Porsche Carrera 911

La nuova Porsche 911, disponibile da dicembre 2011 nelle versioni Carrera e Carrera S, è una rivale di Maserati GranTurismo

Nuova Porsche Carrera 911: stella del Salone di Francoforte 2011
La Porsche Carrera 911 si rinnova per il suo 48° compleanno e si presenta in questa veste al Salone di Francoforte 2011 e al Motor Show di Bologna. Un lifting che la mantiene più giovane che mai, mantenendo inalterate le caratteristiche estetiche e tecniche che l’hanno sempre contraddistinta: silhouette bassa ed allungata, forma emozionante e dettagli definiti con la massima precisione. La nuova generazione della Carrera al primo sguardo è una inequivocabile Porsche 911, capace come sempre di mantenere la sua linea nella tradizione del design Porsche: muscoloso, scattante ed espressione di potenza ed eleganza.

Nuova Porsche Carrera 911: disponibile da dicembre 2011 a partire da un prezzo di 89.732 euro
La nuova Porsche 911 Carrera celebra la sua prima mondiale alla 64° Edizione del Salone di Francoforte 2011. Il lancio dei nuovi modelli della 911 è previsto per il prossimo 3 dicembre. I prezzi in Germania sono di 88.038 Euro per la 911 Carrera e di 102.436 Euro per la Carrera 911 S (compresa IVA 19% e dei dispositivi specifici del mercato).  I prezzi in Italia della nuova Porsche 911 Carrera partono da 89.732,00 Euro per la 911 Carrera e di 104.252,00 Euro per la Carrera 911 S, IVA e specifiche del mercato incluse.

Nuove dimensioni per la nuova Porsche 911 Carrera  2012
Per esaltare la sua forma sportiva, alla nuova Carrera è stato allungato il passo di 10 centimetri ed abbassata l’altezza. I cerchi invece sono da 20 pollici e queste soluzioni rendono i nuovi modelli della Carrera sempre più solidamente ancorati alla strada.
Nuovo disegno per gli specchietti retrovisori esterni, riportati sul bordo superiore della porta come le Carrera del passato.
Grazie alla combinazione di alluminio ed acciaio, la carrozzeria si è alleggerita di 45 kg mentre lo spoiler posteriore ad estensione variabile ottimizza l’aerodinamica.

Interni della nuova Porsche Carrera 911
La sportività esterna viene riflessa nell’abitacolo della nuova Carrera: i designer Porsche hanno creato un ambiente interno traendo spunto dalla Porsche Carrera GT.
La console centrale che emerge frontalmente in posizione più elevata, con una leva del cambio manuale o del PDK (Doppelkupplungsgetriebe) collocato particolarmente vicino allo sterzo, portano il guidatore ad integrarsi con l’abitacolo, nello stile tipico del Motorsport.
Inoltre, sono presenti il quadro strumenti con  i cinque strumenti tra cui uno schermo multifunzionale ad alta risoluzione, il contagiri centrale e l’inserimento della chiave per l’accensione sulla sinistra del volante.

Nuova Porsche Carrera 911 e Carrera S: prestazioni
Punto di riferimento da generazioni per la loro categoria, la nuova Carrera 911 e la Carrera S aumentano le loro performance e la loro efficienza. Tutte le versioni percorrono 100 Km con molto meno di 10 litri di benzina.  I consumi di benzina e le emissioni sono state ridotte del 16% in confronto alle versioni precedenti. Tra quanto contribuisce al raggiungimento di questi risultati, c’è l’auto start/stop, la gestione termica del motore, la gestione intelligente del carico dell’alternatore, la trasmissione manuale a sette velocità (prima al mondo) e la possibilità di veleggiare nel caso la vettura sia dotata di PDK.
La Carrera S con il PDK riesce ad accelerare da 0 a 100 Km/h in 4,3″. Premendo il pulsante Sport Plus, disponibile con il pacchetto opzionale Sport Chrono, il tempo si riduce a 4,1 secondi. La Carrera con il PDK, invece, impiega solo 4,6 secondi (Sport Plus 4.4 secondi) per scattare da ferma a 100 Km/h.
La nuova 911 non offre solo una migliore dinamica longitudinale, bensì anche performance maggiori in termini di dinamica trasversale. In aggiunta al passo più lungo, la maggiore agilità, la precisione e la stabilità di guida sono basate tra le altre cose, sulla carreggiata frontale più ampia, sul nuovo asse posteriore e sul sistema di servosterzo elettro-meccanico. A seconda del modello, ci sono altri sistemi di controllo attivo di serie o opzionali che migliorano la dinamica di guida. Questo è particolarmente vero per il sistema di stabilizzazione attivo, il Porsche Dynamic Chassis Control (PDCC), disponibile per la prima volta sulla Carrera 911 S. Il sistema riduce l’inclinazione laterale durante la percorrenza in curva, permettendo così agli pneumatici di trovarsi sempre in posizione ottimale in relazione alla superficie della strada e in grado di trasmettere maggiore forza laterale. Le velocità massime di marcia in curva sono aumentate e di conseguenza sono possibili anche tempi di percorrenza più veloci in circuito.

Consumi della nuova Porsche Carrera 911
Inoltre, il nuovo sistema di servosterzo elettro-meccanico offre al guidatore non solo la tipica precisione e feedback Porsche, ma anche aiuta ad incrementare l’efficienza della 911 e a ridurre i consumi di benzina.
Ad esempio la Carrera 911 con il nuovo motore boxer di 3.4 litri e 350 CV e l’opzionale PDK consuma 8,2 lt/100 Km basato sul nuovo ciclo di marcia europeo (NEDC), vale a dire 1,6 l/100 Km in meno del modello precedente. Con i valori di 194 g/Km CO2, è la prima Porsche sportiva a scendere al di sotto dei 200 g/Km. Allo stesso modo nella Carrera S, con il suo motore boxer da 3.8 litri ora capace di 400 CV, i consumi di benzina, quando accoppiato al PDK opzionale, sono ridotti del 14% (o 1,5 l/100 Km) fino raggiungere gli 8,7 l/100 km, nonostante un aumento di potenza di 15 CV ed un’emissione di CO2  di 205 g/km.
Allo stesso tempo si trovano incrementi di performance in entrambi i modelli.

ARTICOLI CORRELATI