Peugeot 2008

Debutta al Salone di Ginevra 2013 la versione definitiva del nuovo crossover urbano rivale di Opel Mokka, Chevrolet Trax e Fiat 500L. Commercializzazione a partire dalla primavera 2013, nove motorizzazioni previste, dal 1.2 benzina al all'1.6 diesel. Non c'è la versione a trazione integrale

Peugeot 2008, crossover urbano
Si amplia la gamma crossover del Leone. Dopo Peugeot 3008 arriva in primavera la Peugeot 2008, suv basato sulla citycar Peugeot 208.
Anche Oltralpe hanno capito la valenza dei crossover di segmento B e si sono mossi in questa direzione seguendo Opel Mokka, Chevrolet Trax, Fiat 500L Trekking tra gli ultimi, e Mini Countryman per prima. Il suo debutto è atteso per l’87a edizione del salone di Ginevra 2013, dal 5 al 17 marzo 2013.
Ambiziosi i piani del management Peugeot che grazie alla 2008 sperano di uscire da una situazione di impasse, fatta eccezione per la 208 che sta dando grandi soddisfazioni commerciali.
“Con 2008, il Marchio ha il veicolo adatto per consolidare la sua leadership nel segmento in Europa e per conquistare nuovi clienti in Asia e in America Latina” ha detto Maxime Picat, direttore generale di Peugeot
“Con 2008, Peugeot prosegue la sua offensiva prodotto e capitalizza sul successo di 3008 proponendo un nuovo crossover, urbano e innovativo, alla conquista di una clientela globale” ha sostenuto Xavier Peugeot, direttore Prodotto Peugeot.
Le 2008 commercializzate in Europa saranno prodotte nello stabilimento di Mulhouse (Francia).

Filosofia di Peugeot 2008
Peugeot 2008 è un crossover urbano globale, com’è stato definito sin dalla presentazione del concept. “Le equipe in Francia, in Cina e in Brasile hanno lavorato insieme per fare di queste qualità il DNA di 2008!” ha detto Brigitte Courtehoux, direttrice del Progetto 2008
Peugeot innova con il primo Crossover urbano facile, stimolante e che offre un’esperienza di guida unica grazie ad un posto di guida innovativo – strutturato intorno a un volante piccolo, al quadro strumenti in posizione rialzata e al touchscreen – che conferma la strategia del Marchio come già visto sulla piccola 208.
“2008 ha saputo mescolare gli universi e le culture per offrire uno stile che va oltre le aspettative dei clienti” Gilles Vidal, direttore dello Stile Peugeot.
In un mondo sempre più urbanizzato, i suoi abitanti cercano di evadere dalla città. Dinamici e versatili, cercano prodotti a loro immagine per facilitare e allietare il loro quotidiano.
Peugeot 2008 associa un’esperienza di guida unica, design forte e vantaggi di utilizzo. La sfida è consistita nell’integrare questo DNA nella progettazione in tre zone geografiche di un veicolo destinato a una clientela mondiale.
In appena 4,16m di lunghezza e 1,74m di larghezza, 2008 innova associando in modo esclusivo una guida stimolante, la robustezza del SUV a uno spazio a bordo la cui abitabilità, modularità e confort invitano ad approfittare di ogni momento. Altrettanto a suo agio in città e su strada, affronta tutti i percorsi in assoluta sicurezza grazie al suo sistema di motricità rinforzata Grip Control.

Design di Peugeot 2008
A prima vista, il design della 2008 associa l’eleganza e il dinamismo delle nuove berline Peugeot, l’impertinenza e la robustezza di un suv moderno ma anche la polivalenza di un veicolo compatto con un ampio volume.
Con il suo assetto rialzato, 2008 poggia su pneumatici « Mud&Snow » e su cerchi da 17’’ diamantati con finiture opache. I paraurti e le parti inferiori della carrozzeria di colore nero la proteggono e sono completati da inserti di protezione anteriori e posteriori in acciaio inossidabile e da modanature laterali cromate.
Il frontale riprende i codici stilistici del Marchio. Il cofano esprime i concetti di protezione, robustezza e leggerezza di 2008. La calandra scolpita nel frontale si raddrizza in un’espressione aggressiva, esaltata da gruppi ottici con luci a LED dal design ricercato formando un tutt’uno con il frontale.
I parafanghi e le fiancate sono scolpiti ed evocano qualità atletiche.
Il posteriore associa in modo elegante robustezza e dinamismo. Il volume del bagagliaio, dotato di una soglia di carico bassa, è sovrastato da un padiglione dalla curvatura dinamica. Il grande portellone è delimitato dai fari saldamente fissati sulla carrozzeria. I gruppi ottici posteriori riprendono le forme di quelli della 208 con i LED che forma tre artigli.

Abitacolo della Peugeot 2008
Il guidatore al centro. Sembra uno slogan come tanti ma il posto di guida è stato pensato per accedere a tutti i comandi con pochissimi gesti. Il piccolo volante multifunzione regolabile in profondità e in altezza amplifica la precisione dello sterzo. Il quadro strumenti in posizione rialzata fornisce tutte le informazioni necessarie alla guida. Il touchscreen da 7’’, di serie dal secondo livello di allestimento, comanda tutte le funzionalità di connettività, compresi i numerosi servizi Peugeot Connect Apps.
La consolle centrale semi-alta ospita il freno a mano stile aereo, che libera lo spazio del posto di guida grazie alla sua maniglia a forma di leva. Sempre sulla consolle, il comando della mascherina di occultamento del tetto ciel panoramico in cristallo è vicina alla manopola del Grip Control.
L’atmosfera a bordo è unica grazie alla firma luminosa specifica: i profili dei quadranti del quadro strumenti hanno un bordo retroilluminato blu a LED sui livelli di allestimento superiori, tetto ciel panoramico in cristallo con guide a LED che diffondono una tenue luce azzurra.
Anche con il padiglione in lamiera, 2008 propone una firma luminosa esclusiva. Infatti, propone un innovativo rivestimento del tetto che sfoggia un’esclusivo motivo dal disegno molto preciso ottenuto mediante intagli al laser. Di notte, questo rivestimento del tetto “Peugeot LED Track” si illumina con una delicata luce bianca.
I passeggeri posteriori dispongono di un’abitabilità generosa, grazie agli schienali anteriori di spessore ridotto, e di una presa da 12V per collegare un apparecchio audio portatile. Senza spostarsi, possono accedere al bagagliaio anche quando il veicolo è in movimento. Per questo motivo, la parte anteriore della tendina copribagagli è girevole.
Dall’esterno, l’accesso al grande bagagliaio è altrettanto agevole grazie all’ampia apertura rettangolare e alla soglia di carico bassa, a soli 60 cm, completata da un elemento di protezione in acciaio inossidabile spazzolato. Il sedile modulare 1/3-2/3 permette di far variare con un semplice movimento della mano il volume da 360 a 1194 dm3, di cui 22 dm3 sotto il piano di carico. Premendo il comando in alto allo schienale posteriore, lo schienale si ribalta e la seduta si ripiega automaticamente.
Per facilitare la movimentazione degli oggetti, il piano di carico è dotato di cinque rotaie che vanno dalla soglia fino ai sedili anteriori. Sei ganci cromati permettono di fissarli in assoluta sicurezza.
Pratico fin nei dettagli, il bagagliaio offre due ripostigli ai lati, con una cinghia di contenimento e una rete fermabagagli, e uno spazio supplementare di 22 litri sotto il tappetino del bagagliaio.
In corrispondenza di ogni posto, il passeggero trova numerosi vani portaoggetti ben pensati e facili da localizzare grazie alle plafoniere anteriori e posteriori : tasche in corrispondenza delle porte anteriori, cassetto portaoggetti, vano con portalattine in prossimità della leva del cambio, vano chiuso della consolle, tasche negli schienali anteriori…. In totale, il volume dei vani è di 24 litri.

Gamma motori della Peugeot 2008
La vasta gamma di motorizzazioni permette tutti gli utilizzi e Peugeot comunica consumi ed emissioni contenuti, a partire da soli 3,8l/100km e 98g CO2/km.
Gamma 2008 benzina 1 :
– 1.2 l e-VTi 60 kW (82 CV), 118 Nm, cambio robotizzato a 5 marce, Stop&Start ; CO2 : 99 g/km (Motorizzazioni disponibili prossimamente)
– 1.2 l VTi 60 kW (82 CV), 118 Nm, cambio manuale a 5 marce ; CO2 : 114 g/km
– 1.2 l e-THP 81 kW (110 CV), 205 Nm, cambio manuale a 5 marce, Stop&Start ; CO2 : 104 g/km (Motorizzazioni disponibili prossimamente)
– 1.6 l VTi 88 kW (120 CV), 160 Nm, cambio manuale a 5 marce; CO2 : 135 g/km
– 1.2 l e-THP 96 kW (130 CV), 230 Nm, cambio manuale a 6 marce, Stop&Start ; CO2 : 109 g/km (Motorizzazioni disponibili prossimamente)
Gamma 2008 diesel 1 :
– 1.4 l HDi FAP 50 kW (68 CV), 160 Nm, cambio manuale a 5 marce; CO2 : 104 g/km,
– 1.6 l e-HDi FAP 68 kW (92 CV), 230 Nm, cambio robotizzato a 6 marce, Stop&Start ; CO2 : 98 g/km,
– 1.6 l e-HDi FAP 68 kW (92 CV), 230 Nm, cambio manuale a 6 marce, Stop&Start ; CO2 : 103 g/km,
– 1.6 l e-HDi FAP 84 kW (115 CV 270 Nm, cambio manuale a 6 marce, Stop&Start ; CO2 : 106 g/km.
Interamente progettati dal Gruppo, i motori 3 cilindri benzina di nuova generazione hanno già dato prova della loro efficienza in termini di consumi e di emissioni di CO2. Sono anche compatti e leggeri e il 1.2 VTi comporta una diminuzione del peso di 21 kg rispetto a un 4 cilindri di potenza equivalente.
Per ottenere questo risultato, i motoristi hanno mobilitato il meglio della tecnologia. Infatti per ridurre del 30% le perdite per attrito, che rappresentano circa un quinto della potenza consumata da un motore, questa famiglia di motori utilizza un rivestimento Diamond Like Carbon sugli spinotti dei pistoni, i segmenti e le punterie; pistoni disassati di 6,9 mm ed una cinghia di distribuzione umida integrata in un carter, che contribuisce anche alla silenziosità di funzionamento.
Nello stesso intento, il thermomanagement permette di raggiungere la temperatura di funzionamento ottimale più velocemente, grazie al raffreddamento di tipo Split Cooling. Nelle partenze, a motore freddo, il liquido di raffreddamento circola solo all’interno della testata per riscaldarlo a contatto con lo scarico. Una volta raggiunta la temperatura ideale, il circuito di raffreddamento si apre in direzione del radiatore e della parte inferiore del motore.
La combustione è stata ottimizzata grazie al miglioramento dell’aerodinamica della camera (condotti di aspirazione, teste dei pistoni) e all’adattamento dell’accensione ad un funzionamento con elevato tasso di gas residui (IGR). La testata, in lega di alluminio, è dotata di 4 valvole per cilindro, di un sistema di iniezione indiretta multipoint e di un sistema di distribuzione a fasatura variabile continua in fase di aspirazione e di scarico (VVT).
Infatti, il collettore di scarico, il modulo del terminale di raffreddamento e il supporto del motore sono integrati nella testata. Ciò contribuisce al rapido aumento della temperatura di funzionamento del motore e permette di far entrare in contatto il liquido di raffreddamento con il collettore di scarico per uno scambio ottimale di calorie.
Con un alleggerimento di 6 kg, questa testata estremamente tecnologica contribuisce alla riduzione della massa totale del motore.
Il motore 1.2 VTi associa all’efficienza un alto livello di piacere di guida, sia in termini di vibrazioni che di sonorità. Le prime sono trattate mediante un volano motore a forte inerzia e un contro-albero di equilibratura. La qualità del suono è stata trattata irrigidendo il carter del motore per ridurre l’irradiamento acustico e con un risuonatore, installato sull’aspirazione, per assorbire le frequenze acustiche sfavorevoli. Infine, il terminale di scarico è provvisto di un silenziatore intermedio specifico.
Questa nuova generazione di motori, efficiente per natura, migliora le sue prestazioni con l’introduzione della sovralimentazione abbinata all’iniezione diretta, da un lato, e allo Stop&Start dall’altro.
Il sistema Stop&Start è disponibile su 6 dei 9 motori della gamma 2008. È in grado di ripartire in modo quasi istantaneo, senza rumore né vibrazioni, il che sprona il guidatore a massimizzare il tempo trascorso con il motore in stand-by.
Sostenuto da un sistema di controllo dell’alternatore (Volt Control) per recuperare l’energia in fase di decelerazione e da una batteria ibrida per stoccare ed erogare un’energia supplementare in partenza (e-booster), lo Stop&Start fa appello a un alternatore reversibile sull’e-HDi e a un motorino di avviamento potenziato sull’e-VTi e l’e-THP per ridurre fino al 15 % i consumi nella guida urbana, ripartire velocemente (400 ms), attivare la messa in stand-by del motore a partire da 20 km/h con il con il cambio manuale (8 km/h per il cambio robotizzato) nel diesel, 0 km/h nel motore benzina ed aumentare il piacere di utilizzo (silenziosità di funzionamento, assenza di vibrazioni).
La funzione Stop & Start si può disattivare in qualsiasi momento, agendo su un pulsante sul cruscotto.
L’1.2 e-VTi è abbinato a un’evoluzione del cambio robotizzato che ha una funzione di trascinamento e riduce le emissioni di CO2 a soli 99g/km. Nei motori Diesel, la gamma parte da 98g di CO2/km.
Nei mesi successivi al lancio, la gamma motori si estenderà alle versioni sovralimentate del 3 cilindri benzina. I due livelli di potenza proposti, l’1.2 e-THP 110 e 1.2 e-THP 130, permetteranno una guida dinamica, soprattutto grazie a una coppia elevata, rispettivamente di 205 e 230 Nm.
Questa motorizzazione anticipa le norme Euro6 e adotta un sistema di iniezione diretta ad alta pressione, a 200 bar.

Nessuna versione integrale per la Peugeot 2008, ma solo il Grip Control per un maggior controllo
Non è prevista una versione 4×4 della Peugeot 2008.
I collegamenti al suolo sono stati regolati con precisione per sfruttare la massa contenuta di 1045 kg. La messa a punto ha riguardato l’avantreno pseudo-McPherson e il retrotreno a traversa deformabile con molle e ammortizzatori dalla taratura specifica, al pari del servosterzo. In questo modo, 2008 raggiunge una sintesi di alto livello fra comfort, stabilità e dinamismo.
Il conducente però può contare sul sistema chiamato Grip Control per una motricità potenziata.
Questo sistema, brevettato dal Gruppo, permette di ampliare il campo di utilizzo di 2008 grazie a una motricità potenziata in condizioni di bassa aderenza. Facendo appello ad alcuni elementi elettronici che equipaggiano la vettura, il Grip Control è abbinato ad una generosa distanza dal suolo di 16 cm e a pneumatici Mud & Snow, montati su cerchi dallo stile specifico che associano una finitura diamantata a una vernice opaca.
Polivalente e versatile, si adatta al tipo di terreno incontrato agendo sulle ruote anteriori ma lascia in permanenza il controllo al conducente. Questi infatti può decidere in qualsiasi momento di lasciare all’intelligenza dell’equipaggiamento la possibilità di agire secondo la modalità Standard oppure selezionare, sulla manopola ubicata sulla consolle centrale, la modalità che desidera utilizzare: Neve, Fuoristrada, Sabbia, ESP Off.
Il Grip Control (vedi descrizione dettagliata) è disponibile con due dimensioni di pneumatici: 215/60 R16 oppure 205/50 R17.

Sistemi di sicurezza della Peugeot 2008
La sicurezza ai massimi livelli sulla Peugeot 2008. Se è dotato della Centralina Telematica Autonoma (BTA), il Crossover urbano propone gratuitamente e senza limiti di durata i servizi Peugeot Connect SOS e Peugeot Connect Assistance. In caso d’incidente, il veicolo viene geolocalizzato e si innesca la catena dei soccorsi.
Il guidatore può contare sul regolatore-limitatore di velocità di serie su tutte le versioni.
Tutte le versioni di 2008 sono dotate di serie del sistema ESP, disinseribile fino a 50 km/h, che raggruppa varie funzioni: antipattinamento ASR, controllo di stabilità CDS, assistenza alla frenata di emergenza AFU e ripartitore elettronico di frenata REF.
L’insieme agisce su quattro dischi dei freni, adattati alle diverse motorizzazioni ai fini delle migliori prestazioni (performance e durata). In caso d’urto, gli occupanti sono protetti da una serie di sei airbag – due frontali, due laterali, due a tendina.
Peugeot 2008 è dotata inoltre di Park Assist, per il piacere di parcheggiare.
Quest’equipaggiamento tecnologico, che rende automatiche le manovre di parcheggio, sfrutta la compattezza di 2008 per facilitare gli spostamenti in città. Dopo avere attivato la funzione, il conducente seleziona sul touchscreen il tipo di manovra da effettuare, tra un parcheggio stretto fra due macchine a destra o a sinistra della carreggiata. Poi i sensori a ultrasuoni misurano la dimensione del posto per segnalare al conducente il primo parcheggio disponibile. A quel punto Park Assist parcheggia il veicolo mediante un’azione sul servosterzo elettrico, pertanto il conducente deve solo controllare il movimento della vettura e ciò che la circonda.
Poi, per uscire dal parcheggio, nulla di più facile. Basta fare nuovamente appello all’intelligenza di Park Assist, anche in pendenza, grazie alla funzione Hill Assist, disponibile su tutte le motorizzazioni tranne che sul motore 1.4 HDi 68 CV e 1.2 VTi 82 CV cambio manuale.

Personalizzazione e accessori per la Peugeot 2008
Una gamma di personalizzazioni dà la possibilità di caratterizzare l’esterno e gli interni di 2008. Quest’offerta, denominata Downtown, si ispira al tema di 2008 Concept e prevede degli adesivi con bordo nero, in contrasto con i colori interni vivaci e modernissimi (giallo, rosa, arancione). Così si può modificare l’aspetto della parte inferiore della carrozzeria, delle barre al tetto, della calandra, dei gusci dei retrovisori, delle finiture delle porte posteriori, degli aeratori, della consolle centrale, della palpebra del cruscotto, delle modanature dei comandi delle porte, ecc.
Quest’offerta è completata da cerchi da 17’’ specifici con una finitura diamantata e da colonnette delle ruote vivacizzate da un tocco di colore.
La gamma di accessori si compone di numerosi elementi per creare la propria 2008. Così i cerchi in lega – da 15, 16 e 17’’ – e i gusci dei retrovisori cromati esaltano l’eleganza e la raffinatezza del Crossover urbano by Peugeot.
Per sfruttare le attitudini della vettura, è stata sviluppata una gamma specifica di soluzioni di trasporto. È completa e comprende il gancio di traino RDSO, smontabile senza utensili, nonché le barre al tetto con sicura che permettono di montare un portabiciclette, un portasci e dei portabagagli sul tetto. Questi sono una novità e si aprono da due lati per facilitarne il carico, in qualsiasi situazione.
Con i fissaggi Isofix in corrispondenza dei posti posteriori, sui quali è ricamato il nome di Peugeot, i seggiolini sono il dispositivo ideale per proteggere i bambini. Per farli divertire, è possibile installare un supporto multimediale nel poggiatesta, che può alloggiare schermi fino a 13’’.
Numerosi altri accessori vengono proposti per soddisfare le esigenze dell’acquirente.

ARTICOLI CORRELATI