Opel Grandland X prova su strada, motorizzazioni e consumi

Il test drive della opel Grandland X che abbiamo effettuato in Spagna ha evidenziato come il SUV Opel sia estremamente comodo e pratico. Divertente da guidare, vanta consumi ridotti e prezzi di listino che partono da 32.400 Euro (chiavi in mano, IPT esclusa).

Opel Grandland X è un SUV che combina un design moderno e dinamico al classico fascino delle vetture da offroad, caratterizzate da una seduta rialzata e da tanta praticità e comfort per i passeggeri. Noi di infomotori lo abbiamo provato su strada, in Spagna, lungo un itinerario tra Bilbao e San Sebastiàn, nella versione con motore 2.0 Turbo Diesel AT-8 da 177 cavalli e 400 Nm di coppia massima. Premiato nei test EuroNCAP con il punteggio massimo, le 5 stelle, Grandland X vanta dotazioni di sicurezza di assoluto livello e sistemi di assistenza alla guida decisamente innovativi e utili per chi si trova al volante del nuovo SUV Opel.

2018 Opel Grandland X Ultimate

I sistemi di assistenza alla guida di Grandland X Opel
Con prezzi di listino che partono da 32.400 Euro (prezzo chiavi in mano, IPT esclusa), Opel Grandland X si presenta dunque come l’auto intelligente per soddisfare la voglia di spazio e di fuoristrada, il tutto con consumi ridotti: ciclo urbano 5,3-5,31 l/100 km, ciclo extraurbano 4,6-4,51 l/100 km, ciclo misto 4,9-4,81 l/100 km. Nell’allestimento Ultimate e con il cambio automatico a 8 rapporti, i livelli di comfort sono al top del proprio segmento. I modernissimi sistemi di assistenza alla guida di Grandland X sono di prima classe e consentono di affrontare qualunque viaggio in modo più rilassato: Avviso pre-collisione (Forward Collision Alert) con Frenata autonoma di emergenza e rilevamento pedoni, Sistema per la prevenzione dei colpi di sonno (Driver Drowsiness Alert), Assistente automatico al parcheggio (Advanced Park Assist) e Telecamera con visione a 360°, solo per fare qualche esempio. Un sistema a richiesta come l’Adaptive Cruise Control con funzione di stop mantiene la velocità e la distanza impostata rispetto al veicolo che precede e frena completamente o accelera a seconda della necessità, aumentando ulteriormente la sicurezza.

Le caratteristiche dinamiche di Grandland X sono in linea con il suo aspetto, ma la vettura offre soprattutto una cosa: piacere di guida e sicurezza in qualsiasi momento dell’anno e su qualunque superficie, grazie al sistema elettronico IntelliGrip – a richiesta – che assicura la massima trazione in qualsiasi situazione. Il guidatore può scegliere tra cinque modalità di guida. Il sistema adatta la distribuzione della coppia alle ruote anteriori e consente lo slittamento delle ruote se necessario. In questo modo la vettura dispone sempre della migliore trazione e mantiene stabilità e maneggevolezza, indipendentemente dal fatto che Grandland X stia viaggiando sulla neve, sul fango, sulla sabbia o sul bagnato.

Accanto al Sistema di trazione IntelliGrip e ai numerosi sistemi di assistenza alla guida, anche una gamma di motori brillanti contribuisce al piacere di guidare Grandland X. Sono tre le motorizzazioni in gamma, con livelli eccellenti di emissioni di CO2, un vantaggio effettivo in termini di efficienza. I propulsori possono essere abbinati al moderno cambio manuale a sei rapporti o al cambio automatico a sei rapporti ad attrito ridotto e montano di serie il sistema Start/Stop; il motore due litri top di gamma viene offerto esclusivamente con la nuova trasmissione automatica a otto velocità, particolarmente fluida.

Motorizzazioni Opel Grandland X
Il top di gamma, quello da noi testato, è il diesel 2.0 litri che genera 130 kW/177 CV a 3.750 giri e sviluppa una coppia di ben 400 Nm a 2.000 giri. Equipaggiato con questo motore, Grandland X accelera da 0 a 100 km/h in 9,1 secondi e raggiunge una velocità massima di 214 km/h (Consumi del diesel 2.0 litri secondo il Nuovo Ciclo di Guida Europeo NEDC: ciclo urbano 5,3-5,31 l/100 km, ciclo extraurbano 4,6-4,52 l/100 km, ciclo misto 4,9-4,82 l/100 km, emissioni di CO2 pari a 128-1262 g/km).
Il diesel 1.6 litri da 88 kW/120 CV genera una coppia massima di 300 Nm a 1.750 giri (consumi di carburante secondo il ciclo NEDC: ciclo urbano 5,1-4,7 l/100 km, ciclo extraurbano 4,2-3,5 l/100 km, ciclo misto 4,6-4,0 l/100 km, emissioni di CO2 pari a 118-104 g/km). Il Turbo benzina 1.2 a iniezione diretta in alluminio eroga 96 kW/130 CV e una coppia massima di 230 Nm a 1.750 giri (consumi di carburante secondo il Nuovo ciclo di guida europeo NEDC: ciclo urbano 6,4-6,0 l/100 km, ciclo extraurbano 4,9-4,5 l/100 km, ciclo misto 5,5-5,1 l/100 km, emissioni di CO2 pari a 127-117 g/km).

 

Opel Grandland X Ultimate

Lungo 4,47 metri e largo 1,85 metri, Opel Grandland X è alto 1,60 metri. Misure che conferiscono all’auto un aspetto robusto, moderno e grintoso allo stesso tempo. Linee eleganti, dunque, caratterizzate da passaruota imponenti e scolpiti e una carrozzeria caratterizzata da linee nette. La finitura bicolore del tetto nero, disponibile sull’allestimento B-Color, aggiunge un’ulteriore possibilità di personalizzazione. Il tetto si fonde in modo fluido con il resto della carrozzeria, come sottolinea il montante posteriore “interrotto”, che crea un legame dinamico con il posteriore.

Come si comporta su strada la Grandland X
Saliti a bordo del SUV Opel, notiamo sin dai primi metri una comodità incredibile e uno spazio a disposizione nostro e dei passeggeri veramente ragguardevole. La visibilità potrebbe essere forse leggermente migliorata, dato che in alcune situazioni può risultare non ottimale, ma si tratta di dettagli di poco conto specie se teniamo conto dei sistemi di assistenza come la telecamera che ci aiutano in ogni fase, soprattutto in manovra. Il rollio è minimo, appena accennato e per nulla fastidioso, si fa sentire leggermente nei tratti tortuosi ma ciò non intacca minimamente il piacere di guida. Il motore 2.0 Diesel si dimostra interessante, adatto ad affrontare in scioltezza qualsiasi situazione, dal sorpasso alla partenza da fermo. Davvero ottimi i consumi, pienamente in linea con quelli dichiarati dalla Casa, anche se c’è da dire che abbiamo guidato con il piede piuttosto leggero, arrivando a percorrere in tranquillità 20 chilmetri con un litro di carburante.

 

ARTICOLI CORRELATI