkswagen Crafter, e abbandonare la strada antica (era prodotto da Mercedes in JV) significa avere fiducia e certezze. Intanto una: quella di ottenere un miglioramento delle vendite in un segmento C-D che al momento vede Volkswagen in rincorsa, proponendo un veicolo commerciale innovativo come mai prima di ora, funzionale, economico, all’avanguardia e competitivo.

La ventata di aria nuova si avverte subito, salendo sui Crafter (già ordinabili e in arrivo in Italia a marzo 2017), e al di là di aspetti legati all’estetica rinnovata e più moderna, a rifiniture, dotazioni e allestimenti che fanno subito intravedere il buon lavoro, si può scendere dai Crafter dopo il test a vuoto e a pieno carico, su molti tipi di percorso e nelle varie declinazioni, e parlare anche di guidabilità simile a quella di una vettura, tra comfort (primo a offrire nel segmento C/D a richiesta i sedili con sigillo AGR per la salute della schiena in più versioni e impostazioni, anche con ammortizzazione ergoActive), dotazioni di assistenza, sicurezza e piacere di guida. Agile e maneggevole.

34 Foto

Essendo dedicato al lavoro, Crafter non si abbandona all’emotività (non fa parte delle scelte d’acquisto) ma si segnala per le soluzioni di trasporto che “sono incentrate sul cliente, abbracciando una tipologia di utenti molto vasta, con un livello di economicità davvero elevato”.

La rivoluzione Crafter ha permesso di arrivare a una portata più elevata, alla maggiore capacità di carico, a dimensioni ottimizzate, e a una ricca gamma di sistemi di trazione e di versioni derivate, con motori robusti, economici, di lunga durata e consumi ridotti. Insomma, alla fine si possono trovare soluzioni pratiche per tutte le esigenze di trasporto e per tutti i giorni, grazie anche al nuovo telaio che ha permesso di inserire tecnologie da… auto moderne, soprattutto sul piano del comfort e dell’assistenza che significa anche e soprattutto sicurezza, con varie comodità come il parcheggio assistito semi autonomo e la frenata automatica dopo aver avvistato ostacoli troppo improvvisi o non rilevati dal guidatore.

Insomma si sale di livello, guidando il Crafter e Volkswagen ha avuto non solo coraggio ma anche molta intuizione nel seguire il proverbio che recita “chi fa da sé fa per tre”, portandosi la produzione in proprio e investire su un impianto (modello…) che a pieno regime darà lavoro a 3 mila persone. Giusto per riassumere alcuni dati significativi, Crafter, furgone (passo medio, lungo e lungo con sbalzo) o Kombi (cabina singola con allestimento pick-up, cabina doppia e struttura pick-up), si declina in 4 modelli, 3 lunghezze (5.986 mm, 6.836 mm, e per la versione Furgone 7.391 mm), 3 altezze (2.355 mm, 2.590 mm, e Furgone anche 2.798 mm), per un totale di 69 versioni derivate. E’ disponibile con trazione anteriore, posteriore o 4Motion, cambio manuale o automatico a 8 rapporti. Tutti Euro 6 e dotati di Start&Stop. Può avere ruote singole o doppie all’asse posteriore.

Il nuovo Crafter a trazione anteriore ha una capacità di carico fino a 18,4 m3, un’altezza massima dello spazio di carico di 2196 mm con un peso messo di 3-4 tonnellate, a trazione posteriore aumenta il peso totale ammesso fra 3,5 e 5,5 tonnellate.

TECNOLOGIE
Lavorare in comodità significa anche avere il supporto della sicurezza oltreché del comfort (a richiesta è disponibile il sedile ergonomico a sospensione pneumatica, con supporto lombare regolabile e funzione massaggio) e dotazioni come Lane Assist, Park Assist e Trailer Assist, ma anche su richiesta dispositivi come il sistema di regolazione automatica della distanza, di frenata di emergenza, la frenata anti collisione multipla, l’assistenza con vento laterale, il rilevatore di stanchezza e la gestione degli abbaglianti “Light Assist”. Non manca la possibilità di avere la telecamera per la retromarcia, il Rear Traffic Alert e il Side Protection.

MOTORI E PREZZI
Lunga durata e robustezza per garantire costi di manutenzione bassi e la massima efficienza. Così Crafter è proposto con propulsori in grado di consumare il 15% in meno. La gamma si avvale del nuovo 2.0 litri TDI EA 288 Nutz, ulteriormente sviluppato e disponibile con trazione anteriore e declinato in tre livelli di potenza, da 102, 140 CV e da 177 CV TDI biturbo. Prezzi: in Germania parte da 28.300 euro più imposta relativa.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someonePrint this page

- Autore Article URL: http://www.infomotori.com/commerciali/volkswagen-crafter-prova-su-strada-del-veicolo-commerciale-di-nuova-generazione_121312/

Vuoi tenerti aggiornato su Volkswagen crafter?


Ti stai iscrivendo alla Newsletter di:

Ho letto ed accetto l'informativa sulla Privacy ai sensi del D.Lgs. 196/2003


ADV e News che potrebbero interessarti:
X
X