USATA
cerca auto nuove
NUOVA

ambiente sicurezza: Michelin Energy

La Michelin firma una tecnologia innovativa per la riduzione della resistenza al rotolamento, senza compromettere le caratteristiche di aderenza e di resistenza all’usura.

La Michelin firma una tecnologia innovativa per la riduzione della resistenza al rotolamento, senza compromettere le caratteristiche di aderenza e di resistenza all’usura. Con la gamma Energy offre maggiore sicurezza grazie ad un’aderenza eccezionale, su tutti i fondi stradali: asciutti, freddi, bagnati, fino al primo leggero innevamento. È risaputo che ogni zona del pneumatico è specializzata in una prestazione. Il ruolo della parte esterna è quello di guidare il veicolo in curva, la zona del centro è maggiormente sollecitata per ottenere aderenza. Per consentire ad ogni zona del pneumatico di esercitare il proprio ruolo, la Michelin ha orientato le sue ricerche verso l’assimetria della scultura e la lamellizzazione. La resistenza al rotolamento, legata al lavoro del pneumatico, rappresenta invece, una delle tre forze che si oppongono all’avanzamento del veicolo e che consuma energia. Essendo la deformazione della gomma all’origine della resistenza al rotolamento del pneumatico, Michelin ha orientato le sue ricerche verso nuovi componenti.
Con l’impiego nelle mescole, di silice, la resistenza al rotolamento del pneumatico è stata ridotta del 20%. Per rispondere alle esigenze specifiche di ogni pneumatico, la Michelin ha creato tre nuovi tipi di lamelle: quadrangolare per mantenere una buona aderenza trasversale (Michelin XT12), a onda quadra per rinforzare l’aderenza trasversale e garantire un ottima frenata sul bagnato (Michelin XT12), e tipo Z per una migliore aderenza sul bagnato, senza compromettere il comportamento della vettura sull’asciutto (Michelin XH1).

TAGS:
Articoli più letti
RUOTE IN RETE