Peugeot 407 Coupè : Test Drive

Tre motori per una coupè Le possibilità motoristiche si avvalgono di tre differenti propulsore: due a benzina e uno diesel. L’entry level è un 2.2 litri 16V da circa 163 cavalli, sufficienti sicuramente per un utilizzo turistico, ma probabilmente un po’ pochi per regalare sensazioni sportive soprattutto vista anche la generosa mole – più di […]

Tre motori per una coupè Le possibilità motoristiche si avvalgono di tre differenti propulsore: due a benzina e uno diesel. L’entry level è un 2.2 litri 16V da circa 163 cavalli, sufficienti sicuramente per un utilizzo turistico, ma probabilmente un po’ pochi per regalare sensazioni sportive soprattutto vista anche la generosa mole – più di una tonnellata e mezza -. Ad ogni modo protagonisti della prova sono stati il 3.0 litri benzina 16V da 211 cavalli e il 2.7 V6 HDi 24V da 204 CV.
Via col turbodiesel 2.7 da 204 CV… Partiamo da quello che molto probabilmente interesserà di più il nostro mercato ovvero il propulsore a gasolio. Il motore è un sei cilindri a V a 60° da 2.720 cc sviluppante 204 cavalli con una coppia di 440 Nm a 1900 giri, fino ad ora dedicato esclusivamente all’ammiraglia 607 che Infomotori.com sta testando proprio in questi giorni… Interessante dotazione di serie di questo propulsore HDi, è il filtro antiparticolato FAP di terza generazione di tipo octosquare “senza manutenzione”. Tale filtro necessita la sostituzione dopo 210.000 km circa, un chilometraggio più generoso rispetto a quello garantito dalle altre generazioni di FAP.
Accendiamo quindi questo sei cilindri diesel. Completate le manovre del caso, regolato quindi il sedile, aggiustati gli specchietti e trovata l’ottimale distanza e posizione del volante, spostiamo la leva del cambio automatico su D e partiamo. Colpisce fin da subito la notevole insonorizzazione dell’abitacolo, garantita e supportata dalla presenza di vetri laterali internamente stratificati con un foglio plastico in grado anche di limitare i tentativi di intrusione tramite rottura del finestrino. Il motore quasi non si percepisce a bordo anzi, sarebbe molto silenzioso anche come propulsore a benzina, figuriamoci sapendo che è diesel!
La nostra diesel era correttamente abbinata ad un valido cambio automatico con cui è assai più agevole domare la tanta coppia disponibile senza peraltro privarsi della gioia di cambiare grazie alla funzione sequenziale. Premesso quindi lo stile di guida impostato, Peugeot 407 Coupè ben si adatta a qualsiasi tipo di guida, forte di un assetto ben equilibrato. L’avantreno a doppio triangolo con perno disaccoppiato, derivante direttamente dal mondo delle corse, associato ad un retrotreno a bracci multipli, forniscono infatti un notevole piacere di guida.

ARTICOLI CORRELATI