Manutenzione e riparazioni più care

A fronte dei fattori che abbiamo citato e che hanno determinato una crescita della spesa per l’assistenza ve ne sono però anche altri che hanno operato in senso opposto. Proprio lo sviluppo tecnologico e il crescente impiego dell’elettronica nelle automobili hanno, ad esempio, contribuito sensibilmente ad accrescere l’affidabilità delle auto, e quindi a renderle meno […]

A fronte dei fattori che abbiamo citato e che hanno determinato una crescita della spesa per l’assistenza ve ne sono però anche altri che hanno operato in senso opposto. Proprio lo sviluppo tecnologico e il crescente impiego dell’elettronica nelle automobili hanno, ad esempio, contribuito sensibilmente ad accrescere l’affidabilità delle auto, e quindi a renderle meno soggette a guasti ed inconvenienti tecnici. In questo modo si è favorita la riduzione degli interventi di manutenzione, con effetti di diminuzione della spesa per l’assistenza. Accanto a questo occorre tenere conto di altri importanti fattori che hanno concorso a far diminuire l’entità della spesa per manutenzione e riparazioni, tra i quali l’aumento del periodo di garanzia offerto dalle case automobilistiche e l’allungamento degli intervalli di assistenza programmata. Per il 2007 la somma algebrica dei fattori che fanno lievitare la spesa per l’assistenza e di quelli che invece la contengono ha portato, comunque, alla crescita della spesa del 4,47% di cui si è detto.

Secondo l’Osservatorio Autopromotec è assai probabile che nei prossimi anni la spesa per la manutenzione continui a crescere, data l’esigenza di sottoporre gli autoveicoli a controlli sempre più rigorosi per renderli compatibili con standard sull’inquinamento e sulla sicurezza che saranno auspicabilmente sempre più rigorosi.

ARTICOLI CORRELATI