Jeep Grand Cherokee in dotazione all’Arma dei Carabinieri

L'Arma dei Carabinieri può ora contare su 19 Jeep Grand Cherokee con motore 3.0 V6 CRD da 190 cavalli che saranno utilizzate dall'unità anti terrorismo.

L’Arma dei Carabinieri annovera una nuova freccia nel proprio arco, o dovremmo forse chiamarlo parco auto? L’unità antiterrorismo potrà infatti utilizzare 19 Jeep Grand Cherokee caratterizzate dalla classica livrea blu che contraddistingue l’Arma. Dopo la Jeep Wrangler con Mopar Pack, quella che vedete nella gallery fotografica, è ora il turno della Grand Cherokee con motore 3.0 V6 CRD da 190 cavalli, cambio automatico a 8 marce con controllo elettronico e trazione integrale.

Le Grand Cherokee dei Carabinieri sono state oggetto di uno specifico processo di blindatura, che ha interessato diversi componenti del veicolo (parabrezza, cristalli laterali, pneumatici e carrozzeria), e di un intervento di rinforzo delle sospensioni, per garantire la tenuta di strada. Il risultato finale è un veicolo tattico capace di assicurare la massima sicurezza ai militari e offrire grande affidabilità meccanica, per affrontare qualunque missione.

Su questi SUV debuttano i lampeggianti LED di colore blu posti sul portellone posteriore, collocati ai lati della targa, mentre all’interno spiccano i più avanzati sistemi tecnologici in dotazione all’Arma. Ad esempio il sistema Odino che si collega in tempo reale con le banche dati delle Forze di Polizia, Motorizzazione e Ania, e che funziona su un tablet Android da 7″ posto su binari scorrevoli posizionati sul cruscotto.

ARTICOLI CORRELATI