Prova su strada Militem Wrangler JIII: non chiamatela Jeep!

Prendi una vettura americana, estremizzane i concetti, l’estetica e le funzionalità. Donale inoltre un tocco di classe e raffinatezza, con materiali esclusivi e di qualità, ed ecco come ottieni una vettura Militem, marchio italiano con sede ad Erba (Como) che dedica la propria produzione ai modelli iconici d’oltreoceano e che relizza soluzioni davvero uniche ed esclusive.

Sebbene l’Europa sia ai vertici per quanto riguarda la costruzione di automobili c’è da ammettere che gli Stati Uniti, con le mega fabbriche ed i propri veicoli iconici, sappia produrre vetture tecnicamente interessanti specie nel settore delle muscle e dei fuoristrada. Ciò che forse è sempre mancato agli Yankee è il tocco di classe, quel gusto tipicamente italiano che sa rendere un veicolo davvero esclusivo.

Militem ha quindi pensato di focalizzare la propria produzione partendo da prodotti iconici americani e rendendoli ancora più estremi ad esempio migliorandone le caratteristiche tecniche, funzionali ma soprattutto estetiche sia per quanto riguarda gli esterni sia per quanto riguarda gli interni.

Nel caso di questo Militem JIII (si legge J 3), la cui base è chiaramente l’iconico Jeep Wrangler, si è tenuta l’impostazione motoristica e la struttura data dalla casa ma sono stati, ad esempio, modificati avantreno e retrotreno per rendere il fuoristrada ancora più pronto alle sfide estreme ma anche più sicuro e confortevole rispetto alla predisposizione iniziale. Non solo fuoristrada: Militem JIII ha uno stile fortemente urban dato che la scelta di questo mezzo è fatta tanto da uomini quanto da donne che adottano questa soluzione al posto del classico SUV, ormai privo di personalità.

Sebbene le modifiche tecniche al comparto delle sospensioni ed alla estetica esterna della vettura siano importanti, ciò che appare immediatamente tangibile entrando nell’abitacolo sono le importanti migliorie apportate all’abitacolo, nel quale vengono utilizzati pellami ottima fattura impreziositi da cuciture a contrasto che li rendono un vero e proprio salotto. A rendere gli interni ancora più esclusivi contribuiscono anche i badge Militem presenti sulle sedute.

Dal punto di vista tecnico gli ingegneri brianzoli hanno rivisitato a fondo gli schemi tecnici della sua donatrice Jeep Wrangler sostituendo i cerchi originali, con cerchi in lega da 17″ o da 20″ XD Series Rockstar II abbinandoli con dei pneumatici off-road 35 × 12.5. Inoltre l’assetto è stato rialzato utilizzando il Teraflex 2.5″ che le permette un incremento di 2,5 cm dall’originale e infine sono state utilizzate sospensioni Extreme Shocks della Fox, marchio da sempre leader nel settore degli ammortizzatori.

Le modifiche tecniche riguardano anche il comparto luci nel quale oggi troviamo fari a LED il proiettori supplementare di profondità che vengono resi ancora più aggressivi dalla maschera frontale Hawk Eyes e dalla griglia a nido d’ape, che conferiscono alla Militem JIII una personalità più marcata a grintosa.

L’abbiamo messa alla prova in un contesto cittadino anche perché le doti fuoristradistiche non possono essere messe in discussione. Grazie dotazioni quali paraurti heavy duty, bull-bar, parafanghi maggiorati le misure dell’auto vengono incrementate ma non si ha mai la sensazione di difficoltà. Certo nel parcheggio la retrocamera e i sensori di parcheggio sono veramente utili ma quando la si guida l’altezza da terra vi permette di avere una visione completa dell’ambiente circostante.

Le motorizzazioni disponibili sono due: benzina 3.6 V6 da 284 CV che può essere abbinato ad un cambio automatico a 5 rapporti oppure ad un cambio manuale a 6 rapporti e il turbodiesel 2.8 litri da 200 CV che abbiamo avuto in prova e che può essere dotato del solo cambio automatico.

La vera chicca è rappresentata dal fatto che è possibile installare l’impianto GPL rendendo così Bifuel la Militem Wrangler JIII. La modifica viene fatta in fabbrica utilizzando un impianto Prins e questo che permette un risparmio di oltre il 60% sul costo di acquisto del carburante.

Militem Wrangler Unlimited JIII con il motore diesel arriva ad un prezzo di 67.550 euro. Certo JIII è la versione più esclusiva della serie ma è anche quella dove gli interventi sono più massicci.

ARTICOLI CORRELATI