Dakar 2018 – 3 domande a Olivier Jansonnie (Direttore tecnico di Peugeot Sport)

Approfondiamo gli aspetti tecnici della 3008DKR Maxi che sta correndo la Dakar

Che cosa ha motivato lo sviluppo di una nuova auto, la PEUGEOT 3008DKR Maxi, e in cosa si differenzia dalla vettura precedente?
Come ingegneri, cerchiamo sempre di migliorare le prestazioni della vettura perché la concorrenza fa progressi. Due nostri concorrenti quest’anno hanno sviluppato delle vetture nuove. Inoltre, siamo stati molto penalizzati dal regolamento tecnico-sportivo. Dovevamo dunque evolvere per recuperare prestazioni rispetto ai nostri concorrenti. La nuova PEUGEOT 3008DKR Maxi è 20 cm più larga della vettura dell’anno scorso. Questo ci permette di aumentare la stabilità e di recuperare in parte la corsa della sospensione per essere un più a nostro agio nei percorsi più duri e, potenzialmente, anche nella sabbia. L’idea complessiva è che la vettura sia più facile da guidare al limite. Nelle prove, anche nelle speciali su strade strette tipo WRC, la Maxi s è dimostrata più veloce.

Quali sono le modifiche al regolamento adottate per il 2018?
Per le vetture a due ruote motrici come le PEUGEOT 3008DKR Maxi il peso minimo regolamentare è aumentato di 270 kg! Contemporaneamente, i nostri concorrenti che schierano vetture 4×4 hanno visto il peso minimo delle loro auto diminuire, rispettivamente di 65kg per le Toyota e di 100kg per le Mini, e l’escursione delle sospensioni aumentare di 3 cm, il che eliminerà le differenze tra le tecnologie, in base al tipo di terreno. Ovviamente ciò significa che i distacchi saranno minimi e le 4×4 potrebbero benissimo essere davanti a noi. Ci aspettiamo un inizio del rally molto difficile tra le dune.

2 Foto

Il motore ha subito evoluzioni?
Non ci sono stati grandi cambiamenti in termini di componenti. Invece, continuiamo a migliorare costantemente la mappatura del motore. La principale sfida in questo tipo di motore e in questo contesto è la gestione della sovralimentazione, soprattutto per adattarci all’altitudine, perché il percorso del rally arriva fino a 4000 metri, anche se ci saranno meno punti ad alta quota dell’anno scorso. E’ l’aspetto principale su cui abbiamo lavorato per permettere ai piloti di sfruttare meglio il motore. Non siamo lontani dall’aver raggiunto i limiti di ciò che era fisicamente possibile

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Tag:

- Autore Article URL: http://www.infomotori.com/motorsport/dakar-2018-3-domande-a-olivier-jansonnie-direttore-tecnico-di-peugeot-sport_161315/