BMW 760i e 760Li

L’esclusività viaggia a 12 cilindri. Due nuove varianti per l’elegante serie 7, disponibile anche in versione a passo allungato.

BMW 760i e 760Li. A più di un anno dal lancio, la BMW Serie 7 fa ancora parlare di sé per via delle sue linee azzardate ed innovative, che sicuramente non passano inosservate.
Dopo averci fatto saggiare la linearità, la potenza ed i ridottissimi consumi dei superdiesel delle 730D e 740D, BMW aggiunge un’ulteriore tocco di prestigio alla sua berlina di lusso. Un nuovo propulsore dodici cilindri, 6.0 litri a benzina, capace di ben 445 CV sarà il cuore delle nuove 760i e 760Li, che vanno a posizionarsi al top di gamma sia per quanto riguarda i propulsori sia per gli allestimenti. In particolare, la 760Li si differenzia per il passo allungato di 14 centimetri e per l’arredamento più prestigioso nella zona posteriore dell’abitacolo.
Giunto alla terza generazione, il propulsore bavarese è il 12 cilindri più prodotto al mondo, con più di 96000 unità vendute in 14 anni. Non solo primati numerici ma anche tecnologici, come l’iniezione diretta di benzina, prima mondiale assoluta per un motore di questo frazionamento. Il “dodici” BMW, oltre alla già citata iniezione diretta, vanta quattro valvole per cilindro e la distribuzione progressiva VALVETRONIC. I 445 CV disponibili a 6000 giri/min, sono coadiuvati nella loro spinta da una coppia massima di 600Nm, disponibile a 3.950 giri/min, ben distribuita nell’arco che va dai 1.500 e 6.000 giri/min. Il cambio è il “classico” automatico, a sei rapporti, già montato sulle altre varianti di motorizzazione della Serie 7.
Secondo i criteri Ue, il consumo di carburante si attesta a 13,4 litri per 100 chilometri, un dato decisamente buono, considerando prestazioni e cilindrata di questo propulsore. Hanno dell’incredibile, vista la massa e l’eleganza della vettura, i 5,5 secondi per scattare da 0 a 100 km/h ed i 17 secondi per arrivare a 200km/h. La velocità massima è autolimitata a 250 km/h.

ARTICOLI CORRELATI