Fiat Coupè

La sportiva di casa Fiat potrebbe risorgere più bella che mai per fronteggiare Audi TT, Mercedes SLK e BMW Z4 Coupè

Fiat Coupè ha appassionato molti amanti di Fiat e della vocazione sportiva del marchio torinese, espressa a pieno in alcuni modelli entrati nella storia, come ad esempio la 124 Rally.

In questo render esclusivo viene proposta un’ipotesi plausibile di come potrebbe risorgere la Coupè: il pianale è quello della nuova Bravo dalla quale verrebbero ereditati anche i motori, dopo una necessaria cura vitaminizzante. Per la sportiva di casa Fiat, un frontale del tutto inedito ispirato a linee filanti dalle quali sorge l’abitacolo, con evidenti natali sportivi ma certamente accogliente e capace di regalare un comfort da berlina. 4.400 mm di lunghezza, alta 1.340 mm e larga 1.850 mm sono misure che assicurano sportività abbinata al comfort ma anche sicurezza di guida e praticità nel traffico. Ruote da 19” ben dimensionate per adattarsi allo stile generale, profilo ribassato e cerchi con ampie spaziature che garantiscono un efficace giro d’aria per il raffreddamento di pinze e dischi ma soprattutto mettono in bella mostra l’impianto frenante. A dispetto delle apparenze, il bagagliaio rientra nelle dimensioni medie per la categoria di questa Coupè ma con il vantaggio del portellone e sedili reclinabili.

Un segmento, quello delle coupè sportive, che ad oggi lascia spazio alla creatività dei designer e dove la concorrenza non è agguerrita come per SUV o berline medie; Audi TT, Opel Tigra, Alfa GT, Honda Civic e Mazda RX8 avrebbero tutte bisogno di un efficace restyling per non essere surclassate da questa nuova Fiat Coupè.
Il vecchio modello della coupè torinese è stato in produzione dal 1994 al 2000 ed è nato dalla penna di Chris Bangle, il discusso designer ora passato a BMW. Al debutto venne proposta con motorizzazioni da 1800 a 2000, di cui venne realizzata anche la versione turbo; il 2 litri aspirato offriva 145 CV e quasi 200 il turbocompresso, capace di accelerare da 0 a 100 in meno di 7 secondi e di raggiungere i 230 km/h. Per questa risorta Fiat Coupè il propulsore ideale potrebbe essere l’annunciato 1.8 litri TST munito di tecnologia Multiair capace di sviluppare 230 CV, futuro fiore all’occhiello di Fiat Powertrain.

ARTICOLI CORRELATI