Lancia Ypsilon: Test Drive nella Capitale per l’ammiraglia di casa Lancia

Roma - Un concentrato di ammiraglia, eleganza ed esclusività.

Lancia Ypsilon: Test Drive. Roma – Ed eccola finalmente su strada! Dopo averla ammirata a Ginevra l’ammiraglia delle city car debutta alla grande, scegliendo come scenario la seducente Capitale. Sull’erede di Y10 ed Y, Lancia gioca una grossa sfida e per tal motivo nulla è stato lasciato al caso realizzando davvero una bella e solida vettura che riporta il marchio Lancia agli antichi fasti. Certamente le dimensioni sono compatte, ma la classe è notevole e sprizza da ogni centimetro. E’ un’auto orgogliosa, che porterà lo stile italiano in tutta Europa. Migliorare un modello di successo non è mai facile e forse il costante apprezzamento della clientela (quasi 2 milioni di vetture vendute in tutta Europa, dal 1985 ad oggi) ha ritardato l’introduzione di un modello completamente nuovo in grado di ridare slancio al marchio di Chivasso. Gli obiettivi sono decisamente ambiziosi volendone vendere circa 90.000 unità all’anno: Ypsilon diventerà quindi il modello cardine della Lancia, che attualmente vende circa 110.000 pezzi per esercizio. Per tal ragione oltre che su design, tecnologia, qualità, Lancia gioca la carta del prezzo proponendola a 10.950 euro (1200 benzina) che sicuramente spiazzerà la concorrenza che si attendeva un prezzo prossimo ai 12.000 euro! Per 12.850 euro si potrà invece avere la straordinaria multijet 1300, il turbodiesel common rail di seconda generazione che offre prestazioni superlative e consumi decisamente contenuti.
Ammiraglia compatta La nuova vettura, dunque, rappresenta lo stato dell’arte nel segmento delle “compatte” esclusive. È infatti pensata per una clientela sofisticata che è alla continua ricerca di prodotti unici, che ama distinguersi e cerca prima di tutto il piacere nell’uso dell’automobile. Senza dimenticare che, come i migliori prodotti di lusso italiani, Lancia Ypsilon coniuga l’eccellenza dello stile con una tecnologia all’avanguardia. Connubio vincente al quale il modello aggiunge una grande raffinatezza estetica che significa recupero in chiave moderna delle linee Lancia, perfetti abbinamenti e molte possibilità di personalizzazione.
Comfort, economicità, esclusività e tanto altro La massima espressione dell’innovazione è il motore Multijet, abbinabile al cambio robotizzato “Dualmode”, che in Lancia verrà chiamato D.FN System (D.FN è l’acronimo di Dual FuNction), che combina tutti i vantaggi di diesel e benzina, in termini di prestazioni e costi di esercizio; di manuale e automatico, in termini di piacere di guida. Infine, una serie di dotazioni prestigiose ne fanno un vero e proprio concentrato di ammiraglia: dall’ampio tetto Skydome al climatizzatore automatico bi-zona all’impianto Hi-Fi Bose®. Lancia riassume tutto ciò in quattro regole di seduzione che trasformano Ypsilon in un vero e proprio oggetto del desiderio.
Design La nuova Ypsilon cattura a prima vista, per quel suo stile originale che trova linfa nel proprio passato, cresce nel presente e anticipa il futuro. Nasce così una vettura dal profilo originale, in piena sintonia con le moderne tendenze che chiedono un design morbido e sensuale. Ma ciò che colpisce di più è l’inconfondibile classe Lancia. Come dimostra il frontale, che presenta una gradevole movimentazione delle masse ed è dominato dalla grande calandra verticale. I gruppi ottici sono preziosi e dalle forme pulite, anch’essi improntati alla nuova linea stilistica che contraddistingue le nuove vetture del Marchio. Ypsilon, quindi, rispetto alla Lancia Y, è più “importante” nelle dimensioni percepite, più moderna e più accattivante.
Interni La stessa coerenza stilistica fa degli interni un ambiente emotivamente coinvolgente, un vero e proprio salotto, ma anche un abitacolo funzionale e moderno per assicurare sempre un viaggio estremamente confortevole sia in veste di guidatore sia di passeggero. Sensazioni alle quali contribuisce anche la particolare cura prestata ai dettagli, l’impiego di materiali pregiati e la creazione di raffinati ed eleganti accostamenti cromatici tra le tinte della carrozzeria e quelle dei rivestimenti interni, caratteristiche uniche per il segmento.
Meccanica Lancia Ypsilon propone rivoluzionari propulsori e cambi, quanto di meglio possa oggi offrire l’ingegneria. Il suo buon comportamento su strada, la facilità e piacevolezza di guida sono anche dovute alle prestazioni fornite dai quattro motori disponibili.
1200 benzina da 60 0 80 CV I primi due sono i collaudati e affidabili 1.2 da 60 CV e 1.2 16v da 80 CV, esempi di come è possibile coniugare grandi doti di coppia e fluidità di funzionamento con cilindrate relativamente ridotte.
1400 benzina da 95 e 1300 Multijet 16v da 70 CV Nuovi, invece, gli altri due propulsori: il 1.4 16v da 95 CV ed il rivoluzionario 1.3 Multijet 16v. In particolare quest’ultimo sviluppa una potenza massima di 70 CV a 4000 giri/min, mentre la coppia è di 18,4 kgm a 1750 giri/min. Il propulsore è frutto di una tecnologia raffinata, racchiusa in un monoblocco lungo meno di 50 centimetri e alto 65. Si tratta, infatti, del più piccolo diesel quattro cilindri “Common Rail” presente sul mercato. L’unico capace di contenere in un cilindro del diametro di meno di 70 mm ben sei componenti: quattro valvole, un iniettore e una candeletta. Senza contare che il nuovo propulsore soddisfa già oggi i limiti di emissioni Euro 4.
Accanto al 1.3 Multijet 16v, poi, il nuovo modello propone il 1.4 16v da 95 CV. Si tratta dell’ultimo nato della gamma Fire, quello con le prestazioni più elevate. Il nuovo motore ha una cilindrata di 1368 cm3 ed è un “4 cilindri in linea” con alesaggio di 72 millimetri e corsa di 84 mm. Le valvole sono quattro per cilindro e sono azionate direttamente da 2 alberi a camme in testa. Il propulsore è stato sviluppato con particolare attenzione alle prestazioni e ai consumi, ambiti dove la Lancia Ypsilon è ai vertici della categoria. Inoltre il 1.4 16v rispetta i limiti di emissioni Euro 4.

ARTICOLI CORRELATI