Patente auto: come si controlla il saldo punti

Come funziona esattamente la Patente a Punti e come fare per sapere qual è il "saldo" della propria patente? Basta un telefono o una connessione a Internet e il gioco è fatto...

Dal 2003 ogni titolare di patente di guida ha a disposizione venti punti, che vengono decurtati in caso di infrazione alle norme del codice della strada. Conoscere il saldo dei propri punti è molto semplice e si può effettuare via telefono o online. Basta chiamare il numero 848782782 al costo di una chiamata urbana e seguire le istruzioni della voce guida che richiede data di nascita e numero di patente. Nel giro di pochi secondi viene comunicato il saldo punti al momento della telefonata.

Online la verifica può essere svolta attraverso il sito www.ilportaledellautomobilista.it dove è necessario iscriversi (o ricordarsi user e password) e una volta indicati numero di patente e data di scadenza vengono visualizzati i crediti. Tra i due vince per semplicità e immediatezza il telefono, ma registrarsi al portale consente ovviamente un maggior numero di servizi, tra cui alcuni interessanti “alert” circa la data di scadenza della patente o altre informazioni legate ai veicoli posseduti. E’ possibile inoltre visualizzare “l’estratto conto” dei propri punti sulla patente, dove sono indicati sia i punti decurtati sulla base delle violazioni sia i punti ripristinati nel caso non si incorra in decurtazioni punti nel giro di due anni.

6 Foto

Le stesse opzioni sono disponibili sulla App IPatente, dove una volta effettuato l’accesso si può facilmente risalire a tutte le informazioni legate al proprio permesso di guida e al codice fiscale, quindi di tutti i veicoli intestati. L’App è disponibile sia per Android che per Apple e anche se nelle recensioni degli utenti non è particolarmente apprezzata noi l’abbiamo scaricata e utilizzata senza alcun problema, anzi, preferendo di gran lunga l’accessibilità e immediatezza della App su smartphone rispetto al sito tradizionale.

Anche nella App è possibile ripercorrere la “storia” del proprio punteggio… la patente a punti, infatti, prevede ogni due anni (in cui non si commettono infrazioni) l’accredito di due punti, fino a un massimo di trenta, oppure si possano recuperare i punti persi frequentando degli appositi corsi dal momento che si può arrivare a perdere fino a quindici punti commettendo più infrazioni in una sola volta (quando non sia previsto il ritiro della patente); è la comunicazione del Centro Elaborazione Dati del Ministero dei Trasporti che comunica ufficialmente la decurtazione dei punti e autorizza alla frequenza di un corso: quello rivolto ai titolari di patente di macrocategoria A e B dura 12 ore e permette di riottenere 6 punti, quello rivolto ai titolari di patente di macrocategoria C, D, CE, DE, KA e KB dura 18 ore e permette di riottenere 9 punti.

Attenzione però se siete neopatentati: per i primi tre anni la decurtazione dei punti sarà doppia rispetto a quanto previsto normalmente, mentre se non si commettono infrazioni che prevedono decurtazione di punti viene attribuito un punto all’anno.

Cosa succede se si perdono tutti i punti? Se viene commessa un’infrazione da almeno 5 punti, cui seguano nell’arco di un anno altre due violazioni da almeno 5 punti ciascuna, è prevista la revisione della patente di guida. Quando si dovessero perdere tutti i punti non consegue la sospensione immediata della patente di guida ma la sua revisione, che deve essere effettuata entro 30 giorni dal momento viene comunicata; durante questo periodo il conducente può continuare a circolare.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someonePrint this page

- Autore Article URL: http://www.infomotori.com/guide/patente-auto-si-controlla-saldo-punti_112792/

Annunci Privati
Vuoi vendere la tua Auto?

Inserisci il tuo annuncio

Gratis