Honda Open Top Pure Concept Sport

Mugen mette le mani sulla S2000

Honda Open Top Pure Concept Sport. Nonostante sia vicina al pensionamento, Honda S2000 è una vettura che ha ancora molto da dire. Motore 2 litri aspirato da 240 cavalli (un record), telaio effetto tavoletta e prestazioni dinamiche da vera sportiva sono solo alcune delle caratteristiche che hanno catturato il cuore di molti appassionati.
Come spesso capita, lungo il “viale del tramonto” anche per la nuda e cruda S2000 è giunto il momento di qualche elaborazione un po’ particolare: se nel corso degli anni questo compito era demandato ai vari tuner, bramosi di personalizzare questa belva, ora scende in pista la divisione sportiva Mugen, una firma celebre delle competizioni marchiate Honda.
Pronto pista
La carrozzeria spyder di S2000 viene modificata radicalmente, fino ad assumere i connotati di una vera e propria barchetta da corsa. Via il parabrezza ad esempio, rimpiazzato da un deflettore basso: il casco è d’obbligo, il pericolo moscerino-proiettile è dietro l’angolo…
Alle spalle dell’abitacolo spicca invece un robusto roll-bar, mentre la parte bassa del posteriore ospita manco a dirlo due belle doppiette di scarichi ed un eloquente estrattore.
Lavoro più raffinato sul frontale, dove albergano ora nuovi fendinebbia e splitter integrati, la cui sobrietà viene subito messa in dubbio dai cerchi in lega verniciati di nero con annesse pinze freno rosse. Honda Open Top Pure Concept Sport non va però considerata un “canto del cigno”, bensì la definitiva consacrazione (nobilitata dalla firma Mugen) di una sportiva essenziale, vera ed efficace.
Non si tocca
Non abbiamo notizie su eventuali interventi al motore, anche se siamo pronti a scommettere su qualche “toccatina” nei punti giusti per spremere qualche altro cavalluccio. Aspirazione, scarico e centralina sono i maggiori sospettati, per donare ancora più grinta ai 9.000 giri di allungo della S2000 by Mugen.

ARTICOLI CORRELATI