Come riconoscere una ruota danneggiata e quando sostituirla

Un corretto controllo e manutenzione degli pneumatici è essenziale per la nostra sicurezza su strada. I costruttori di ruote migliorano continuamente sia il progetto che il processo di fabbricazione, ma è tuttavia indispensabile che le persone incaricate di attività che coinvolgono ruote e pneumatici siano correttamente addestrate

Una parte fondamentale della vettura e della quale bisogna porre sempre grande attenzione sono le ruote.

Un corretto controllo e manutenzione delle gomme e dei cerchi è essenziale per la nostra sicurezza su strada. I costruttori di ruote migliorano continuamente sia il progetto che il processo di fabbricazione dei loro prodotti, allo scopo di ottenere il massimo grado di precisione, robustezza e affidabilità. È tuttavia indispensabile che gli addetti ai lavori siano correttamente addestrati e osservino le procedure stabilite nel momento del controllo o sostituzione di una ruota danneggiata.

10 Foto

Le ruote sono tra le componenti principali in termini si sicurezza. Pertanto questi non devono presentare rotture, deformazioni, distorsioni, segni di corrosione e di eccessiva usura, anelli piegati o contorti (se presenti) o altri simili difetti. L’EUWA (l’Associazione dei fabbricanti europei di ruote) sconsiglia di riutilizzare questi pezzi e di smaltirli. Anche nel caso si sospettino danni o si abbiano dubbi circa l’idoneità di un componente della ruota/cerchio, il pezzo interessato va senz’altro sostituito.

La sostituzione deve avvenire con pezzi nuovi, aventi identiche caratteristiche. Qualora non fossero disponibili anelli mobili di tipo appropriato, si dovrà montare un cerchio/ruota nuovo, completo.

I tipici difetti che richiedono la sostituzione del pezzo, sono:

• cricche sulla faccia del disco ruota, in particolare nella zona dei fori di attacco e dei fori di ventilazione;
• deformazioni o ricalcature anomale sulle sedi di fissaggio di colonnette/dadi;
• perdite d’aria negli pneumatici tubeless dovute a microcricche nel cerchio oppure a usura/segni sulla superficie di accoppiamento cerchio – pneumatico;
• deformazione delle balconate cerchio (in genere dovute ad urti contro ostacoli);
• cricche circonferenziali in corrispondenza della balconata fissa o del gancio nell’anello base dei cerchi in più elementi;
• anelli laterali/‘kombi’ rotti o deformati oppure eccessiva corrosione, sugli anelli di cerchi in più elementi;
• anelli distorti, in particolare anelli elastici e ‘kombi’.

Non è consentito eseguire alcuna modifica tecnica alle ruote. È proibito riparare cerchi o dischi danneggiati mediante riscaldamento, saldatura, aggiunta o eliminazione di materiale. Non è quindi accettabile alcuna garanzia su pezzi riparati, in quanto tale operazione può introdurre sollecitazioni aggiuntive in zone critiche, molto sollecitate. L’usura sulle balconate del cerchio (estremità delle balconate) può essere tollerata sino ad un massimo del 10% rispetto allo spessore iniziale del materiale.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someonePrint this page

- Autore Article URL: http://www.infomotori.com/guide/come-riconoscere-una-ruota-danneggiata-e-quando-so_77319/

Annunci Privati
Vuoi vendere la tua Auto?

Inserisci il tuo annuncio

Gratis