Citroen Berlingo 1.6: Test Drive

7 giorni su 7 per il tempo libero! Simpatica, funzionale ed affidabile.

Citroen Berlingo 1.6: Test Drive. Una vettura studiata, fin nel minimo dettaglio, per il tempo libero. Questa è in sintesi la Citroen Berlingo, che conquista non solo per l’abbondanza di spazio dedicata a persone ed oggetti ma anche per la funzionalità dell’abitacolo, in grado di adattarsi in pochi secondi ad ogni esigenza.
Facile e divertente La posizione di guida, è piuttosto elevata rispetto alla media e le generose dimensioni del parabrezza oltre che il sostanzioso volume d’aria che separa la testa dalla cappelliera, rendono la guida della Berlingo facile come quella di una scattante utilitaria, nonostante le dimensioni generali piuttosto abbondanti.
Versatilità ai massimi livelli quindi, che non penalizza però le caratteristiche di guida della “ludospace” francese.
Non siamo certo al cospetto di una supersportiva, ma il comportamento della Berlingo si è dimostrato neutro e sincero tanto nella guida in città quanto tra i tornanti di una strada di montagna sicura di un impianto frenante forte e modulabile oltre che di un sistema di sospensioni davvero efficace, che annulla gli effetti negativi di un baricentro piuttosto elevato.
Non è difficile ritagliarsi un posto guida su misura, anche se il posizionamento del volante, piuttosto inclinato richiede un po’ di spirito di adattamento quando c’è da “lavorare” di sterzo, che comunque si è rivelato abbastanza preciso anche se un po’ troppo pesante nelle manovre da fermo, nonostante la presenza del servosterzo.
Ottima la fruibilità dei comandi, semplici da utilizzare ed efficaci nel funzionamento, come ad esempio l’aria condizionata, “morbida” ma allo stesso tempo potente, o il joystick con il quale è possibile comandare l’impianto stereo, dotato di CD e sei altoparlanti che sfruttano in modo davvero efficace la notevole volumetria interna.
Il motore 1.6i di cui è dotata la Berlingo protagonista della nostra prova, ha rivelato di essere una motorizzazione ideale per questo genere di vettura, assicurando accelerazioni corpose ma anche grande elasticità, riprendendo con vigore anche dai regimi più bassi. I consumi non sono certo quelli di un moderno turbodiesel, ma è anche vero che non è difficile ottenere medie vicine ai 12km/litro, un valore interessante soprattutto se è vostra intenzione quella di montare l’impianto a gas, disponibile tra i numerosi optional in listino.
Design sbarazzino Il recente restyling ha letteralmente trasformato la “ludospace” francese che, originariamente, non tradiva troppo le sue origini di veicolo commerciale. Oggi la Berlingo trova in un simpatico design del frontale quello spirito personale e sbarazzino che forse prima aveva solo nell’anima, mantenendo invariate le classiche caratteristiche di versatilità, confort e spaziosità rivolte alla famiglia e al tempo libero, che l’hanno sempre contraddistinta.
Oltre al rinnovato frontale, completamente ridisegnato, i designer Citroen hanno rivoluzionato anche il cofano, dotandolo di due generose nervature che ben si raccordano con il nuovo fascione paraurti, di dimensioni più generose.
Tutto nuovo quindi, almeno nella zona anteriore, alla ricerca di un maggiore bilanciamento stilistico con il volume posteriore che, per forza di cose, è piuttosto massiccio.

ARTICOLI CORRELATI