Mazda Premacy

Leggero restyling esterno e grande cura per i dettagli a vantaggio della qualità. Nuovo 2 litri da 130 CV o classico TD da 101 CV. Prezzi tra i 33 ed i 39 milioni.

Mazda New Premacy. In attesa delle numerose novità già programmate e che ravviveranno i prossimi 18 mesi della marca nipponica, la Mazda è intervenuta sulla propria monovolume compatta nipponica attraverso un moderato restyling.
Entro l’estate del 2003 saranno molte infatti le novità di prodotto. Si partirà proprio con la nuova Premacy in febbraio, poi in tarda primavera, sarà la volta del nuovo MPV (monovolume ammiraglia) con motore common rail da 136 cavalli. In estate la “serie 6” già presentata al Motor Show di Tokyo, disponibile sia in versione berlina che wagon , in vendita all’inizio del 2003. Poi giungerà la seducente RX8, una stupenda coupè 4 posti a 4 porte con apertura a libro.
Cambierà pure la Demio, la piccola monovolume. Insomma una vera rivoluzione o, come preferiscono definire i vertici della Casa, “il rinascimento Mazda”.
Torniamo alla Premacy, segnalando che la sua scocca è stata profondamente modificata per offrire una maggiore rigidità torsionale (10 per cento in più rispetto alla precedente versione), intervenendo pure sugli attacchi delle sospensioni che sono stati modificati a tutto vantaggio della maneggevolezza.
Rivisto anche lo sterzo, annullando le vibrazioni sul volante che si avvertivano sulla precedente versione, specialmente su fondi sconnessi.
Esteticamente notiamo linee più morbide e leggeri ritocchi, che hanno interessato principalmente il frontale, con una nuova mascherina, prese d’aria maggiorate e gruppi ottici rivisti, specialmente dietro.
Paraurti anteriori e posteriori più avvolgenti e, interiormente, maggior cura per i dettagli e sedili ridisegnati, per offrire confort ed assorbimento laterale. Più spazio pure per gli oggetti, con nuovi vani dove poterli meglio ospitare.
Complessivamente si tratta di un buon lavoro che il nuovo 2000 benzina da 130 CV con una coppia massima di 171 Nm. fa apprezzare anche dinamicamente. Accanto al nuovo benzina, resta logicamente il già noto 2 litri turbodiesel con turbina a geometria variabile, in grado di erogare 101 CV. La versione a gasolio vanta un comportamento più che onorevole, con una velocità massima di 170 km/h e consumi contenuti benché sia auspicabile una futura iniezione di cavalli per renderla più brillante.
Di serie troviamo ABS con ABD, quattro airbag, TCS sulle versioni a benzina e tre anni di garanzia.
Per soddisfare al meglio la clientela sono stati creati tre diversi allestimenti: Confort, Executive ed Active.
Il primo ha già una ricca dotazione di serie, il secondo ha i sedili in velluto e i tavolini ripieghevoli, mentre il terzo livello di allestimento ha in più anche finiture cromate sulla plancia e sui comandi, cerchi in lega specifici. In più climatizzatore automatico e computer di bordo.
La nuova Premacy sarà in vendita a febbraio, con un obiettivo di vendite di 2000 unità per tutto il 2002. I prezzi non sono ancora stati definiti nel dettaglio, ma andranno da 33 a 39 milioni di lire.

ARTICOLI CORRELATI