Opel Signum

La variante sportiva della Vectra sembra più un panzer che una GT!

Opel Signum. Opel apre nuove strade ed al tempo stesso continua ad ampliare la gamma della nuova Vectra che però sembra il pubblico non gradisca, forse perché troppo avanti o, più semplicemente, per linee non proprio felici.
Presentata in occasione del Salone dell’Automobile di Ginevra del Marzo 2003, Signum arriva nelle concessionarie con la speranza di ridare fiato alle casse sempre più magre di Opel Italia che a maggio ha chiuso con un poco incoraggiante – 20%, proseguendo un trend decisamente negativo.
Fino a Francoforte, l’aria resta pesante poiché l’unica speranza di risollevarsi è affidata alla nuova Astra visto che i concorrenti stanno “massacrando” le due vetture di punta (Corsa ed Astra), tanto che non sono più presenti neppure nella top ten delle vetture più vendute in Italia.
Ma torniamo alla Signum che sorprende positivamente più sul versante della funzionalità ed abitabilità interna che sulla personalità: sicuramente “originale”, tanto da proclamare di aver inventato un nuovo segmento…
Linea Opel Signum è una combinazione davvero singolare di estetica, dinamicità e comfort di marcia uniti ad una efficace flessibilità degli interni. Anche le proporzioni sono insolite: pur essendo lunga 4.636 millimetri (solo 40 mm più della Vectra 4 porte), ha un passo di 2.830 mm (più lungo cioè di 130 mm). Lo sbalzo posteriore risulta quindi contenuto, mentre l’altezza è solo leggermente superiore.
Interni spaziosi Uno dei punti forti della nuova Opel Signum è il rivoluzionario sistema adottato per i sedili. Grazie al passo lungo, i passeggeri posteriori hanno a disposizione lo stesso spazio e comfort di una grande automobile di lusso. I passeggeri possono fare scorrere le due poltroncine di 130 millimetri e disporre di ampio spazio per allungare le gambe. Lo schienale può essere inclinato di 28 gradi ed offrire un comfort paragonabile, ad esempio, a quello delle poltroncine della Business Class di un aereo. I tre sedili posteriori possono essere anche ripiegati in avanti, in modo da formare un’ampia superficie piana di carico. In questa configurazione, la Signum ha una capacità di carico di oltre 1.400 litri. Con i cinque posti occupati, lo spazio per i bagagli arriva a 480 litri, a secondo della posizione dei sedili posteriori.
Zafira docet Il sistema dei sedili posteriori può fare molto di più. Gli ingegneri della Opel hanno progettato il sedile centrale, in modo che fosse molto versatile. Ripiegando e girando il piano del sedile, si ha a disposizione una praticissima console portaoggetti. La parte superiore del rivestimento dello schienale può essere poi ripiegata, se necessario, e diventare un comodo bracciolo per i passeggeri dei due sedili posteriori esterni. Coloro che desiderassero lavorare, giocare, fare uno spuntino oppure bere una bibita in auto, apprezzeranno invece l’innovativo “Assistente di viaggio”. Inserito tra i due sedili posteriori esterni, contiene due vassoi ripiegati, un contenitore frigorifero, un contenitore di rifiuti, portabicchieri, una presa di corrente ed un lettore DVD portatile con comandi separati per i sedili posteriori. Tutte queste pratiche soluzioni sono simili a quelle che si trovano oggi su un moderno aeroplano di linea – proprio come i piccoli scomparti superiori con chiusura. La Signum ha una console inserita nel soffitto che comprende lampade di lettura per i passeggeri e cinque ampi scomparti portaoggetti per rendere più ordinato l’abitacolo.
Il Common Rail vince sulla benzina Le motorizzazioni scelte da Opel privilegiano senza dubbio il gasolio: oltre al due litri DTI da 100CV, sono disponibili un 2.2 litri da 125CV ed un lussuoso V6 3000cc da 177CV. Per quanto riguarda le unità a benzina, si potrà scegliere tra il 1.8 litri 16V da 122CV ed il duemila turbo da 175CV. Altre novità assolute sono rappresentate dall’illuminazione adattativa (Adaptive Forward Lighting) che utilizza fari bi-xenon, ed il sedile di guida ortopedicamente ottimizzato e climatizzato, regolabile in otto modi differenti. Queste innovative soluzioni high-tech, – che contribuiscono al controllo ottimale della vettura e permettono di concentrarsi meglio nella guida – sono di solito patrimonio delle automobili di lusso.
Allestimenti e prezzi Oltre alla classica versione “base”, disponibile solo per la 1.8 a benzina ed il 2.0 a gasolio, gli allestimenti disponibili sono “Elegance”, “Sport” ed il lussuoso “Cosmo”. Già disponibile presso le concessionarie ufficiali Opel, la nuova Signum viene proposta con prezzi che oscillano tra i 23.151 della 1.8 litri ed i 34.251 della 3.0 V6 CDTI Cosmo.

ARTICOLI CORRELATI