Peugeot 307 Break

Le trasmissioni Tutte le 307 Station hanno un cambio meccanico a cinque marce. È di tipo MA5/L con il motore benzina 1,4 litri, e di tipo BE4/5 con rapporti adattati per le altre motorizzazioni benzina e Diesel. Il motore benzina 1,6 può essere associato ad un cambio automatico a quattro rapporti (AL4), autoadattativo a comando […]

Le trasmissioni Tutte le 307 Station hanno un cambio meccanico a cinque marce. È di tipo MA5/L con il motore benzina 1,4 litri, e di tipo BE4/5 con rapporti adattati per le altre motorizzazioni benzina e Diesel. Il motore benzina 1,6 può essere associato ad un cambio automatico a quattro rapporti (AL4), autoadattativo a comando sequenziale di tipo «Tiptronic System Porsche».
La sicurezza attiva La sicurezza attiva è identica a quella della 307 SW da cui riprende sia i componenti sia le varie regolazioni legate alle motorizzazioni. Secondo le definizioni, come avviene sulle berline, le 307 Station possono essere equipaggiate del controllo dinamico di stabilità o ESP (Electronic Stability Program). L’avantreno ha due semitreni di tipo Pseudo Mc Pherson triangolati con barra antirollio disaccoppiata. Il retrotreno a traversa deformabile ad U comprende due bracci ed una barra antirollio. L’insieme composto da questi quattro elementi è interamente assemblato mediante saldatura e permette di gestire le variazioni geometriche dei tracciati delle ruote (scuotimento, comprese tutte le fasi di compressione e di rilascio). Lo sterzo ha la servoassistenza variabile in funzione della velocità della vettura e della rapidità di sterzata del volante, per permettere di adattare in permanenza lo sforzo richiesto dal guidatore in base alle condizioni di utilizzo. L’impianto frenante comprende quattro freni a disco, di cui due anteriori ventilati; tutte le versioni dispongono del sistema ABS o antibloccaggio delle ruote BOSCH 5.7 a elettrovalvole proporzionali. Il sistema frenante integra l’assistenza alla frenata di emergenza : in caso di forte decelerazione (8m/s²), le luci di emergenza si accendono automaticamente. Questi due dispositivi contribuiscono ad una maggiore sicurezza che riguarda sia il guidatore e i suoi passeggeri. Il sistema antibloccaggio delle ruote (ABS) dell’ultima generazione permette una ripartizione elettronica della coppia di frenata, che viene effettuata su ciascuna ruota, un’ottimizzazione dell’aumento di pressione del sistema ABS nonché un dosaggio ottimale della regolazione. Con l’ESP* l’antipattinamento delle ruote si ottiene grazie alla modulazione della coppia motrice e alla frenata del ruota che ha perso aderenza. Nel complesso, il controllo di stabilità punta a ristabilire, ovviamente nei limiti fisici dell’aderenza, la traiettoria impostata all’inizio dal guidatore. Come sulle berline e sulle SW, vengono proposte tre dimensioni di ruote, da 15’’, da 16” e da 17’’, secondo le motorizzazioni ed i livelli di equipaggiamento. I cerchi in lega leggera sono disponibili di serie o in opzione a seconda delle versioni della 307 Station e la ruota di scorta è posizionata con un verricello.
Una vettura decisamente interessante che completa la già valida offerta 307 formata da berlina 3-5 porte e SW, ricordando che presto sarà disponibile anche una seducente CC (Cabrio-Coupè). Un bravo quindi a Peugeot per dinamicità e tempestività mostarta che le sta permettendo di registrare record di vendite anche in un mercato riflessivo come l’attuale.

ARTICOLI CORRELATI