Mazda B2500

Grande avventuriera

Mazda B2500. Dici pick-up e pensi all’America, alle sterminate distese del Texas e al surf sulle coste della California. Insomma, poco a che vedere con le nostre strade piccole e congestionate…
Eppure, a pensarci bene, anche da noi non sarebbe male avere un veicolo spazioso e ben rifinito all’interno, ma capace di sobbarcarsi senza problemi carichi ingombranti, muovendosi su qualsiasi fondo senza difficoltà.
Qualcuno dirà che esistono già i monovolumi, magari a quattro ruote motrici, ma non è vero: provate a caricarci un quad, una moto d’acqua o un deltaplano e sentirete subito la mancanza di un pratico e immenso…cassone.
Insomma, a dispetto dei numeri di vendita relativamente modesti, anche in Italia non mancano i buoni motivi per considerare l’acquisto di un pick-up. Di questo è fermamente convinta Mazda, che con il model year 2004 ha ulteriormente migliorato il proprio B2500.
Fin dal suo esordio sul mercato, il pick-up di Mazda Pick Up si è contraddistinto per la capacità di abbinare una notevole robustezza e praticità a un aspetto elegante per la categoria, con un’immagine lontana da quella dei consueti veicoli commerciali.
Ferma restando la disponibilità di quattro diversi modelli di carrozzeria – a Cabina Singola, Lunga, “Freestyle” e Doppia – con sufficiente spazio per due, quattro o cinque persone e con lunghezze variabili del piano di carico, il design esterno esterno è stato oggetto di diversi perfezionamenti, a partire da nuovi cerchi da 15 pollici, tre nuovi colori per la carrozzeria, nuovi indicatori laterali di tipo trasparente ed un’apertura a distanza del tappo del carburante.
Spazio immutato
All’interno rimangono confermate le proverbiali qualità di spazio e comfort, mentre l’atmosfera ha beneficiato di ulteriori apprezzabili interventi, che rendono l’abitacolo ancora più accogliente. E’ il caso ad esempio dei nuovi tessuti per i sedili e dei rivestimenti per i pannelli delle porte, mentre la lettura della strumentazione risulta ora più agevole grazie allo sfondo color avorio degli strumenti con i numeri di colore nero durante il giorno e blu di notte.
La dotazione di vani portaoggetti, già di particolare rilievo, si è inoltre arricchita di un nuovo vano dotato di contenitore portabottiglie per le versioni a Cabina Lunga, “Freestyle” e Doppia Cabina. Tra le migliorie, sono da segnalare inoltre un portabicchieri triplo nella zona posteriore dell’abitacolo per la versione a Doppia Cabina con Allestimento Lusso, nuove tasche sugli schienali dei sedili ed una chiave a serramanico.
Pronto per l’avventura
Il telaio, già apprezzato per le sue doti di resistenza e durata, non ha subito particolari interventi. La cabina ed il piano di carico del Mazda Pick Up sono fissati ad un robusto telaio a longheroni tramite attacchi di tipo a cesoia, come quelli che vengono normalmente utilizzati nelle vetture per il trasporto passeggeri.
Tale combinazione offre un’eccellente rigidità complessiva della carrozzeria, che permette di ottenere buone caratteristiche di maneggevolezza e di sterzata, e consente di isolare la zona dell’abitacolo dalle vibrazioni quando si viaggia fuori dalla strada battuta. Il vano dell’abitacolo ed il vano motore presentano inoltre robuste traverse di rinforzo che consentono loro di resistere alle deformazioni torsionali e flessionali.
Le sospensioni presentano doppi bracci oscillanti trasversali nella parte frontale con molle barra di torsione ed una robusta barra stabilizzatrice, mentre sul retrotreno è presente un sistema con molle a balestra ed ammortizzatori a gas sia anteriormente che posteriormente, il tutto abbinato per offrire, da un lato, un equilibrio ottimale fra robustezza e stabilità e, dall’altro, un comfort soddisfacente anche nei lunghi viaggi.
Infine, il servosterzo idraulico è di serie su tutti i modelli, mentre l’impianto frenante con dischi e pastiglie di grandi dimensioni all’anteriore, abbinati a freni posteriori a tamburo. Come optional è inoltre disponibile l’ABS con ripartizione elettronica della frenata (EBD).
Due turbodiesel, trazione a scelta
Confermato anche il propulsore, il turbodiesel SOHC da 2,5 litri, disponibile con due livelli di potenza: da 62 kW/84 CV e 80 kW/109 CV. Entrambe le versioni presentano una coppia elevata per la propria categoria, a fronte di consumi di carburante interessanti.
La versione con Cabina Lunga è offerta solo con 2 ruote motrici, mentre per gli allestimenti Cabina Singola, Cabina “Freestyle” e Doppia Cabina sono previste le 4 ruote motrici inseribili. In questo caso è possibile passare alla trazione integrale anche in movimento, a seconda delle necessità.
Per quanto riguarda invece le dotazioni di sicurezza, accanto agli airbag anteriori, allo sterzo collassabile e al già citato ABS, è da segnalare lo schermo di protezione del serbatoio del carburante atto ad evitare che questo possa essere danneggiato dalle pietre, quando si viaggia su terreni sconnessi.
Con i perfezionamenti del model year 2004, il B2500 ha tutte le carte in regola per continuare a essere un protagonista del proprio segmento di mercato, forte dei premi assegnatigli da alcune testa di settore e di un’accoglienza che fin dalla sua introduzione è stata decisamente positiva: in tutto il mondo le vendite hanno superato i 3.000.000 di unità.

ARTICOLI CORRELATI