Ford Focus 1.8 TDCi SW: Test Drive

Al termine del test drive abbiamo totalizzato la bellezza di oltre 5.000 chilometri senza essercene praticamente accorti e con consumi ai limiti della vergogna per i poveri benzinai. Viaggiando nel rispetto del codice, si fanno tranquillamente medie assai prossime ai 20 km con un litro ed anche in montagna non si scende mai sotto i […]

Al termine del test drive abbiamo totalizzato la bellezza di oltre 5.000 chilometri senza essercene praticamente accorti e con consumi ai limiti della vergogna per i poveri benzinai. Viaggiando nel rispetto del codice, si fanno tranquillamente medie assai prossime ai 20 km con un litro ed anche in montagna non si scende mai sotto i 13. Esteticamente piacevole, la station wagon non ha la stessa personalità della 3/5 porte ma certamente lo spazio e la funzionalità che offre compensano ampiamente la minor dinamicità, segnalando che stanno già girando le prime foto del prossimo restyling che sarà ancora decisamente moderato poiché la linea resta tuttora assai attuale e moderna. Su strada si apprezza la silenziosità, l’elasticità, la facilità di guida e la prontezza con cui risponde ai comandi, sia in città che in autostrada. Maneggevole, brillante e sicura, la Ford Focus TDCi vanta sedili comodi, un posto guida assai razionale avendo tutti i comandi sempre sotto controllo ed una visibilità perfetta. Il cambio non ci ha mai tradito, i freni non si affaticano anche se la si guida allegramente e lo sterzo consente di districarsi anche nella jungla urbana. Pure il listino gioca in suo favore, segnalando che la nostra superlussuosa Ghia costa 19.151, ma la Ztec ne chiede 17.665 ed il TDCi sulla tre porte è proposta già a 16.151 euro. Davvero difficile trovare difetti ed anche i più esigenti saranno presto accontentati con l’arrivo di una versione da 130 CV, con cui potrà meglio rispondere gli attacchi delle attese nuove Renault Megane II e Golf V. Una vettura leader per contenuti e valori che lo stesso severo ente certificatore tedesco ha definito la migliore della sua classe per affidabilità . Primi non si diventa per caso e la fortuna ed i numeri della Focus sono pienamente meritati: provare per credere!

ARTICOLI CORRELATI