Il motore e le parti meccaniche

Alzando il cofano dell’automobile è possibile controllare a prima vista le condizioni di alcuni elementi del motore....

Alzando il cofano dell’automobile è possibile controllare a prima vista le condizioni di alcuni elementi del motore, che deve presentarsi “asciutto”, cioè non devono essere visibili tracce di liquidi colati da qualche guarnizione.
Verificate in particolare lo stato dei tubi dell’impianto di raffreddamento e le condizioni della sede della batteria, che talvolta è corrosa dall’acido. In questo modo si può, anche, verificare se dalla testata filtra dell’olio. Ma per un adeguato controllo del motore, delle sospensioni, dei semiassi, dei giunti – le principali parti meccaniche molto costose – è necessario portare l’automobile in un’autofficina autorizzata o dal proprio meccanico di fiducia. Si può usufruire di una diagnosi elettronica, che offre un controllo rapido e molto efficace.

Gli pneumatici
Le gomme consumate, anche quelle che mantengono ancora un buon battistrada ma hanno percorso molti chilometri, dovrebbero essere sostituite. In ogni caso, l’usura del battistrada deve essere uniforme. Un consumo anomalo degli stessi (ad esempio la parte esterna o interna più consumata della zona centrale) può essere indicatore di qualche difetto di sospensione, telaio o altro, oppure semplicemente simbolo di un ex-padrone dalla guida sportiva.
Verificate anche la presenza o meno della ruota di scorta o ruotino.
La valutazione del pneumatico, anche in presenza di una usura perfetta, è elemento fondamentale per la determinazione del prezzo visto il costo generalmente elevato delle coperture.

La carrozzeria
Nei punti più nascosti, intorno alle porte e nella parte inferiore della scocca, la lamiera può presentare della ruggine. Verificare la perfetta chiusura degli sportelli, anteriori e posteriori, e dei cofani, che devono essere ben allineati con il resto della carrozzeria. il parabrezza non deve essere rigato o rotto. Occhio alle guarnizioni: se la vettura è rimasta per lunghi periodi all’aperto, potrebbero verificarsi, in futuro, delle infiltrazioni d’acqua nell’abitacolo.
La vettura non deve possibilmente presentare segni di corrosione,strisci, ammaccature. Una verniciatura brillante anche dopo qualche anno è sinonimo di una vettura tenuta con cura e soprattutto non esposta per troppo tempo al sole e alle intemperie, grandi nemiche di un’automobile. Alcune volte, se l’ auto è stata riparata grossolanamente a seguito di un incidente, è possibile che la verniciatura non sia identica come tonalità su tutta la superficie: se vi interessasse proprio quell’ esemplare sarebbe consigliabile interpellare un meccanico o un carrozziere di fiducia per comprendere l’entità dell’incidente subito.

L’interno
Il primo oggetto sul quale concentrare l’attenzione è il volante, naturale contachilometri di ogni vettura. La differenza di ruvidità tra una parte non a contatto con le mani ed una a contatto può dare un’indicazione sulla veridicità del contachilometri reale a bordo della vettura. (se il volante è liscio solitamente siamo oltre i 100.000km, quindi fate attenzione ai km indicati).
Anche se di seconda mano, l’automobile deve essere dotata di air bag, Abs, poggiatesta e cinture di sicurezza. Per gli optional più prestigiosi, come ad esempio il navigatore satellitare, generalmente la valutazione di mercato dell’usato comprende la dotazione degli accessori presenti sulla vettura, anche se acquistati, in origine, oltre il prezzo di listino. Un indicatore di buono stato dell’interno è sicuramente la solidità e la fermezza al tatto di comandi, pulsanti e qualsiasi altro accessorio utilizzabile all’interno dell’abitacolo.
Sui sedili anteriori e sul divano posteriore potrebbero esserci tagli o bruciature. Non resta che controllare a fondo la tappezzeria sfilando le foderine. Un’area di tappezzeria o di moquette usurata o addirittura strappata è sinonimo di elevato chilometraggio o cattivo utilizzo del mezzo e la riparazione richiede solitamente una spesa elevata. Sulle vetture a tre porte si può verificare il corretto funzionamento del meccanismo di ribaltamento delle poltrone anteriori.

ARTICOLI CORRELATI