citroen – c crosser

Questo prototipo a trazione integrale con quattro ruote sterzanti si presenta come immagine estrema di una futura utility car sportiva della Citroen.

Citroen C-Crosser. Non è sicuramente passato inosservato il debutto mondiale al Salone di Francoforte della Citroen C-Crosser. Questo prototipo a trazione integrale con quattro ruote sterzanti si presenta come immagine estrema di una futura utility car sportiva della Citroen. Con spunti di design provenienti dal prototipo C-Pluriel, il versatilissimo C-Crosser è capace di metamorfosi che lo trasformano da spaziosa 6-posti a semi-fuoristrada, per poi divenire un pick-up in grado di far viaggiare in piena comodità tre adulti e trasportare nello stesso tempo le attrezzature più ingombranti. Al tocco di un pulsante il tetto in vetro e il portellone posteriore di C-Crosser scivolano via lisci sotto la base posteriore, mentre i sedili dietro possono abbassarsi creando un’area di carico perfettamente piatta.
C-Crosser è più larga della maggior parte dei veicoli tradizionali, appena più lunga della Citroen Xsara 3-porte e offre notevoli livelli di spazio. Ciò è permesso dall’assenza di pedaliere e dall’altezza dei sedili, che offrono maggior spazio per l’estensione delle gambe sia davanti sia dietro. Grazie al grande parabrezza che si estende fin sopra le teste dei passeggeri dei sedili anteriori, la spaziosa cabina offre una sensazione di ariosità e luminosità.
Con l’apporto della tecnologia drive-by-wire, la C-Crosser fa a meno del piantone sterzo e delle pedaliere, permettendo al guidatore di sedere in uno qualsiasi dei sedili anteriori, mentre l’unità movibile di controllo sterzo opera anche su freni ed acceleratore. La mancanza di pedali, non solo riduce il rischio di lesioni a piedi e gambe in caso di incidente, ma il fatto di poter spostare facilmente la posizione al volante da sinistra a destra rende più facili i viaggi in paesi dove si guida dalla porte opposta della strada.
L’esclusiva sospensione Idroattiva 3 di Citroen con altezza di corsa variabile, dà il meglio di sé su i percorsi accidentati, premettendo di aumentare automaticamente l’altezza da terra di 60 mm e dando alla sospensione un lasco di percorso di ben 150 mm. L’accesso al retro è facilitato, oltre che dall’altezza variabile controllabile con singolo pulsante, che può far abbassare il veicolo di ben 100 mm, anche dalle due porte scorrevoli laterali.
Equipaggiato con l’ultima versione del 2.0 a benzina a iniezione diretta HPi, con ESP e freni ABS, il Citroen C-Crosser si comporta bene sia su strada che fuoristrada. Inoltre il sistema idraulico di sterzo a 4 ruote con sensori di velocità è sottoposto ad un controllo elettronico che, con un lasco di giro di appena 2/3 da sterzo a sterzo, aiuta a fare sterzate precisissime ad alte velocità e rende più semplici le manovre difficoltose come i parcheggi stretti.

ARTICOLI CORRELATI