Audi Nuvolari Quattro

Un nome leggendario per una concept da sogno.

Audi Nuvolari Quattro. Voglia di Concept Car in casa Audi. Dopo aver deliziato il pubblico di Detroit con l’imponente SUV Pikes Peak, la Casa degli Anelli coglie al volo l’importante rassegna ginevrina per svelare l’incantevole prototipo Nuvolari Quattro, che prefigura senza mezzi termini la GT “made in Audi” di domani.
“La nuova Concept Nuvolari quattro – parla il designer Walter De Silva – annuncia e descrive i concetti di design, non solo esterni, delle Audi del futuro. Tratti innovativi, ma che non lasciano da parte la tradizione del Marchio, che si basa non solo sulla sportività ma anche sull’estrema eleganza.”
Un nome importante, Nuvolari è stato l’ultimo pilota a vincere un Gran Premio al volante di una Auto Union – così si chiamava l’Audi negli anni ’30 -, per una 2+2 imponente, proprio come vuole la tradizione delle “vere” GT: 4,80m di lunghezza, 1,92m di larghezza, 1,41m d’altezza…per fare un semplice paragone possiamo dire che la “sorellina” TT è lunga solo 404cm!
Tecnologia ai massimi livelli già a partire dal telaio, totalmente in alluminio, studiato per contenere i pesi ma anche per assicurare elevati valori di rigidità torsionale, indispensabili per “imbrigliare” i 600 puledri del V10 biturbo! Un propulsore eccezionale, dotato di tutte le ultime tecnologie Audi come il sistema di iniezione diretta FSI, in grado di erogare non solo tanta potenza ma anche 750Nm di coppia motrice, che lanciano, nel vero senso della parola, la Nuvolari quattro a 100km/h in soli 4,1 secondi. Sinceramente, ci aspettavamo qualcosa di più in termini di velocità massima, purtroppo autolimitata a 250km/h. Un vero peccato, perché il potenziale velocistico è, senza dubbio, notevolmente più elevato!
Grande attenzione per il reparto sospensioni, costruite interamente in alluminio con l’obiettivo di ottimizzare la resa dei cinematismi: lo schema anteriore adotta il classico “quadrilatero” Audi, mentre per il posteriore è stata scelta una soluzione a “trapezio”. Il movimento è regolato da ammortizzatori ad aria controllati elettronicamente, che ottimizzano non solo la guida sportiva ma anche il comfort di marcia. Immancabile, come da buona tradizione sportiva Audi, la trazione integrale permanente.
Interessante anche il cambio automatico sequenziale a sei marce, basato sull’innovativa tecnologia shift-by-wire che, a discrezione del pilota, può essere comandato manualmente.
Le soluzioni ad alto contenuto tecnologico non si fermano certamente alla sola meccanica, ma si estendono anche all’innovativo sistema d’illuminazione, con gruppi ottici a LED, che regola automaticamente l’intensità del fascio luminoso posteriore in base alle condizioni atmosferiche!
Per quanto riguarda gli interni, i designer Audi hanno fatto largo uso di pelle ed alluminio, per creare un ambiente sportivo, raffinato e, seguendo la moda del momento, cromaticamente in contrasto. Quattro i sedili, ovviamente sportivi, rivestiti in morbida pelle e divisi nettamente dal tunnel della trasmissione. Notevole, infine, la cura per il design del cruscotto e della strumentazione, dove è chiara l’estrema ricerca di linee pulite e finiture raffinate.

ARTICOLI CORRELATI
Nuova gamma SUV
Citroen C3

Citroën C3

da 99€ mese

Peugeot 208

Peugeot 208

da 100€ mese

Citroen C3 Aircross

Citroën C3 Aircross

da 139€ mese

Peugeot 2008

Peugeot 2008

da 149€ mese

Citroen C4 cactus

Citroën C4 Cactus

da 149€ mese

Peugeot 308

Peugeot 308

da 168€ mese

Citroen C5 Aircross

Citroën C5 Aircross

da 239€ mese

Peugeot 3008

Peugeot 3008

da 249€ mese

Ford Ecosport

Ford Ecosport

da 255€ mese

Peugeot 508

Peugeot 508

da 349€ mese

Ford Kuga

Ford Kuga

da 355€ mese

Ford Edge

Ford Edge

da 410€ mese

info ADV
RUOTE IN RETE