Cosa fare in caso di mancato pagamento dell’autostrada

Ecco come comportarsi in caso di mancato pagamento di pedaggio autostradale: come richiedere il bollettino, dove pagare, cosa fare nella corsia di pagamento e quanto si rischia in multe

Le vacanze estive non sono poi così lontane e a breve giungerà il momento in cui milioni di italiani si riverseranno sulle autostrade italiane. Un servizio, quello fornito dai vari tronchi autostradali che, ovviamente, ha un costo – da corrispondersi attraverso il pagamento di un pedaggio. Un pagamento proporzionale al numero di chilometri percorsi su un determinato tratto, che tutti noi paghiamo abbandonando il tratto autostradale percorso, al casello. Fatta questa apparentemente banale, quanto dovuta premessa, era proprio qui che volevamo arrivare: al casello.
Qui, in contanti, con Viacard o carta di credito paghiamo il suddetto pedaggio. Purtroppo, non è però detto che la transazione vada sempre a buon fine. Molteplici i motivi, dalla carta smagnetizzata alla mancanza di fondi sulla tessera di pagamento – passando dalla situazione, sul filo del melodrammatico – del viaggiare senza denaro contante al seguito. Quindi che fare?

Quello che è meglio non fare

Autostrade pagamento pedaggio

Forse sarebbe meglio iniziare col dire quello che “non è” da fare. Il mancato pagamento del pedaggio passa quasi sempre o quasi da almeno “un tentativo”, o al massimo un paio. Giunti al casello s’inserisce prima il biglietto che determina l’importo del pedaggio e poi l’amata ViaCard o carta di credito che sia – per sentir pronunciare dalla temuta voce registrata “carta non abilitata”. Ritenta, sarai più fortunato, aggiungiamo noi! Niente – dopo qualche impacciato tentativo entra in scena una voce “in carne e corde vocali” di un vero addetto al casello che invita a non scendere assolutamente dall’auto e – soprattutto – a non cercare un’avventata quanto pericolosa retromarcia.

Si resta in auto, le telecamere posizionate sopra ogni cancello di pedaggio immortalano la nostra targa e la sbarra come per magia si alza, lasciandoci uscire dall’autostrada – senza aver pagato e con in mano un piccolo tagliando di carta. C’è quindi da dire che il mancato pagamento del pedaggio autostradale non diverrà un gentile omaggio di Autostrade per l’Italia e che avremo vari modi per ottemperare ai nostri doveri di automobilista.

Cosa succede se non pagate

Telecamere autostrada

 

Non avendo pagato il pedaggio verrà come detto emesso il cosiddetto “rapporto di mancato pagamento”. Di fatto, si tratta di uno scontrino che testimonia il fatto di non aver pagato quanto dovuto. Tale biglietto è emesso sia dalle porte con pagamento automatizzato che da quelle con
operatore.

Sullo scontrino saranno riportati tutti i dati del veicolo, se è una moto o un auto, il numero di targa, giorno e orario del fallito pagamento e – ovviamente il valore del pedaggio non corrisposto. Dalla sua emissione avremo quindi 15 giorni di tempo per metterci in regola senza che il pedaggio venga gonfiato dagli oneri del ritardo accumulato – come scrive anche il Codice della Strada all’articolo 176/11 bis. Non solo, si rischierà anche il recupero del debito con ulteriori costi per il malcapitato automobilista. In caso di persistente ritardo tutti i nostri dati saranno infatti trasferiti alla Polizia Stradale che tratterà il caso al pari di una contravvenzione – per la violazione “dell’obbligo di pagamento del pedaggio autostradale”: multa da 85 a 338 Euro e 2 punti in meno sulla patente.

Come comportarsi per evitare multe?

Pagamento pedaggio autostradale

 

Cosa fare quindi per non incorrere in tutto questo? Vari i modi che avremo a disposizione per saldare il debito. Per il mancato pagamento dell’autostrada il metodo più semplice è probabilmente quello “online” – che si può effettuare almeno 24 ore dopo l’uscita dall’autostrada. Per farlo è sufficiente andare sul sito autostrade.it e seguire le istruzioni a video. Si paga con tutte le carte di credito senza spese di transazione.

Più capillare è poi il pagamento tramite gli sportelli SisalPay presenti in più di 40 mila punti vendita, compresi bar o tabaccherie. Qui, basta presentare in cassa lo scontrino emesso al casello. In questo caso il costo viene maggiorato di 2 Euro per la commissione destinata a SisalPay.
C’è poi la possibilità di effettuare il pagamento del mancato pedaggio in tutti i Punti Blu o tramite un classico bonifico bancario a favore di Autostrade per l’Italia.

Volendo è infine possibile richiedere informazioni per il pagamento mancato del pedaggio al numero di telefono 055.42.10.452 dal lunedì al venerdì tra le 9 e le 17. Risponderà la EssediEsse Spa – l’azienda appartenente al Gruppo Autostrade che si occupa delle attività di recupero crediti dei pedaggi autostradali. E’ anche possibile – per chi ancora ne facesse uso, inviare un fax allo 055.42.02.505.

- Autore Article URL: https://www.infomotori.com/auto/cosa-fare-in-caso-di-mancato-pagamento-dellautostrada_177851/

Annunci Privati
Vuoi vendere la tua Auto?

Inserisci il tuo annuncio

Gratis