Chrysler Voyager M.Y. ‘04

“Bastonata” da Phedra ed Espace, cerca il rilancio…

Chrysler Voyager M.Y. ‘04. Anche i miti, ogni tanto, si rinnovano e così dai piani alti della Chrysler viene dato “l’OK” per un piccolo restyling della maxi-monovolume Voyager, che non solo beneficerà di un piccolo face-lift, ma potrà anche puntare sulla nuova motorizzazione turbodiesel da 2.8 litri dotata di cambio automatico. L’obbiettivo, è chiaramente quello di riconquistare quella fetta di pubblico inesorabilmente persa nei confronti di una concorrenza estremamente agguerrita. All’interno della categoria monovolume premium, infatti, Lancia Phedra e Renault Espace dominano incontrastate, e se aggiungiamo il successo di Kia Carnival e Fiat Ulysse, si scopre come questo restyling non sia solo necessario ma anche estremamente urgente per porre rimedio ad una situazione disperata.
Nuovo look e dotazioni Il frontale di Voyager presenta un aspetto leggermente rinnovato. I quattro fari ed il nuovo disegno della mascherina, ora più imponente, conferiscono a Voyager una nuova immagine, che riprende e rielabora gli stilemi proposti dalle ultima nate in Casa Chrysler.
Lateralmente, le modanature ed i cerchi di nuovo disegno aggiungono un pizzico di eleganza e contribuiscono, assieme ad altre piccoli aggiornamenti di dettaglio, a rendere più moderna l’immagine di questa monovolume.
Scarsa sicurezza passiva: 2 stelle contro le 5 di Phedra ed Espace…! Non solo design, comunque, ma anche più sicurezza: gli ultimi test Euro Ncap non l’hanno certamente vista uscire a testa alta, e così airbag a tendina lungo le tre file di sedili, airbag a tendina posti lungo tutta la fiancata, dal primo al quarto montante del tetto, hanno il compito di proteggere maggiormente gli occupanti e, perché no, assicurare qualcosa di più di due stelle su cinque…anche perché le rivali Phedra ed Espace fanno viaggiare i propri ospiti a cinque stelle!
Le nuove dotazioni comprendono anche l’utilissimo dispositivo di assistenza nelle manovre in retromarcia ed un modulo interno con guide lungo il soffitto che permette di inserire fino a 6 scomparti porta-oggetti staccabili.
2.8 litri turbodiesel e cambio automatico In tema di motorizzazioni, la novità principale riguarda l’introduzione del nuovo propulsore 2.8 turbodiesel abbinato ad un cambio automatico, di tipo “tradizionale”, a quattro velocità.
Il 2.8 CRD adotta il propulsore PowerTech 16 valvole DOHC, l-4 da 2.766cc è in grado di sviluppare una potenza di 150 CV a 3.800 ed una coppia massima di ben 36,7 kgm (360 Nm) a 2.100 giri al minuto. Numeri interessanti, che consentono a Chrysler Voyager 2.8 CRD Automatic di raggiungere i 180 km/h assicurando consumi di gasolio pari a 8,4 l/100km nel ciclo misto e 6,6 l/100 km nell’uso extraurbano: ciò si traduce in un autonomia teorica superiore a 1.100 km.
La fluidità di marcia e comfort nell’uso cittadino sono garantiti dal cambio automatico a quattro velocità, con overdrive. La trasmissione automatica è inoltre dotata di modalità kick-down e consente al conducente di controllare il passaggio alla marcia successiva semplicemente dosando la pressione su pedale dell’acceleratore.
Gamma 2004 La gamma Chrysler Voyager 2004 comprende la versione passo corto negli allestimenti SE (a cinque o 7 posti) LX ed LX Leather, la versione Grand Voyager passo lungo nei due allestimenti LX e Limited ed il Grand Voyager a trazione integrale nell’allestimento Limited.
Il comando elettrico per l’apertura delle portiere laterali è di serie sulle versioni LX Leather e Limited, ed il portellone posteriore ad apertura elettrica è di serie sulle versioni Limited. Il navigatore satellitare con lettore DVD a richiesta è integrato nella consolle centrale insieme alla radio AM/FM con lettore CD e dotato di monitor a colori da 4,9 pollici (inoltre disponibile a richiesta il Car Navi System cartografico Alpine con monitor da 6.5 pollici).
Chrysler Voyager my ’04 è disponibile con quattro differenti motorizzazioni. Il 3.300-V6 a benzina da 174 CV (128 kW) ha una coppia massima di 28,3 kgm (278 Nm) ed è abbinato ad una trasmissione automatica. Il 2.400 benzina 4 cilindri in linea sviluppa 147 CV (108 kW), ha una coppia di 22,2 kgm (218 Nm) ed è disponibile con cambio manuale od automatico. Il 2.5 turbodiesel common-rail con cambio manuale a cinque marce eroga 143 CV (105 kW) di potenza ed una coppia di 34,6 kgm (340 Nm). Il nuovo 2.8 CRD da 150 CV (110 kW) di potenza, ha una coppia massima di 36,7 kgm (360 Nm) ed è abbinato alla trasmissione automatica a quattro rapporti.
Quanto costa la nuova Voyager? I primi esemplari del nuovo Voyager, sono nelle concessionarie dal 14 Aprile ad un prezzo base di 29.730 euro.

ARTICOLI CORRELATI