Maserati Spyder M.Y. ‘04

Piace alla gente che piace

Maserati Spyder M.Y. ‘04. La Spyder rappresenta il fascino della sportiva aperta italiana e i contenuti tecnologici più avanzati, con una linea seducente e senza tempo. Nella carrozzeria della Spyder si riconosce l’aggressività della Coupé, ma da questa differisce per il passo accorciato di 220 mm. Il progetto della scocca ha posto grande attenzione a tutti gli aspetti della sicurezza passiva a partire dalla struttura differenziata che integra i due roll-bar individuali fissi.

La capote è completamente automatica, ad attivazione elettroidraulica e si ripiega scomparendo del tutto in un vano chiuso (separato dal baule). Il rivestimento in 3 strati con struttura rinforzata isola perfettamente l’abitacolo.
Elegante, in ogni situazione L’eleganza sportiva del profilo resta immutata sia con il tetto esteso che ripiegato: in versione aperta la presenza dei due roll-bar dietro i sedili dà il senso della barchetta sportiva mentre, in versione chiusa, il tetto, completo di lunotto in cristallo, conferisce l’aspetto di una coupé compatta.
Il colore della capote, come numerosissimi particolari della vettura, può essere armonizzato a quello della carrozzeria. La gamma colori è particolarmente articolata, con la possibilità di combinare 16 tinte esterne con 10 colori per la pelle degli interni e 4 tonalità per la capote. I colori della capote, oltre al nero, sono: blu, bordeaux e beige. La Spyder può anche contare su di un cassetto portaoggetti, protetto da serratura collocato al posteriore tra i roll-bar, e sul baule dalla capacità massima di 300 litri. La vettura è disponibile nelle versioni GT (cambio manuale) o Cambiocorsa (elettroattuato).
Affinamenti tecnici La Spyder 2004 beneficia di alcuni miglioramenti ed affinamenti tecnici, in termini di fruibilità e di qualità della vita a bordo. Il Cambiocorsa dispone di una nuova versione del software, che rappresenta un’ulteriore evoluzione in termini di comfort della cambiata.
Il dispositivo “hill-holder” del sistema Cambiocorsa, aiuta chi guida nelle partenze in salita, tenendo frenata automaticamente la vettura per alcuni secondi agevolando così il passaggio dal pedale del freno a quello dell’acceleratore. La zona superiore della plancia è stata modificata per garantire una migliore visibilità anteriore.
Per quanto riguarda specificatamente la Spyder, sono stati inseriti due ganci appendiabiti sul retro degli schienali. Inoltre anche il Maserati Info Centre è stato oggetto di alcune migliorie. La più importante riguarda l’adozione di un nuovo sistema di ricezione radio (con antenna inserita nel parabrezza).
Allestimento “Vintage” La Spyder Maserati può essere ordinata anche in una nuova versione che richiama le emozioni delle più classiche spider del Tridente. Si chiama Vintage e ripropone nell’estetica tutta una serie di “segni” tipici delle più belle e famose Maserati del passato.
Sicuramente il richiamo più evidente e caratterizzante sono gli sfoghi aria con griglia cromata che, armoniosamente inseriti nei parafanghi anteriori ed ispirati nel design a quelli della Maserati 3500 GT del 1957, danno alla vettura un tocco di eleganza e sportività. Di forte impatto estetico sono i cerchi sportivi a 7 razze con trattamento “ball polished” che oltre a migliorarne le caratteristiche meccaniche conferisce un effetto brillante tipico delle ruote a raggi utilizzate dalle vetture dell’epoca. Per una migliore resa estetica, ai cerchi ruota sono abbinate le pinze freno di colore argento.
Impreziosiscono ulteriormente la vettura le maniglie porta cromate e la nuova calandra, caratterizzata dalla lucentezza e profondità della griglia cromata e da un Tridente con fregi di colore rosso, secondo la più classica tradizione Maserati. Su richiesta gli esterni possono essere ulteriormente arricchiti con l’aggiunta dei roll-bar cromati che bene si abbinano alla personalizzazione degli esterni. Disponibili anche singole proposte di personalizzazione degli interni, legate all’heritage delle vetture da competizione Maserati.
I componenti sopra elencati possono essere disponibili anche per la Maserati Coupé. La versione Vintage della Spyder è l’espressione di quanto il sistema Officine Alfieri Maserati possa agire nel processo di personalizzazione ed esclusività delle vetture del Tridente.
Le Spyder Maserati è…una grande attrice La Maserati e il mondo del “grande schermo” hanno sempre avuto un rapporto privilegiato. Fin dagli anni ’50, grandi attori e celebri registi internazionali sono sempre stati attratti dall’eleganza e dalla sportività delle vetture della Casa del Tridente, in particolare dalle Spyder Maserati.
Modelli come la 3500 GT Spyder Vignale, la Mistral Spyder e Ghibli Spyder, nell’arco di oltre 50 anni, sono stati guidate da attori come Alberto Sordi, Ugo Tognazzi, Kirk Douglas, Vittorio Gassman, Donald Sutherland, David Niven, Peter Sellers e Alain Delon, solo per citare i più noti, e sono apparsi in numerosi film. Molti di loro sono stati realmente proprietari di una Maserati. Questa tradizione è stata ripresa in occasione di “Charlie’s Angels II”, pochi mesi orsono, con un cast d’eccezione comprendente Demi Moore, Cameron Diaz, Drew Barrymore e Lucy Liu.
La nuova Maserati Spyder Cambiocorsa con motore 4,2 V8 aspirato da 390 cavalli, è stata la star di diverse scene, guidata dall’attore Robert Patrick. La Maserati Spyder si divide inoltre la scena con la famosa popstar Pink nel video di “Feel Good Time”, parte della colonna sonora di “Charlie’s Angels II”.

ARTICOLI CORRELATI