MotoGP, Maverick Vinales in Yamaha per 2017 e 2018 con Valentino Rossi

Un po' come era successo per Jorge Lorenzo in Ducati, anche l'annuncio del passaggio di Maverick Vinales alla Yamaha era già nell'aria da un po'. Il Top Gun della MotoGP debutterà sulla M1 dividendosi il box con Valentino Rossi nel 2017 e nel 2018. Per quanto la Suzuki stia crescendo, queste sono occasioni che capitano una volta nella vita.

Maverick Vinales ha firmato con Yamaha per 2017 e 2018. Il talento emergente della MotoGP sarà affiancato a Valentino Rossi, dopo una trattativa simile a quella di Jorge Lorenzo con Ducati. Vinales, campione del mondo in Moto3 nel 2013, al momento è considerato il diamante grezzo della classe regina, dopo gli ottimi risultati conseguiti in sella ad una Suzuki in costante crescita.
La scelta di rimanere in Suzuki con il bravo Davide Brivio ed una moto in costante crescita -da sviluppare secondo le sue direttive- era possibile, ma firmare con Yamaha in questo momento era un’occasione più unica che rara.

Perché Maverick Vinales ha firmato con Yamaha

15 Foto

Come ha sottolineato più volte Lin Jarvis, al momento Yamaha ha la moto più completa (e quindi competiva) della griglia di partenza. Lo sviluppo della Suzuki, che ha scelto il motore a 4 cilindri in linea, si avvicina concettualmente alla M1 di Rossi e Lorenzo diversamente da Honda, Ducati ed Aprilia che adottano un motore V4. Questo probabilmente faciliterà il passaggio a Maverick, che arriva in Yamaha senza particolari pressioni. Se dovesse arrivare dietro a Rossi non ci sarebbe nulla di strano, mentre nel caso opposto farebbe un’ottima figura. Avere in squadra Valentino poi è di certo cruciale per lui, significa avere la possibilità di imparare da un pilota di grande esperienza ma non solo: Rossi sa bene che l’uomo da battere per i prossimi anni sarà Marc Marquez, prendere sotto la propria ala un ragazzo più giovane di lui -classe 1995- e potenzialmente veloce potrebbe essere il suo modo per lasciare un testimone adeguato. Certo, lasciare una squadra che ha dato tanto e con cui probabilmente si trovava bene non dev’essere stato facile, ma un pilota pensa prima di tutto a vincere il più possibile.


Il mercato piloti: tocca a Pedrosa e ad Andrea

Con questa notizia, il rinnovo di Dani Pedrosa con HRC è da dare per scontato. Dani non si trova più a suo agio con Honda ed il passaggio in Yamaha gli avrebbe dato nuovi stimoli ma, ora che la M1 è occupata, la RC213V rimane la moto migliore rispetto ad una possibile KTM o alla Suzuki stessa. I pezzi quindi sono quasi tutti al loro posto, chi rimane in attesa -forse a causa di una cattiva gestione dei piloti- sono i due Andrea. Tutti cambiano, firmano e rinnovano, a rimanere appesi ad un filo sono gli alfieri Ducati. La decisione da Borgo Panigale arriverà dopo il Mugello, il che significa che Dovizioso e Iannone daranno più del massimo per vincere la gara di casa. Questo potrebbe tradursi in un successo -con più possibilità per Iannone su questo tracciato- ma anche una sconfitta pesante, frutto di nervosismo e pressioni che un pilota non dovrebbe avere in MotoGP. I risultati infatti, come abbiamo visto in Argentina, potrebbero essere disastrosi.

Il prossimo appuntamento della MotoGP 2016 sarà al Mugello, il 22 maggio.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someonePrint this page

- Autore Article URL: http://www.infomotori.com/motorsport/motogp-maverick-vinales-in-yamaha-per-2017-e-2018-con-valentino-rossi_101494/