citroen – c5

Citroen C5 è un nuovo esempio del rinnovo di Citroën, sviluppato da Xsara Picasso, dai concept car C3, C6 e da Pluriel. Nella continuità di questa strategia, C5 innova in materia di architettura, stile, abitabilità e contenuto tecnologico.

Prestazioni, piacere, sobrietà e salvaguardia ambientale con le nuove tecnologie motoristiche Al lancio, la gamma C5 è dotata di tre nuovi motori, il 2.0 HPi 103 kW (143 CV), il 3.0i V6 152 kW (210 CV) e il 2.2 HDi 98 kW (136 CV) dotato di filtro per particolato (FAP). A questi tre motori si aggiungono i due già esistenti dalle qualità unanimemente riconosciute, il 2.0i 16V 100 kW (138 CV) e il 2.0 HDi 80 kW (110 CV). Il cambio automatico autoadattativo a comando sequenziale può essere montato sui motori 3.0i V6, 2.0i 16V, 2.0 HDi e 2.2 HDi. Questi motori, dalle prestazioni elevate in termini di potenza e di coppia presentano anche altre qualità, in particolare l’economia, la robustezza e la salvaguardia ambientale. Quest’ultima riveste per Citroën un’importanza particolare ed è oggetto di una procedura volontaria e determinata. Coerentemente con l’impegno affermato dal gruppo PSA Peugeot Citroën a favore dell’ambiente, queste nuove motorizzazioni sono state studiate dall’inizio del progetto, per soddisfare le norme più rigide e, ben oltre queste norme, per segnare, nel campo delle emissioni, dei progressi veramente significativi. Così Citroën C5 3.0i V6 rispetta la norma Euro 4 che entrerà in vigore nel 2005. Inoltre, il motore 2.2 HDi con il filtro per particolato presenta un progresso determinante nella riduzione di alcune emissioni, al di là delle normative in vigore e future.
Controllo dei consumi e maggiore rendimento con il nuovo motore 2.0 HPi benzina a iniezione diretta Questa nuova motorizzazione si inserisce perfettamente nella gamma C5, sposando l’alta tecnologia alle aspettative dei clienti. I consumi diminuiscono di quasi il 10% (rispetto al motore 2.0 a iniezione indiretta) e limitano il budget d’utilizzo del veicolo. La coppia e la potenza aumentano, a cilindrata costante, per migliorare il piacere di guida e la serenità degli occupanti. La potenza massima aumenta a 103 kW ovvero 143 CV (invece di 138 CV) a 6.000 giri/min. e la coppia a 192 Nm a 4.000 giri/min (invece di 190 Nm a 4.100 giri/min). Le emissioni allo scarico sono controllate per migliorare il bilancio ambientale grazie alla diminuzione delle emissioni di CO2 proporzionale al guadagno ottenuto in termini di consumi, ma anche di tutte le emissioni inquinanti (CO, HC, e NOx). Per raggiungere questi obiettivi, il nostro centro studi ha fatto volontariamente la scelta di una camera di combustione che funziona a carico stratificato con miscela impoverita e di un nuovo sistema antinquinamento a stoccaggio-eliminazione dei NOx (ossidi di azoto).
Sobrietà, prestazioni e piacere eccezionali con il nuovo motore 2.2 HDi Con questo nuovo gruppo, la famiglia dei motori HDi, riconosciuti dal lancio come un riferimento in materia di sobrietà e di piacere di guida, si spinge verso l’alto. Con una cilindrata più importante e un’architettura estremamente moderna (2 alberi a camme in testa, 4 valvole per cilindro), il motore 2.2 HDi offre una potenza e una coppia di alto livello: 98 kW (136 CV) e 317 Nm. Questi valori attribuiscono a C5 2.2 HDi delle prestazioni e un piacere di guida eccezionali, mantenendo allo stesso tempo la sobrietà caratteristica dei motori HDi. Questo nuovo motore non è solo flessibile ed efficiente: rappresenta anche un progresso fondamentale nella protezione ambientale. In effetti, è dotato di una tecnologia unica: il filtro per particolato (FAP). Efficacia e piacere del nuovo motore 3.0i V6 Questo nuovo motore è un’evoluzione profonda del V6 3 litri le cui qualità erano state sperimentate su Xantia e Xm. Anche se presentava già le caratteristiche di piacere, di robustezza e di economia di un vero motore di alta gamma, è stato oggetto di un lavoro approfondito che ha permesso di accrescerne ulteriormente il rendimento. Questo nuovo motore raggiunge attualmente valori di potenza e di coppia ancora più elevati: 152 kW (210 CV) e 285 Nm. Tali valori si accompagnano a consumi in diminuzione. Infine, in materia ambientale, il nuovo V6 soddisfa le norme europee più recenti (Euro 4). 2.0i 16V e 2.0 HDi, due motori dalle qualità unanimemente riconosciute Di 100 kW di potenza (138 CV) a 6.000 giri/min., con una coppia di 190 Nm a 4.100 giri/min., il motore 2.0i 16V è caratterizzato da una potenza e una coppia elevate ai regimi intermedi. Il motore 2.0 HDi sviluppa 80 kW (110 CV) a 4.000 giri/min. e offre una coppia di 250 Nm a 1.750 giri/min. La coppia importante, disponibile dai regimi più bassi, rappresenta una caratteristica essenziale di questo motore. La qualità della combustione e la gestione dei consumi favoriscono la riduzione drastica delle emissioni inquinanti, tipiche di questo tipo di motorizzazione.
Innovazioni per la sicurezza ed il piacere di guida Citroën C5 si differenzia dalla concorrenza per le numerose innovazioni al servizio del cliente.
Idrattiva 3 per una tenuta di strada inedita La sospensione Idrattiva 3 definisce dei nuovi standard in termini di tenuta di strada e di comfort. Offre una prestazione inedita: la variazione automatica dell’altezza del veicolo in funzione della velocità che permette di ottenere una maggiore stabilità grazie all’abbassamento del centro di gravità (15 mm anteriormente e 11 mm posteriormente) e una riduzione dei consumi. Quando la carreggiata stradale è fortemente sconnessa, l’altezza del veicolo può aumentare di 13 mm. Inoltre, sui motori 3.0i V6, 2.0i 16V, 2.0 HPi e 2.2 HDi, essa propone al guidatore due modalità, comfort o dinamica, che gestisce in modo intelligente facendo variare automaticamente e simultaneamente la flessibilità e l’ammortizzamento. Grazie alla nuova progettazione, Idrattiva 3 non richiede manutenzione prima di 5 anni o 200.000 km.
Innovazioni determinanti nella tecnologia dei motori D’altra parte, alcune innovazioni determinanti nella tecnologia motoristica permettono di ottenere allo stesso tempo prestazioni, piacere di guida, economia e protezione ambientale. Citroën C5 propone, in effetti, una nuova generazione di motori benzina o turbo diesel con, in particolare, l’arrivo in forze dell’iniezione diretta. Sul motore 2.2 HDi, i vantaggi del motore diesel a iniezione diretta in materia di protezione ambientale sono ulteriormente rafforzati dalla presenza del Filtro per Particolato (FAP) che permette di ridurre le emissioni di particelle di più del 95%.
Una vettura intelligente come compagna di strada Per maggiore comfort e sicurezza, Citroën ha progettato una vettura intelligente per accompagnarvi. Questo si traduce, oltre che nella sospensione Idrattiva 3, nel multiplexage e in tutte le innovazioni legate a una vettura comunicante. Il multiplexage ha permesso di sviluppare numerose funzioni per maggiori comfort e sicurezza: funzione “black panel”, tergicristalli automatici, computer di bordo multifunzioni, accensione automatica delle luci e delle luci di emergenza, assistenza elettronica al posteggio, dispositivo di segnalazione bassa pressione dei pneumatici. Per quanto riguarda la tecnologia a bordo, C5 presenta le evoluzioni più recenti quali il supporto alla navigazione e il sistema AutoPC che consente al conducente di disporre, in tutta sicurezza grazie alla sintesi e al riconoscimento vocale, di un vero supporto d’informazione e di comunicazione.
Una strategia globale per la sicurezza La ricerca di una sicurezza ottimale, sia attiva che passiva, resta una costante del marchio Citroën. Con la sospensione Idrattiva 3 e i numerosi equipaggiamenti di sicurezza (ABS, assistenza alla frenata in caso di emergenza, antipattinamento ASR, 6 airbag dei quali due a tendina…), C5 presenta un livello di sicurezza che ne fa un nuovo punto di riferimento nel segmento.
Una nuova piattaforma Citroën C5 inaugura la nuova piattaforma del gruppo dedicata ai modelli dei segmenti M2 e H e sulla quale sarà sviluppata la futura alta gamma Citroën, preannunciata da C6. Lo sviluppo di C5 ha richiesto meno di 3 anni e un investimento totale di 7 miliardi di franchi (1,07 miliardi di Euro), dei quali 3,3 miliardi sono rappresentati da costi di sviluppo (503 milioni di Euro). La capacità di produzione installata sul sito di produzione di Rennes-la-Janais, a pieno regime, è di 920 veicoli/giorno, dei quali quasi un terzo per la Francia.

Citroën C5 è un nuovo esempio del rinnovo di Citroën, sviluppato da Xsara Picasso, dai concept car C3, C6 e da Pluriel. Nella continuità di questa strategia, C5 innova in materia di architettura, stile, abitabilità e contenuto tecnologico. Lo stile che suggerisce potenza, dinamismo e solidità è il risultato dei lavori del Centro Stile Citroën. Per la scelta delle proporzioni, in particolare per l’altezza inedita, tratto più evidente di questa nuova architettura, C5 si allontana dalle convenzioni delle berline classiche e sottolinea un’evoluzione importante nello standard della berlina.
Un’architettura inedita per nuove dimensioni all’interno dell’abitacolo
Le aspettative dei consumatori, dall’inizio degli anni Novanta, si sono notevolmente evolute, con maggiori esigenze in termini di spazio interno, di prestazioni, di comfort e di sicurezza. Così le dimensioni esterne di Citroën C5 la pongono nella gamma alta del suo segmento al ai confini con quello di alta gamma. La lunghezza e la larghezza (rispettivamente 4,62 m e 1,77 m) sono superiori a quelle di Xantia e vicine a quelle di Xm, mentre l’altezza (1,48 m contro 1,40 m e 1,39 per Xantia e Xm) ne sottolinea la vera originalità. Queste dimensioni, insieme al pianale piatto, hanno permesso di progettare un veicolo dotato di un’abitabilità eccezionale, sconosciuta nel segmento, con numerosi vani e un ampio bagagliaio (456 dm3), accessibile tramite un portellone modellato in stile che crea l’apparenza di un veicolo a tre volumi. Lo stesso volume permette anche di avere una seduta semi-alta, con un eccellente comfort e una migliore visione della strada.
Uno stile sinonimo di potenza, dinamismo e solidità
La decisione di dotare C5 di dimensioni generose ha permesso di darle uno stile, elaborato dal Centro Citroën di Stile, che dichiara apertamente le sue qualità di autentica grande stradista. L’importante assetto rispetto al suolo di C5, il passo lungo, le carreggiate larghe sono sinonimo di dinamismo, potenza e solidità. Alcuni dettagli completano questa impressione generale e testimoniano la raffinatezza di C5, posizionandola nel registro di alta gamma: gruppi ottici anteriori e posteriori, cerchi e coppe stilizzati, design delle maniglie delle porte, delle protezioni laterali e del sottoscocca.
Il muso di C5 sfugge alle convenzioni delle berline classiche per la scelta delle proporzioni: tratto netto, modesta interruzione tra le linee del cofano e del parabrezza. Il design esprime la modernità, l’aerodinamica, la sportività. Il tutto sottolineato da gruppi ottici di grandi dimensioni, dalla forma e dalla superficie molto elaborate che mettono in risalto la calandra che dichiara apertamente la sua identità con il “double chevron” di grandi dimensioni. Questo insieme è completato dalla sagoma del cofano e dei parafanghi anteriori oltre che dai paraurti che trasmettono immediatamente un’idea di solidità.
Il posteriore di C5 sottolinea la sua appartenenza ad un universo di comfort, status e spazio, aggiungendovi la funzionalità necessaria ad una vera grande auto. In effetti, il bagagliaio ha l’aspetto di un cofano tradizionale, tipico di questa categoria di veicoli: la separazione tra lo spazio per la vita a bordo e quello dedicato ai bagagli è netta. Tuttavia, C5 mantiene tutti i vantaggi legati alla presenza di un portellone posteriore: ampia apertura e facilità di carico, qualità molto apprezzate dal pubblico, anche se questi non desidera obbligatoriamente che siano visibili.
Il profilo riassume i punti di forza della vettura, con un aspetto solido e al tempo stesso protettivo, aerodinamico e visibilmente spazioso. La linea, molto fluida, dà l’impressione di grande continuità, dal paraurti fino alla parte posteriore del tetto. Essa sottolinea il dinamismo e la buona penetrazione all’aria di C5, mentre l’altezza delle porte e la loro superficie vetrata richiamano lo spazio interno disponibile e la visibilità. Questa impressione è ulteriormente accresciuta dal terzo vetro laterale. La solidità e il livello di sicurezza elevato di C5 si riflettono nella forma delle lamiere e delle protezioni laterali.

4 Foto

- Autore Article URL: https://www.infomotori.com/auto/citroen-c5_262/

Vuoi tenerti aggiornato su Citroen C5?


Ti stai iscrivendo alla Newsletter di:

OK Ho letto ed accetto l'informativa sulla Privacy ai sensi del D.Lgs. 196/2003


Continua
Annunci Privati
Vuoi vendere la tua Auto?

Inserisci il tuo annuncio

Gratis