Sport invernali per le CITROËN C3 WRC

Per il 2° rally della stagione, i piloti WRC affronteranno l’unica prova al 100% invernale.

Il Rally di Svezia fa parte del calendario del Campionato del Mondo dall’inizio nel 1973, ed è uno degli appuntamenti imperdibili della stagione. Anche quando il termometro scende sotto i -30°C (ma quest’anno non dovrebbe essere il caso) sono moltissimi gli spettatori che si accalcano per ammirare i “funamboli” del volante in azione. Vedere le WRC sfiorare muri di ghiaccio a tutta velocità è uno spettacolo indimenticabile. Secondo i piloti, il grip procurato dai pneumatici chiodati regala sensazioni uniche.

L’edizione 2017 prevede molte novità, tra cui un parco assistenza all’aeroporto di Torsby. La nuova configurazione modifica più della metà del percorso e i concorrenti dovranno affrontare tratti assolutamente inediti. Dopo la tradizionale super speciale di giovedì sera all’ippodromo di Karlstad, la tappa di venerdì toccherà la Norvegia. La speciale di Röjden sarà l’unica della stagione a svolgersi a cavallo tra due Paesi. Sabato, il momento clou sarà ovviamente il salto di Colin’s Crest a Vargåsen. Il rally si chiuderà domenica a mezzogiorno, al termine della Power Stage di Torsby.

5 Foto

Con i suoi numerosi colpi di scena, il Rally di Monte Carlo ha confermato il livello dei concorrenti ed il fatto che la nuova generazione di World Rally Car è decisamente spettacolare. Per Citroën Total Abu Dhabi WRT, però, il primo appuntamento della stagione non è stato all’altezza delle aspettative. Queste due settimane hanno dato il tempo di analizzare le ragioni del risultato e perfezionare la preparazione per la Svezia.

Anche in questa prova sono state iscritte due auto per il Campionato del Mondo Costruttori. A fianco di Kris Meeke e Paul Nagle ci sarà la coppia composta da Craig Breen e Scott Martin, che così farà il suo esordio in gara sulla C3. Stéphane Lefebvre / Gabin Moreau guideranno invece una vettura della generazione precedente.

Dopo aver raggiunto il livello dei top driver lo scorso anno, Kris Meeke partirà con l’obiettivo di vincere. Ottavo nell’edizione 2016, nel suo primo rally con una WRC di Citroën Racing, anche Craig Breen cercherà di ottenere un buon risultato su uno dei suoi fondi preferiti.

 Il Direttore di CITROËN RACING, Yves Matton, ha commentato : «Appena tornati da Monaco ci siamo rimessi subito al lavoro con serenità e determinazione. L’analisi del Rally di Monte Carlo ci ha permesso di capire che la prestazione insoddisfacente è dovuta a una serie di fatti isolati che per la maggior parte non potevano essere previsti, e non ad un unico problema principale. Da questo punto di vista è piuttosto rassicurante e continuiamo a credere di poter fare bene. In Svezia speriamo di ottenere un risultato migliore. Kris Meeke punterà ancora alla vittoria, mentre l’obiettivo di Craig Breen per il suo primo rally con la C3 WRC sarà imparare e migliorare. Come sempre, avremo solo due auto iscritte al Mondiale Costruttori con cui contiamo di ridurre lo scarto in classifica».

Il Direttore Tecnico Laurent Fregosi, ha dichiarato: «Negli anni abbiamo imparato a gestire le specificità di questo rally. Le regolazioni sono diverse da quelle che utilizziamo su terra e abbiamo constatato in prova che la C3 WRC reagisce bene con le soluzioni che applichiamo abitualmente. Se le condizioni cambieranno, con meno neve e ghiaccio, dovremo essere in grado di adeguare il setup, usando sospensioni adatte ai solchi che si formano lungo il percorso. In queste condizioni, i chiodi dei pneumatici tendono a rompersi e bisogna limitare questo fenomeno giocando su alcuni parametri. Chilometro dopo chilometro, la neve si accumula sull’auto e il peso imbarcato può ridurre le prestazioni. Progettando la carrozzeria ne abbiamo tenuto conto ma resta un fenomeno inevitabile».

Kris Meeke ha analizzato la situazione: «Dopo un Monte Carlo deludente, per me e per la squadra è difficile affrontare il Rally di Svezia pienamente fiduciosi, però abbiamo imparato la lezione e saremo più forti nelle prossime prove di questa lunga stagione. Sono contento perché questo è uno dei miei rally preferiti. Corro per vincere ma sappiamo che le prestazioni di tutti quanti dipenderanno dalle condizioni meteo. Se nevicasse prima del rally, la mia posizione di partenza nella prima tappa sarebbe ideale. Se invece la temperatura aumentasse e la neve si sciogliesse, avrei meno possibilità. Comunque faremo del nostro meglio».

Craig Breen ha espresso il suo stato d’animo : «Sono felicissimo di fare il mio debutto in competizione con la Citroën C3 WRC! Non vedo l’ora di cominciare. È una vita che aspetto questo momento. Ho ottimi ricordi legati a questo rally, anche per il 2016 che è stato il mio primo WRC con Citroën. Inoltre, questa superficie è un po’ più indulgente con i piccoli errori, perlomeno quando la neve è molto compatta. Mi sento sicuro in questo ambiente, con l’auto e con la squadra. E anche se non sappiamo bene cosa aspettarci, sono pronto a raccogliere la sfida».

Stephane Lefebvre ha dichiarato: «Il Rally di Svezia è probabilmente quello in cui devo imparare di più perché ho partecipato una sola volta, due anni fa, sulla DS 3 R5. Da questo punto di vista non mi spiace guidare un’auto della vecchia generazione. Senza pressione, potrò seguire il mio ritmo, con l’obiettivo di voltare pagina dopo un Monte Carlo difficile. Non riesco a fare previsioni e a darmi un obiettivo preciso ma farò il massimo per segnare dei punti».

CIFRE CHIAVE

1,8 speciali con 331,74 km totali cronometrati

57,8% di speciali nuove rispetto all’edizione 2016

45 metri per il record del salto più a Colin’s Crest, stabilito da Eyvind Brynildsen nel 2016

384 chiodi per ogni pneumatico Michelin X-Ice North 3. Il loro inserimento richiede ben 45 minuti

113,44 km/h di media per il vincitore del Rally di Svezia 2016. Meno bene dei 114,84 km/h della Citroën Xsara WRC di Sébastien Loeb nel 2004!

Flashback :  Rally di Svezia 2004

Fino al 2014 il Rally di Svezia è stato dominato dai piloti nordeuropei. Svedesi e finlandesi si sono divisi le vittorie con un record di sette successi per il grande Stig Blomqvist. Ma in quell’anno Sébastien Loeb e Daniel Elena, sono stati autori di una delle loro migliori prestazioni con la Xsara WRC. Hanno pressato da vicino Marcus Grönholm, che ha dovuto accontentarsi del secondo posto, siglando una vittoria che ad oggi resta l’unica di Citroën in Svezia.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someonePrint this page

- Autore Article URL: http://www.infomotori.com/motorsport/sport-invernali-per-le-citroen-c3-wrc_127720/

X