Fiat nuovo Fiorino

Due i motori L’offerta in merito alle motorizzazioni si ferma per ora a due: il benzina 1.4 da 73 cavalli e il collaudatissimo ed efficiente turbodiesel 1.3 Multijet da 75 cavalli, capace quest’ultimo di un’autonomia con un pieno di gasolio di circa mille chilometri (4,5 l/100 km nel ciclo combinato) e di contenere le emissioni […]

Due i motori L’offerta in merito alle motorizzazioni si ferma per ora a due: il benzina 1.4 da 73 cavalli e il collaudatissimo ed efficiente turbodiesel 1.3 Multijet da 75 cavalli, capace quest’ultimo di un’autonomia con un pieno di gasolio di circa mille chilometri (4,5 l/100 km nel ciclo combinato) e di contenere le emissioni di CO2 a soli 119 g/km (nei primi mesi del 2008 sarà disponibile anche il filtro antiparticolato). Dal punto di vista della sicurezza attiva e passiva, Fiat nuovo Fiorino presenta un impianto frenante potente ed efficace, l’ABS completo di EBD, le cinture a 3 punti con pretensionatore e limitatore di carico, il servosterzo idraulico e l’airbag del conducente (a richiesta sono disponibili l’airbag del passeggero, i bag laterali e i sensori posteriori di parcheggio). La prova Abbiamo testato per voi entrambe le motorizzazioni, inoltrandoci sicuri tra le Langhe piemontesi, ma partendo dal centro di Torino, in orari in cui il traffico esprime al meglio il suo carico di tensioni. Fiat nuovo Fiorino si guida a tutti gli effetti come una vettura: piccolo, maneggevole, con uno sterzo morbido ma sicuro nelle reazioni ed un cambio abbastanza preciso negli innesti (dalla primavera 2008 verrà offerto anche il cambio robotizzato Comfortmatic a 6 marce), il mezzo si domina all’istante (anche quando è carico, naturalmente con le dovute maggiori cautele) e offre un comfort di marcia (silenziosità compresa) da segmento B. Le sedute sono comode (imprescindibile per chi ci deve passare parecchio tempo a bordo) e l’abitabilità è ottima, anche per chi supera il canonico metro e settantacinque. Il rollio è contenuto, grazie ad un assetto tonico, la frenata è sicura e i motori rispondono bene alle sollecitazioni sull’acceleratore (meglio il 1.3 Multijet naturalmente). La soglia di carico è effettivamente studiata per rendere più facile il carico di elementi anche pesanti, mentre i fissaggi a terra (dentro il vano) sono utili a bloccare le merci a bordo.

ARTICOLI CORRELATI