Honda HSC

E’ ormai pronta l’erede della NSX!

Honda HSC. Se quello che cercate è una validissima alternativa a Porsche, Ferrari o Lamborghini, la nuovissima Honda HSC forse fa al caso vostro… Piano, piano, mettete via le bottiglie! E’ ancora presto per festeggiare, perché questa nuova supersportiva Honda, battezzata HSC (Honda Sports Concept) con la classica freddezza nipponica, è solamente un assaggio di quello che riserverà il futuro.
Non è ancora chiaro, infatti, se e quando questa vettura abbandonerà il suo stato di Concept, ma quel che è certo, è il fatto che della eterna NSX, sviluppata sul finire degli anni ’80 secondo le indicazioni di Ayrton Senna, questa HSC ne riprende lo stile, la sostanza ed il potenziale prestazionale.
Bella muscolosa Bassa, filante, con un muso corto corto, una coda massiccia, ed una fiancata “palestrata”, la nuova HSC fa capire, già al primo sguardo, come le sue intenzioni bellicose siano rivolte in alto, fino alle vetture del Cavallino Rampante, dalle quali, forse, è stata presa qualche ispirazione.
La fiancata ed il frontale sono sicuramente le due parti più riuscite, grazie ad susseguirsi armonioso di morbide curve e spigoli secchi, taglienti, come la lama di un Samurai.
Il posteriore, invece, caratterizzato da ampie prese d’aria, due aggressivi scarichi cromati centrali e gruppi ottici circolari, è anch’esso sportivo ma risulta a nostro parere più pesante rispetto alla piacevole armonia del resto della vettura.
Un V6 da 350 CV! Il propulsore è, come in ogni sportiva che si rispetti, l’anima della vettura, un elemento essenziale che distingue, che fa la differenza, che impone schemi tecnici ben precisi e ne detta le prestazioni. Ed Honda è senza dubbio una di quelle Case che i motori li sa far “cantare”, grazie alla raffinatezza della tecnologia V-Tec ed il livello tecnologico dei materiali utilizzati per la realizzazione delle varie componenti.
Come su NSX, l’architettura del propulsore è a sei cilindri disposti a V, ed il suo posizionamento è di tipo centrale, ovvero proprio dietro la schiena di pilota e passeggero ma davanti all’asse delle ruote posteriori. Uno schema supercollaudato, indubbiamente la soluzione migliore per avvicinare le masse al baricentro della vettura e sfruttare al meglio le preziose doti di rigidità torsionale offerte dal telaio realizzato in fibra di carbonio.
Le potenze, ma del resto nemmeno la cilindrata, sono state dichiarate, ma è lecito attendersi una cubatura compresa tra i 3500 ed i 3700 c.c., ed una potenza non inferiore ai 350 CV…
Il cambio, ma è quasi inutile sottolinearlo, è di tipo automatico sequenziale, comandato da due leve poste dietro al volante.
Interni da…NSX Si respira una certa aria di NSX nell’abitacolo a “goccia” della HSC, vista la posizione di guida che impone gambe distese e braccia raccolte, senza dimenticare la console centrale inclinata. I materiali utilizzati, pelle, alluminio e fibra di carbonio, e la cura per il dettaglio, sono di assoluto rilievo, come da tradizione Honda, e donano a questa entusiasmante Concept un ulteriore tocco di sportività.
E’ solo una Concept? Per il momento è solo una Concept, ma la qualità costruttiva ed i pochi virtuosismi stilistici, fanno pensare che la HSC solcherà presto le strade e le piste di tutto il mondo.

ARTICOLI CORRELATI