BMW M3 CSL

Da concept a “limited edition” per i cultori dell’adrenalina pura: 350 CV e peso ridotto del 10% rispetto alla M3 “standard” tanto da vantare 3,5 kg per CV!

BMW M3 CSL. Della M3 CSL ne abbiamo già parlato lo scorso settembre ed ora BMW Italia ci conferma che quanto anticipato corrisponde al vero, salvo piccole integrazioni e migliorie sull’estetica e la meccanica.
BMW ha quindi voluto colpire al cuore i tuner più aggressivi ottimizzando ulteriormente la già perfetta M3. Presentata al Salone di Francoforte la M3 CSL è ora una grintosa realtà.
Una “belva” che, rispetto alla M3 “standard” vanta una riduzione del peso di circa 200 chilogrammi che porta il rapporto peso/potenza sotto di 3,5 kg per CV. Questa dieta è stata voluta per coprire il percorso del circuito Nordschleife del Nürburgring in meno di otto minuti e soprattutto far rabbrividire la concorrenza.
Per alleggerire la vettura si è ricorsi all’esperienza ed alla tecnologia della Formula 1 attraverso l’uso di vetroresina al carbonio (CFK) e fibre sempre di carbonio (CFRP). Opportunamente migliorato e limato, il cuore è salito a ben 350 CV che vengono gestiti dal cambio sequenziale M con Drivelogic (SMG), che assicura cambiate velocissime senza interruzione del tiro. Questo gruppo cambio a gestione elettroidraulica della frizione comandata da microprocessore si aziona attraverso due levette ai lati del al volante.
Non esiste luogo migliore della Nordschleife del Nürburgring, il circuito più stressante del mondo, per testare rapidamente e con la massima accuratezza tutti i criteri della dinamica. Con un tempo assai inferiore agli otto minuti sul giro, la M3 CSL precede di quasi 30 secondi la consorella di serie. In molti particolari la M3 CSL Concept Car esibisce a prima vista il concetto di costruzione leggera. Infatti i flap dello spoiler anteriore, i retrovisori esterni e il padiglione sono chiaramente in CFK o CFRP.
La vetroresina al carbonio verniciata è il materiale usato anche per il fascione-spoiler e le portiere, il cofano baule aerodinamicamente ottimizzato con labbro rialzato e lo scivolo sotto il pianale nella parte posteriore. Un pannello di lamiera a sandwich chiuso sostituisce quello aperto (per il carico passante) tra il baule e l’abitacolo.
I sedili a guscio per il pilota e il passeggero nonché i pannelli porta, la consolle centrale e la plancia sono pure realizzati in CFK. Non deve però essere necessariamente carbonio. La scocca è stampata in acciaio ad alta e altissima resistenza, il lunotto è in vetro sottile, la lamiera del pianale è del tipo a sandwich. Il piano di carico del bagagliaio è formato da un elemento a nido d’ape in costruzione sandwich, altrimenti appannaggio dell’aeronautica, mentre la traversa del cruscotto è costruita in magnesio.
Perfino la base della moquette è realizzata con uno schiumato alleggerito. La M3 CSL si appoggia su cerchi di 19 pollici equipaggiati di un impianto freni che assicura decelerazioni da F1. Una costruzione leggera non è necessariamente sinonimo di finiture spartane.
A prescindere dagli airbag laterali, dalla trousse con i ferri di bordo e dal sedile posteriore, il pilota e il copilota non devono rinunciare a nulla. La M3 CSL verrà prodotta in serie limitata per i propri clienti sportivi.

3 Foto

- Autore Article URL: https://www.infomotori.com/auto/bmw-m3-csl_1454/

Vuoi tenerti aggiornato su BMW Serie 3?


Ti stai iscrivendo alla Newsletter di:

OK Ho letto ed accetto l'informativa sulla Privacy ai sensi del D.Lgs. 196/2003


Annunci Privati
Vuoi vendere la tua Auto?

Inserisci il tuo annuncio

Gratis