Alfa Romeo nuova 166: Test Drive

Temperamento sportivo La nuova vettura vanta un temperamento unico nella sua categoria al quale il modello aggiunge la capacità di dominare la strada tipica di un’Alfa Romeo. Che è poi la caratteristica apprezzata da chi, anche con una grande berlina di prestigio, vuole comunque provare il piacere di guidare. Ecco, allora, un “gruppo di potenza”, […]

Temperamento sportivo La nuova vettura vanta un temperamento unico nella sua categoria al quale il modello aggiunge la capacità di dominare la strada tipica di un’Alfa Romeo. Che è poi la caratteristica apprezzata da chi, anche con una grande berlina di prestigio, vuole comunque provare il piacere di guidare. Ecco, allora, un “gruppo di potenza”, costituito da diverse soluzioni di accoppiamento cambio-motore, tra i più potenti e sfruttabili oggi sul mercato. Schemi di sospensioni capaci di garantire un assoluto controllo della vettura in qualunque situazione. E poi ancora tanta elettronica per poter fruire sempre in assoluta sicurezza delle grandi prestazioni di cui tutte le versioni della Nuova Alfa 166 sono capaci: dall’ABS con correttore elettronico di frenata ai sistemi antipattinamento per il controllo automatico della trazione.
Sei motori per tutti i palati In dettaglio, la nuova 166 propone sei propulsori che hanno caratteristiche differenti e tutti insieme formano una gamma completa, capace di soddisfare le aspettative di qualunque cliente. Anche il più esigente e preparato. I quattro benzina sono il 2.0 TS da 150 CV, il 2.5 V6 24v da 188 CV, il 3.0 V6 da 220 CV e il 3.2 V6 24v da 240 CV. I due turbodiesel sono il 2.4 JTD 10v da 150 CV e il 2.4 Multijet 20v da 175 CV.
Sono tutti abbinati ad un cambio meccanico con 6 marce, ad eccezione del 3.0 V6 da 220 CV che è proposto solo con cambio automatico. Inoltre, il brillante 2.4 Multijet 20v da 175 CV può essere anche accoppiato ad un sofisticato cambio automatico di nuova generazione a 5 rapporti.
Tre allestimenti Infine, la gamma si compone di tre allestimenti completi e di alto controvalore: il nuovo Impression, Progression e Distinctive. Inoltre, è disponibile l’optional pack TI della Nuova Alfa 166, caratterizzata da un assetto ribassato che garantisce maggiore divertimento di guida e più “handling”. All’esterno, poi, la particolare versione propone una sigla specifica e i cerchi in lega da 18″. All’interno, invece, l’ambiente TI si riconosce per i sedili rivestiti in pelle nera sui quali è ricamato il logo Alfa Romeo. La stessa impronta sportiva presentano la scritta TI sul batticalcagno in alluminio e l’illuminazione rossa dei pulsanti e del quadro strumenti. Comune a tutte le versioni la grande ricchezza delle dotazioni, come si conviene ad un’ammiraglia di classe, compresi i tanti optional capaci di soddisfare anche la parte più esigente della clientela di questa fascia di mercato. Senza dimenticare la Lineaccessori, destinati a soddisfare le esigenze di personalizzazione più particolari. Ricordiamo alcuni dei numerosi sistemi e dispositivi disponibili sul nuovo modello: l’ABS a sensori attivi con ripartitore elettronico di frenata; il VDC; gli airbag anteriori, quelli laterali e i window bag; il climatizzatore automatico; il Cruise Control; i fari bi-Xenon; il sensore di pioggia e di parcheggio; il “follow me home”; il sistema di navigazione satellitare a mappe e guida vocale, telefono GSM con viva voce e impianto Hi-Fi con 10 altoparlanti e CD-changer. Infine, a seconda delle versioni, sono disponibili cinque tipi di cerchi in lega: due da 16 pollici e due da 17, tutti offerti in alternativa con disegno a raggi o a fori. Conclude l’esclusivo cerchio in lega da 18 pollici a raggi.
Su strada Sorge infine spontanea la domanda: ma come va su strada? Decisamente bene! Più solida e leggermente irrigidita, la nuova 166 rassicura anche i più timidi grazie alla sua notevole motricità che stupisce in considerazione delle dimensioni non certo contenute che consentono di viaggiare comodamente in cinque.
Trovato facilmente la posizione di guida più adatta alla nostra taglia, abbiamo subito apprezzato la precisione dello sterzo, la docilità del cambio e la frenata efficace che ci ha permesso di guidare allegramente senza alcun pensiero. Una vettura dal temperamento sportivo che però accetta anche la guida “quieta” di chi privilegia il confort alle prestazioni estreme.
Eccellente la Multijet 20 valvole da 175 CV che non ha nulla da temere rispetto alle più dotate rivali germaniche a cui però manca la carta vincente italiana che assicura un’elasticità ed una progressione impressionanti.
Per i cultori del benzina troviamo un poker di veri assi con potenze che vanno dai 150 ai 220 puledri del 3200 V6 24 valvole che unisce il velluto al peperoncino…
E’ incredibile come poche pennellate abbiano reso una vettura da molti considerata superata per design in una temibile avversaria delle più quotate avversarie tedesche da cui può egregiamente difendersi visto che la Audi A6 berlina annega nella tranquillità delle linee, la Classe E della Stella manca del suo temperamento e la sola Serie 5 BMW può vantare una personalità più marcata.
Giocare ad armi pari con le migliori berline europee significa che 166 ha le carte in regola per vivere una seconda giovinezza e far riscoprire l’orgoglio Alfa non solo agli italiani, ma a tutti gli appassionati continentali.
I prezzi A fronte di un rapporto qualità prezzo indiscutibilmente vantaggioso rispetto alle rivali “made in Germany”, l’obiettivo di vendita previsto dai vertici Alfa è di 20.000 unità. Un risultato senza dubbio alla portata della ammiraglia del Biscione che saprà farsi largo tra le decine di proposte con un prezzo d’attacco di 33.300 euro per la versione 2.0 TS Impression, per arrivare ai 43.300 della esclusiva 3.0 V6 24V Sportronic Progression. Inutile sottolineare che la versioni più richieste dal pubblico saranno quelle dotate del poderoso propulsore 2.4 JTD 20V, disponibile a partire dai 39.100 euro della versione Progression. Agli amanti delle comodità ricordiamo che i 175 puledri del più potente dei JTD possono essere controllati con l’interessantissimo cambio automatico a 5 rapporti, di serie nella versione Sportronic Progression, in vendita a 41.000 euro chiavi in mano.

ARTICOLI CORRELATI