GMG Apollo

Numeri da capogiro, prezzo a parte!

GMG Apollo. Ferrari, Porsche, Lamborghini e…perchè no, Pagani, da oggi hanno una nuova sfidante. Il suo nome è Apollo ed è prodotta da una branchia della MTM (www.mtm-online.de), la GMG Sportscar di Altenburg, in Germania.
Estremamente compatta nelle dimensioni, la vettura è stata progettata con l’intento specifico di contenere il peso entro i 1000 kg, distribuendolo con una percentuale del 50/50 tra l’asse anteriore e quello posteriore.

Estremamente compatta Una supersportiva in tutti i sensi, insomma, e non solo da un punto di vista estetico…anche se proprio l’aggressivo design della vettura è in grado di far capire di cosa…stiamo parlando. Di foto ancora non se ne parla, ma i primi disegni elaborati al computer grafico non lasciano di certo dubbi sulle forme e sulle possibilità della supersport tedesca, che riporta sul libretto di circolazione una lunghezza complessiva di 4.25 metri, una larghezza di 1.95 metri ed una altezza complessiva di 1.10 metri…senza dimenticare il passo di soli 2.70 metri.
Fino a 650 CV! Misure da Golf o da Mazda3 piuttosto che da supersportiva, che faranno letteralmente volare la GMG nel misto stretto con la possibilità di allungare, aerodinamica permettendo, sfruttando la potenza “monstre” di 650 CV…ed 810 Nm di coppia, erogati da un propulsore 8 cilindri Audi profondamente rivisto nella meccanica e dotato del magico soffio di due…“fate” turbina.
Numeri eccezionali, limitati esclusivamente alla versione più esclusiva, ed in grado di far fermare l’ago del cronometro dopo appena tre secondi nella classica prova dello 0-100 e dopo 8.9 nel 0-200, mentre qualche secondo dopo, qualsiasi…autovelox potrà fotografarla a 360 kmh!
Non c’è solamente questa motorizzazione pronta ad avverare i desideri degli appassionati, ma due più tranquille versioni dello stesso propulsore con gli Anelli, di cui una aspirata da 360 CV e 480 Nm di coppia massima ed un’altra, dotata di una sovralimentazione più leggera rispetto all’unità da 650 CV, in grado di far registrare al banco 460 CV e 596 Nm di coppia.
Telaio in traliccio Il telaio, in traliccio di tubi d’acciaio Cromo-Molibdeno, offre elevatissimi valori di rigidità torsionale e ricorda molto da vicino quanto proposto a metà degli anni ’80 da moltissimi costruttori impegnati con le potentissime Gruppo B nel Campionato del Mondo Rally.
Tantissima potenza, scaricata a terra mediante l’utilizzo delle ruote posteriori, che per l’occasione misurano 19” e sono gommate 345/35… Le anteriori svolgono “solamente” un compito direzionale, ma mantengono lo stesso diametro variando però la dimensione delle scarpe, che “scende” a 245/35.
Pelle di carbonio La carrozzeria è composta interamente da una pregiata pelle in fibra di carbonio, che avvolge il telaio, ed un abitacolo pronto ad offrire elevati contenuti tecnologici – dal telefono all’impianto di navigazione satellitare – senza dimenticare materiali e finiture pregiate.
Da 115 a 175.000 euro Bellissima e raffinata, le GMG Apollo verranno messe in produzione a partire dal 2005 con un ritmo di 50 vetture all’anno ed un prezzo assolutamente concorrenziale. La versione da 360 CV verrà messa in vendita a partire da 115.000 euro, mentre per l’estrema “650” la spesa sale ma rimane decisamente “concorrenziale”: 175.000 euro.

ARTICOLI CORRELATI