Fiat nuova Bravo vs Toyota Auris

Tedesche in ritirata?

Il primo, da 120 cavalli e 206 Nm di coppia a 1.750 giri, presenta una curva di erogazione più “turistica”, quindi meno esasperata ed adeguata alle esigenze di un pubblico eterogeneo. Gli sportivi potranno invece optare per l’esuberante 1.4 16V da 150 CV, dotato anch’esso di 206 Nm a 2.000 giri che possono però diventare 230 premendo il tasto “Sport”. In entrambi i casi si è lavorato molto sull’elasticità, riducendo le inerzie del turbo e di conseguenza il ritardo di risposta ai comandi sul gas.
Toyota Auris: è la nuova Corolla La nuova hatchback Toyota è lunga 4,22 metri, larga 1,76 metri ma soprattutto alta 1,515 metri. Puntiamo l’attenzione sull’altezza per un semplice motivo: è la più alta del segmento C, elemento quest’ultimo caratterizzante l’intero progetto Auris, costruito attorno alla posizione e alle esigenze di spazio, comfort e abitabilità del guidatore. L’altezza quindi costituisce un elemento essenziale in grado di conferire un’eccellente abitabilità ai passeggeri (concetto già utilizzato nella rivoluzionaria Yaris), senza precludere però una buona aerodinamica grazie ad appropriati accorgimenti tecnici. La sensazione immediata quando si sale a bordo è che questa vettura non sia particolarmente grande, ma che lo spazio sia stato studiato nei minimi dettagli.
La gamma al debutto si annuncia completa, con due motori a benzina e tre diesel. I due quattro cilindri in linea di 1.4 ed 1.6 litri Dual VVT-i erogano rispettivamente 97 e 124 cavalli. La gamma a gasolio, naturalmente, è quella su cui punta di più Toyota, non tanto per scelta aziendale, ma più che altro per il trend del mercato nel segmento che tuttora premia queste motorizzazioni. Il 1.4 litri D-4D da 90 CV si affianca ad un 2.0 D-4D da 126 CV (che secondo i calcoli Toyota dovrebbe essere il più venduto) e ad un corposo 2.2 D-CAT da 177 CV disponibili a 3.600 giri/min con una coppia massima di 400 Nm. Tutti i propulsori sono Euro IV con consumi piuttosto ridotti. Non ci dilunghiamo sul comparto sospensioni, peraltro ben tarato in un buon compromesso tra comfort e rigidità, passando direttamente ad uno dei punti forti di questa vettura, ovvero la sicurezza di serie: 5 stelle EuroNCAP (il quinto modello della gamma ad averle), grazie ai 9 airbag di serie (compreso quello sulle ginocchia del pilota), il sistema WIL di protezione contro il colpo di frusta, l’ABS con EBD e l’assistenza in frenata e il TRC o controllo di trazione.

ARTICOLI CORRELATI