Audi al Salone di Ginevra 2007

Scuola di eleganza e potenza nello stand Audi

Buona visione

Lo stand Audi fa sempre il suo effetto, specie in un periodo storico come questo, in cui la Casa dei quattro anelli inanella – passateci il facile gioco di parole – un successo dopo l’altro. La protagonista incontrastata di questa porzione di kermesse ginevrina (anche se per molti lo è di tutto il salone) è sicuramente Audi A5, la grossa coupé presentata qui anche in versione cattiva “S”, definita dai vertici tedeschi “un connubio fra l’apprezzato linguaggio formale Audi e un’entusiasmante dinamica di marcia”. La nuova proposta della Casa di Ingolstadt monta potenti motori FSI e TDI: il 3.2 FSI da 265 CV, il 1.8 TFSI da 170 CV, il 2.7 TDI da 190 CV e, per chi esige un turbodiesel più potente, è disponibile anche il 3.0 TDI da 240 CV. Per quanto riguarda invece l’aggressiva Audi S5, a far defibrillare i cuori dei fortunati proprietari di questa creatura metallica sarà l’8 cilindri a V FSI da 354 CV: non lo neghiamo, alla sola idea di averla in prova ci prudono le mani.
Inutile dire che ad ammaliare gli avventori è anche la splendida Audi R8, già vista in altre occasioni e già entrata nella fase di commercializzazione, sontuoso esempio di supercar della quale abbiamo parlato ormai in moltissime occasioni. Audi TT Coupé e, soprattutto, Audi TT Roadster non mancano di attirare flash e sguardi affascinati, mentre il resto della gamma completa uno show di cui i vertici tedeschi sicuramente vanno fieri. Un cenno anche alle nuove motorizzazioni offerte su Audi A3 e A4 qui presentate, contraddistinte dalla lettera “e” (1.9 TDIe e 2.0 TFSIe), propulsori più efficienti e con consumi più ridotti, frutto del know-how Audi nel campo della tecnologia dell’iniezione diretta.

ARTICOLI CORRELATI