Chevrolet SS

Dopo "M", "S" ed "R" un’altra sigla estremamente sportiva Made in USA.

Chevrolet SS. Un gradito ritorno, per il marchio Chevrolet, quello della sigla SS che ha contraddistinto negli anni ’60 e ’70 i modelli più sportivi della Casa. Un modo di costruire automobili sportive puramente americano, con motori di elevatissima cilindrata, design muscolosi e particolari appariscenti.
Oggi anche il concetto di SS si è evoluto: “Negli anni sessanta – parla Kurt Ritter, direttore generale della Chevrolet – SS è stato il sinonimo di potenza brutale mentre oggi cerchiamo di riproporre sotto questa effige vetture sportive ma allo stesso tempo versatili, che possano essere quindi apprezzate da un pubblico di tutte le età. Le esclusive versioni SS saranno comunque disponibili per molti modelli della gamma Chevy”.
Al Salone Internazionale di Detroit, Chevrolet ha già svelato parte della futura gamma SS con le nuove Silverado SS, Trailblazer SS e Tahoe ss ed una Concept quattro porte, caratterizzata da linee avveniristiche e decisamente aggressive.
Modelli che si distinguono per la raffinatezza delle soluzioni tecniche, per quanto riguarda sospensioni, freni ma soprattutto propulsori che, come nel caso dei 345CV del propulsore V8 da 6 litri montato sulla Trailblazer SS, si dimostrano potenti e generosi proprio come da tradizione. Non poteva certamente mancare un occhio di riguardo anche per gli interni, ovviamente sportivi senza comunque dimenticare rifiniture lussuose o accessori supertecnologici.
Rinasce quindi una forte tradizione, che ha saputo aggiornarsi nei contenuti, senza dimenticare il DNA frutto di modelli che hanno fatto la storia delle auto sportive d’oltreoceano come la Impala SS, la Chevelle SS, la Malibu SS o la famosissima Camaro SS.

ARTICOLI CORRELATI