Ford Fiesta Durashift EST: Test Drive

Milano – Sempre più urbana con la versione automatica “intelligente”…

Ford Fiesta Durashift EST: Test Drive. Milano – 75.000 auto vendute nel nostro paese nel corso del 2003, e più di 7.300 nel solo mese di gennaio 2004. Numeri importanti, che lanciano Ford Fiesta in vetta alle classifiche di vendita assicurandole lo scettro di berlina straniera più venduta nel nostro paese.
Fiesta, insomma, è un punto nodale della strategia Ford in Italia ed il costante rinnovamento e miglioramento qualitativo della gamma, con un occhio di riguardo verso il prezzo d’acquisto, sono gli ingredienti fondamentali di un successo che dovrebbe stentare a ripetersi anche nel 2004.
E proprio in tema di nuovi contenuti, la gamma ’04 di Fiesta è si fa ancor più ricca ed accessibile, grazie all’introduzione dei fari fendinebbia di serie e di nuovi allestimenti sportivi opzionali per l’allestimento Zetec ed il lettore CD e gli airbag laterali per il più lussuoso Allestimento Ghia. Da un punto di vista motoristico, la vettura rimane pressoché identica: due benzina, un 1.2 ed un 1.4 da 75 ed 80 CV ed un 1.4 diesel TDCi da 68 CV – sul quale saranno concentrati il 50% degli ordini sul nostro mercato – ma d’ora in poi sarà possibile abbinare una tecnologica trasmissione semiautomatica, denominata Durashift EST, al propulsore 1.4 a benzina ed 1.4 a gasolio.
Next generation Il Durashift EST (Electronic Shift Technology) è una moderna trasmissione manuale. Si tratta di uno sviluppo elettro-meccanico del cambio meccanico Ford Durashift a cinque rapporti ed è, in sostanza, un cambio manuale “intelligente” con una modalità automatica.
Due motori elettrici svolgono il lavoro dei cavi di selezione ed innesto delle marce, mentre un terzo aziona la frizione. E’ importante notare che, sebbene l’unità utilizzi ancora una frizione convenzionale piuttosto che un convertitore di coppia, i cambi di marcia avvengano in modo abbastanza fluido grazie ad una sofisticata gestione elettronica.
Da un punto di vista pratico, il cambio Durashift EST presenta una leva del cambio dall’aspetto tutto sommato tradizionale, con la quale è possibile scegliere tra una gestione del cambio totalmente automatizzata (ASM – Auto Shift Mode) o sequenziale (SSM – Select Shif Mode), senza escludere la possibilità di passare dall’una all’altra modalità in qualsiasi momento.
Su strada Chi ha avuto modo di provare una Smart Fortwo sicuramente si troverà a proprio agio anche al volante della nuova Fiesta. Il funzionamento di questo automatico sequenziale, infatti, è pressoché identico a quanto proposto dalla minuscola citycar tedesca. Addio frizione, ed addio a gran parte dello stress da traffico causato dal continuo prima-seconda-freno-frizione-prima-seconda ecc… , senza nulla togliere al divertimento di guida che rimane da “manuale”.
Gli smanettoni, probabilmente, avranno di che ridire…i 4a-2a con il motore a limitatore, infatti, sono assolutamente inattuabili perché la centralina inserisce le marce se e solo se il rapporto tra velocità e marcia inserita è ritenuto “civile”.
Cambiare marcia è molto semplice: spingendo indietro la leva si sale di marcia, spingendo in avanti, invece, si scende. Per sapere istantaneamente quale marcia è inserita, basta consultare la spia sul cruscotto.
Anche in modalità totalmente automatica il cambio si comporta molto bene, anche se, in alcuni frangenti, il cambio sembra non sapere bene cosa fare…specialmente nelle ripartenze dalle velocità intermedie. Il rimedio è molto semplice: quando arrivate ad una precedenza o ad uno stop, passate alla modalità manuale.
Di difetti, insomma, questo cambio ne ha pochi, visto e considerato che i cambi di marcia sono piuttosto veloci e la gestione automatica fa abbastanza bene il suo mestiere: un appunto si potrebbe muovere nei confronti della frizione, perché il suo rilascio è un po’ troppo brusco nelle scalate a basse velocità e causa un poco gradevole, anche se limitato, effetto “canguro”.
Quanto costa Fiesta Durashift EST? Il cambio Durashift EST è disponibile su Fiesta 1.4 benzina e turbodiesel con un sovrapprezzo di 1.000 euro. In buona sostanza, per mettersi in garage una Fiesta dotata di cambio Durashift EST bisogna staccare un assegno da 13.000 euro nel caso della TDCi 3p in allestimento Ambiente e di 12.000 per la 1.4 16V in allestimento Zetec.

ARTICOLI CORRELATI