Land Rover nuova Freelander 2 – Long Test Drive

Provata a lungo per voi la piccola SUV inglese, rivale di Audi Q5, BMW X3, Mercedes GLK, Nissan Qashqai, Ford Kuga e Volkswagen Tiguan

Land Rover Freelander 2 – Long Test Drive. La nuova Freelander si presenta all’appuntamento col mercato forte di un progetto completamente inedito, forte e personale nel design e assai valido sotto il profilo meccanico. Il SUV inglese vanta un notevole carisma grazie ai nuovi gruppi ottici anteriori ed ai paraurti più voluminosi ed avvolgenti, che ben si raccordano con la nuova calandra sulla quale spicca, come sempre, il logo Land Rover. Anche per il posteriore è stato pensato un nuovo look, con i nuovi gruppi ottici, posizionati alcuni centimetri più in alto, per garantire migliore visibilità da parte di chi segue ed una maggiore garanzia di pulizia nel caso di fango o neve. Novità interessanti anche gli interni, meno spartani rispetto al modello che l’ha preceduta e più in linea con le richieste del pubblico. Nuovi materiali e tessuti per sedili e pannelli porta, oltre ad un completo restyling del cruscotto, che ora risulta più funzionale ed ergonomico. Il nuovo 2,2 common rail turbodiesel da 160 cavalli, con una coppia massima di 400 Nm assicura prestazioni di tutto rispetto. Dai 1000 ai 4500 giri è sempre disponibile una coppia superiore ai 200 Nm. Questo motore, docile e reattivo, è anche molto raffinato ed economico, con un consumo di carburante combinato di 7,5 litri/100 km. Per limitare ulteriormente le emissioni è anche ottenibile, a richiesta, un filtro catalizzato antiparticolato (FAP). Le trasmissioni disponibili sono due: una nuova trasmissione manuale a sei velocità ed una automatica, dolce e progressiva. Proprio quest’ultima equipaggiava la vettura della nostra prova: abbiamo avuto modo di saggiarne le indubbie qualità.

ARTICOLI CORRELATI