Nissan Patrol: Test Drive

Su strada: più forte della lava dell’Etna! Il paesaggio offerto dal vulcano Etna è davvero suggestivo, in particolar modo se si ha l’occasione di arrivare a quota 2.100 metri a bordo di un fuoristrada che non ha certamente paura…della lava. Certo, le ruote le abbiamo posate sul magma ancora tiepido – sono passati appena due […]

Su strada: più forte della lava dell’Etna! Il paesaggio offerto dal vulcano Etna è davvero suggestivo, in particolar modo se si ha l’occasione di arrivare a quota 2.100 metri a bordo di un fuoristrada che non ha certamente paura…della lava. Certo, le ruote le abbiamo posate sul magma ancora tiepido – sono passati appena due anni dall’ultima eruzione! – ma non certo incandescente…ma le difficoltà non sono state certamente di poco conto, sia in termini di trazione che di pendenze…
Patrol, dopo più di 50 km di sterrati “tosti”, ci ha dimostrato di essere un valido alleato per tutti coloro i quali necessitano di una vettura polivalente, che sappia affrontare il passaggio più estremo con estrema disinvolutra senza mettere da parte una massiccia “spruzzata” di signorilità che le consente di accompagnare i figli a scuola, il papà in ufficio e la mamma…a fare shopping senza dare troppo nell’occhio.
Scherzi a parte, Patrol gioca a fare il SUV, ma in realtà è chiaro sin dalle prime curve che il suo comportamento è stato studiato e messo a punto dai tecnici Nissan per far fronte alle esigenze del 4×4, a partire dall’assetto piuttosto morbido, per arrivare all’erogazione del propulsore passando per la notevole demoltiplicazione dello sterzo, ideale per l’off-road ed un po’ meno per la marcia su asfalto.
Il propulsore 3 litri offre coppia e potenza ai bassi regimi a volontà e sembra essere tutt’uno con il sistema di trasmissione integrale, che permette di utilizzare anche le due sole ruote posteriori se il percorso è di tipo stradale o le marce ridotte in modalità 4×4 – anche con il cambio automatico – se le pendenze del terreno si fanno degne di un percorso da Mondiale Trial… In questo caso, non solo ridotte e trazione sulle quattro ruote, ma anche lo sblocco della barra stabilizzatrice posteriore ed il blocco manuale del differenziale vengono in soccorso anche dei guidatori più inesperti, assicurando a tutti la possibilità di raggiungere mete impensabili con un normale SUV.
In termini di prestazioni pure invece, i 160 CV chiusi sotto l’enorme cofano del Patrol deludono un po’: il motivo, ovviamente, è da ricercare nella curva di coppia e di potenza studiata per l’off-road e nella massa complessiva, che la pone ai vertici della categoria…pesi massimi. La frenata è adatta alle prestazioni generali ed offre una notevole sensibilità sul pedale oltre che una resistenza allo sforzo davvero eccezionale.
Passando agli interni, è notevole lo sforzo fatto da Nissan per rendere più confortevole Patrol. L’obiettivo è sicuramente centrato, ma la classica spartanità che da sempre lo contraddistingue e lo rende così robusto e duraturo nel tempo fa ancora parte della “dotazione di serie”: vista la natura del mezzo, è un pregio non da poco. Lo spazio per pilota e passeggeri e notevole e la possibilità di far scorrere anche i sedili posteriori rende la nuova Patrol decisamente più versatile del modello che l’ha preceduta a tutto vantaggio di chi userà la vettura in compagnia di famiglia ed amici. Molto capiente infine, anche il vano bagagli al quale si accede tramite due porte asimmetriche dotate di apertura a libro.
Quanto costa Nissan Patrol? I piani Nissan parlano di una consegna pressochè immediata alla rete vendita dei Patrol M.Y. ’05, con una forbice di prezzi che varia dai a 35.700 euro per la versione 5 posti Luxury Hard Top e 42.500 per la lussuosa e spaziosa Elegance Wagon da 7 posti. Vista e considerata la bontà del progetto, in Nissan contano di ripetere i numeri fatti registrare negli ultimi anni, che si attestano a circa 500 unità annue.

ARTICOLI CORRELATI