Fiat Nuovo Ducato

Sicurezza Sul fronte della sicurezza attiva, il nuovo modello vanta quattro freni a disco sulle versioni più prestazionali e sulla gamma Maxi, abbinate a un freno di stazionamento a tamburo ricavato all’interno dei freni a disco stessi (“Drum in Hat”). Sono, inoltre, disponibili l’ABS a 4 sensori con correttore elettronico di frenata EBD e l’ASR […]

Stile e funzionalita’ Cominciamo dallo stile. Un mezzo da lavoro deve essere innanzitutto un ottimo contenitore per stivare e trasferire merci o trasportare persone. Solamente una volta soddisfatto questo requisito è possibile dare spazio alla fantasia e alla creatività. Per questa ragione, sul nuovo modello, estetica e funzionalità si integrano in un attento gioco di equilibrio. Ecco, allora, una linea esterna rinnovata che restituisce l'immagine di un Ducato ancora più forte, più solido, e perché no, più bello. Ed ecco un interno completamente ridisegnato per offrire spazio a tutto e a tutti e assicurare la massima abitabilità ed ergonomia e il massimo comfort. Estremamente funzionale, oltre che piacevole e armoniosa, la cabina di guida è dotata di una nuova plancia che esalta la sensazione di ampiezza dell'abitacolo. Tanti vani portaoggetti sono stati ricavati un po' ovunque: non solo sulla plancia stessa, ma anche nei pannelli delle porte della cabina, sotto i sedili e nel vano di carico. Un comodo scrittoio con fermacarte è integrato nella plancia e, quando si ribalta la parte centrale dello schienale della panchetta biposto, compare un pratico tavolino che è stato studiato anche per ospitare un computer portatile ed è completato da due portalattine e un pinzacarte. Nel vano di carico, da sempre ai vertici della categoria per le sue doti di grande portata e volumetria, sono stati introdotti notevoli cambiamenti, soprattutto per migliorare la manovrabilità delle ampie porte, sia in chiusura sia in apertura.
Comfort e guidabilità Il nuovo Fiat Ducato è comfort "a tutto campo", senza compromessi. Dal punto di vista dinamico, la già ottima guidabilità del modello è stata ulteriormente migliorata grazie all'adozione di accorgimenti per irrobustire ed affinare le sospensioni anteriori a ruote indipendenti di tipo McPherson e quelle posteriori ad assale rigido con molle a balestra. Oltre alla soluzione adottata per le versioni trasporto merci, capace di garantire un'ottima resa sia a pieno carico sia a vuoto, è stato migliorato il sistema di sospensioni dedicato al trasporto persone, montando speciali ammortizzatori a doppia taratura. Molto si è lavorato poi sul comfort acustico, con l'obiettivo di ridurre al massimo il rumore trasmesso dal motore e dalla strada e di limitare vibrazioni, fruscii e sibili aerodinamici. Per le versioni destinate al trasporto persone, in particolare, è stato realizzato un kit insonorizzante del vano passeggeri che prevede, tra l'altro, l'adozione di un locary fonoassorbente applicato sui passaruota posteriori per i Panorama. L'impianto di climatizzazione, oggi, è reso ancora più efficace dall'ottima distribuzione dell'aria in cabina. Per adattarsi ad ogni situazione ambientale e ad ogni esigenza, il nuovo modello può inoltre essere dotato di riscaldatori aggiuntivi (anche autonomi) e di impianto di climatizzazione singolo o doppio. I nuovi sedili, infine, ancora più comodi e con maggiori possibilità di regolazione, offrono una sistemazione confortevole a guidatori di qualsiasi taglia. Mentre il volante regolabile in altezza consente a chiunque di trovare la posizione di guida ideale.
Motori Il nuovo modello offre una gamma ampia e articolata di propulsori caratterizzati da eccellenti prestazioni, ottimi rendimenti, facilità di guida, versatilità di impiego, robustezza, affidabilità e rispetto per l'ambiente. Tra tutti spicca il nuovo Sofim 2.3 JTD 16v a iniezione diretta "Common Rail", che debutta proprio sul nuovo Fiat Ducato. Un motore che rappresenta il punto di arrivo di una filosofia progettuale d'avanguardia tesa a fornire il massimo delle prestazioni e dell'affidabilità, assicurando al contempo consumi contenuti e basse emissioni. Un propulsore, dunque, che risulta particolarmente adatto proprio ai veicoli commerciali, per fluidità di erogazione della coppia e della potenza. Alla gamma di motorizzazioni diesel, ora tutte JTD "Common Rail", si affiancano il propulsore a benzina, completato dalla centralina EOBD (European On Board Diagnostics) che segnala mediante una spia sul cruscotto le eventuali anomalie nel trattamento dei gas di scarico, e due motori a basso impatto ambientale. Al Bipower (a benzina e metano), infatti, si aggiunge ora il Gpower (a benzina e GPL). Le bombole, inoltre, sono sistemate trasversalmente sotto il pianale, liberando così il vano di carico, incrementando l'autonomia e soprattutto consentendo l'allargamento dell'offerta anche alle versioni per il trasporto persone.
Questa, in dettaglio, la gamma offerta sui mercati europei : 2.0 JTD "Common Rail" da 62 kW - 84 CV 2.3 JTD "Common Rail" da 81 kW - 110 CV 2.8 JTD "Common Rail" da 93,5 kW - 127 CV 2.0 benzina da 81 kW - 110 CV 2.0 Bipower (metano-benzina) da 71 kW - 97 CV 2.0 Gpower (gpl – benzina) da 81 kW - 110 CV

Nuovo Fiat Ducato. Infomotori esordisce nel mondo dei commerciali per rendere omaggio al nuovo Fiat Ducato presentato, in anteprima mondiale, in occasione dell'European Road Transport Show di Amsterdam. Un appuntamento decisamente importante per il costruttore nazionale che lancio’ la prima generazione di Ducato nel lontano 1981. Oggi ne circolano piu’ di un milione di esemplari, sparsi in tutto il mondo: dall'Europa dell'Est all'America Latina fino al Medio Oriente senza trascurare ovviamente l’Europa dove e’ regina incontrastata in molti Paesi. La concorrenza non dorme (come abbiamo potuto verificare di persona al RAI di Amsterdam), ma Fiat Auto ed Iveco hanno messo il turbo realizzando un veicolo davvero eccellente, tanto che definirlo commerciale ci pare riduttivo vantando tutta la migliore tecnologia oggi presente sulle piu’ moderne vetture. Non a caso la versione Panorama non sfigura di fronte a certi maxi monovolumi offrendo analogo comfort abbinato ad una capicita’ di trasporto e carico impressionanti. Che il progetto sia importante e’ testimoniato dal fatto che lo stesso Gruppo francese PSA ha partecipato alla sua realizzazione ricordando il patto fra Fiat Auto e Peugeot-Citroen sia nel campo dei monovolumi sia dei commerciali che nel 2002 portera’ frutti assai gustosi per molti marchi dei due colossi europei.
I punti di forza Tra i suoi punti di forza segnaliamo la linea esterna ristilizzata nel frontale, nei paraurti, nei gruppi ottici ed una cabina totalmente riprogettata in funzione della massima abitabilità e del comfort. Rispetto alla precedente generazione cambiano infatti plancia, sedili, volante, pannelli delle porte e strumentazione. Il nuovo Ducato vanta una gamma formata da sei motori, che include l'inedito Sofim 2.3 JTD 16v da 81 Kw (110 CV), altri due turbodiesel sempre a tecnologia "common rail" (2.0 JTD e 2.8 JTD), un 2.0 a benzina ed infine due propulsori a minimo impatto ambientale, caratterizzati dalla doppia alimentazione benzina-metano e benzina-GPL. Neppure la sicurezza è stata ovviamente trascurata: sia quella passiva (all'airbag del guidatore si aggiungono quello da 120 litri per il passeggero e gli airbag laterali) sia quella attiva, grazie ad una scocca irrigidita, ad un impianto frenante potenziato con dischi posteriori sulle versioni prestazionali e ad alcuni optional come l'ABS a quattro sensori, completo di correttore di frenata EBD e l'ASR che impedisce il pattinamento delle ruote in accelerazione ed in condizioni di scarsa aderenza. Il nuovo commerciale di Casa Fiat conferma le doti di versatilita' della gamma e di grande capacità di carico (sia per portata sia per volumetria), che ne hanno fin qui decretato il successo (più di un milione e 200 mila esemplari venduti). Un veicolo davvero innovativo sul versante tecnologico, dove registriamo la presenza del sensore di sorpasso a scansione ottica che facilita lo spostamento dalla destra alla sinistra della carreggiata in sicurezza; aiutano a manovrare in spazi ristretti la telecamera per la visibilita' posteriore ed il sensore di parcheggio, mentre il Cruise Control alleggerisce la fatica dei lunghi spostamenti autostradali. A tutto ciò si aggiunge infine CONNECT: il più avanzato strumento infotelematico integrato, che offre davvero un’infinità di funzioni e servizi.
Vediamo ora piu’ nel dettaglio il nuovo Fiat Ducato che ha notevolmente impressionato la stampa internazionale, confermandosi protagonista anche in presenza di concorrenti sempre piu’ agguerriti con proposte degne di essere recensite e segnalate.

Sicurezza Sul fronte della sicurezza attiva, il nuovo modello vanta quattro freni a disco sulle versioni più prestazionali e sulla gamma Maxi, abbinate a un freno di stazionamento a tamburo ricavato all’interno dei freni a disco stessi (“Drum in Hat”). Sono, inoltre, disponibili l’ABS a 4 sensori con correttore elettronico di frenata EBD e l’ASR (Anti Slip Regulator) che, limitando lo slittamento delle ruote in accelerazione, consente di risolvere situazioni critiche di motricità anche nelle condizioni di utilizzo più severe. Per quanto riguarda, invece, la sicurezza passiva, oltre all’airbag del guidatore, dispone di airbag a doppio stadio da 120 litri (disattivabile) per il passeggero e degli airbag laterali, integrati nei sedili singoli. Gli airbag sono sempre abbinati a cinture di sicurezza con pretensionatori. Per tutti i sedili sono di serie ampi appoggiatesta e, secondo le configurazioni, cinture di sicurezza a due o a tre punti e regolabili in altezza, complete di arrotolatori. Le versioni Panorama, in particolare, hanno oggi cinture a tre punti ed ampi appoggiatesta imbottiti per tutti i posti a sedere.
Flessibilità e versatilita’ Le richieste dei clienti si diversificano sempre più e nascono nuove aspettative nei confronti del veicolo commerciale. A tante domande altrettante risposte. Quelle di Fiat Ducato sono centinaia, come le versioni che il nuovo modello propone. Nascono dall’incrocio di un’offerta tra le più vaste e articolate del segmento, fatta di tre classi di portata, quattro passi, tre altezze totali, sei motori e quattro destinazioni d’uso: veicoli per il trasporto merci, per il trasporto persone, per uso promiscuo e basi per le trasformazioni dei carrozzieri. Un ventaglio di offerte che permette al nuovo modello di soddisfare le più varie e complesse esigenze del trasporto leggero urbano e interurbano. Un’ampia offerta di optional (sono circa 130) garantisce, poi, risposte qualificate e specializzate per le esigenze più diverse. Mentre la Lineaccessori assicura l’opportunità di scegliere fra tante soluzioni studiate su misura per il lavoro e capaci di aumentare ancora funzionalità e comfort del modello. Senza contare le numerose basi per trasformazione, che esaltano il concetto di flessibilità, garantendo risposte puntuali e personalizzate ad ogni esigenza professionale o del tempo libero. Numerosi carrozzieri,infatti, hanno scelto Fiat Ducato come base di riferimento per le loro trasformazioni.
Qualità ed affidabilità Il nuovo Fiat Ducato è sinonimo di qualità e affidabilità. Infatti i brillanti risultati conseguiti con l’attività di “miglioramento continuo” svolta sulla serie precedente sono stati solo la base di partenza per raggiungere standard ancora più alti. Per esempio attraverso scelte progettuali rigorose, molte delle quali “non visibili”: si pensi alla completa riprogettazione dell’impianto elettrico, ai nuovi gruppi sospensioni, agli interventi strutturali sull’autotelaio per migliorare l’impedenza acustica e la resistenza alla fatica del veicolo. E poi ancora facendo sempre maggior ricorso a fornitori sistemisti di derivazione camionistica che sono andati ad aggiungersi all’ormai collaudata collaborazione con l’importante produttore di diesel pesanti Sofim. Per quanto riguarda l’affidabilità il veicolo ha raggiunto traguardi di assoluto rilievo. Basti dire che lo standard di durata dei motori è di tipo camionistico. Le specifiche di progetto sono tra le più rigorose. E che la stessa esperienza World-wide maturata dal modello negli anni precedenti ha permesso di fare del nuovo Fiat Ducato un veicolo davvero pronto per qualunque missione, anche le più impegnative e nelle condizioni climatiche più severe. Anche per il nuovo Ducato, ovviamente, il cliente beneficia della garanzia Fiat prolungata a due anni.
Un prodotto quindi che onora al meglio l’eredita’ raccolta’ dal precedente Ducato e da cui Fiat Auto si attende molto, potendo altresi’ vantare su un favorevole rapporto qualita’ – prezzo.

8 Foto

- Autore Article URL: https://www.infomotori.com/auto/fiat-nuovo-ducato_964/

Vuoi tenerti aggiornato su Fiat?


Ti stai iscrivendo alla Newsletter di:

OK Ho letto ed accetto l'informativa sulla Privacy ai sensi del D.Lgs. 196/2003


Continua
Annunci Privati
Vuoi vendere la tua Auto?

Inserisci il tuo annuncio

Gratis