Renault Megane II 4p

Dopo 3, 5, CC, Scènic II è l’ora anche di una berlina decisamente interessante!

Renault Megane II 4p. Barcellona – Il Salone iberico dell’Auto è stato, per Renault, l’occasione migliore per “sfoggiare” due gradite novità: Megane SW e Berlina. Salgono quindi a sette le versioni della celebre media transalpina, che si propone al pubblico con una gamma in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza, dalla più “familiare” con Scenic II e la nuova SW, passando per la più sportiva e giovanile Coupè Cabriolet per arrivare alla sobria eleganza della nuova berlina.
Non è stato certamente un caso che la presentazione delle due nuove carrozzerie sia avvenuta in terra spagnola, visto che il maggior successo della berlina e previsto proprio in quel paese, mentre per quanto riguarda Grandtour, i vertici Renault si attendono grandi numeri un po’ ovunque. Queste due nuove proposte consentiranno a Renault di rafforzare la sua presenza nel segmento “C” ed incrementare le vendite sui mercati internazionali che, secondo le stime del Presidente Schweitzer, dovrebbero rappresentare il 20% del totale vendite di Megane II.
La “Berlina” Dimentichiamoci pure della Megane Berlina della serie precedente. Per stessa ammissione dei designer Renault, le linee della nuova berlina sono più belle e filanti rispetto a quanto visto in passato. Il perché non è certo un segreto: il design del terzo volume è nato durante la progettazione della vettura e non a commercializzazione avanzata, come successo per la prima serie di Megane, tanto da prevedere un pianale più lungo condiviso con l’altra novità SW, ed in futuro con alcuni modelli Nissan.
Come per la Grandtour, la nuova Berlina mette da parte lo stile inconfondibile della 3 porte per incontrare linee più classiche e sobrie, ideali per una vettura di questo tipo.
Tanto spazio a bordo L’abitabilità e la spaziosità del portabagagli sono stati oggetto di grandi attenzioni progettuali. Al contrario di quanto accade solitamente per le “sedan” derivate da modelli a 2 volumi, la nuova Megane Berlina fruisce di un allungamento del passo di ben 61mm, a vantaggio dell’abitabilità e delle porte posteriori, decisamente allungate per favorire le operazioni di salita e discesa degli ospiti. Notevole lo spazio riservato ai bagagli che, come per SW, è il fiore all’occhiello, design a parte, della nuova “Berlina” rispetto al modello che l’ha preceduta.
Brillanti e moderni Tanto quanto le versioni “tradizionali”, Megane II “Berlina” disporrà di un’ampia gamma di motorizzazioni, economiche e prestazionali, con trasmissioni di nuova generazione. La gamma benzina comprenderà tre propulsori: 1.4 16V e 98CV, 1.6 16V e 115CV ed un due litri 16V da 136CV. Per quanto riguarda i propulsori a gasolio, la gamma si apre con gli 80 o i 100 CV del 1.5 dCi per arrivare ai 120CV del 1.9 litri, sempre contraddistinto dalla sigla dCi. Saranno disponibili per i propulsori 1.6 16V, 2.0 16V e 1.5 dCi 16V la trasmissione automatica “proactive”, per quanto riguarda i cambi manuali, invece, verranno offerte soluzioni a 5 o 6 rapporti.
Tecnologica comodità In linea con gli altri modelli della famiglia Megane II, anche la nuova versione a tre volumi offrirà soluzioni moderne ed innovative per quanto riguarda l’arredamento interno. In tutte le versioni, gli equipaggiamenti saranno tecnologici e dedicati alla facilità d’utilizzo. Non mancheranno, in via opzionale, il sistema di navigazione Carminat con schermo a scomparsa, il sistema di regolazione della velocità cruise ed i sensori di pioggia e di luminosità.
Sicurezza a 5 stelle Nulla è lasciato al caso nemmeno per quanto riguarda la sicurezza. In Renault sono davvero fieri delle 5 stelle conquistate da Megane nei crash-test NCAP e, per ottenere nuovamente il massimo dei voti, sono state studiate nuove strutture d’assorbimento, necessarie per contrastare l’aumento della massa complessiva. Saranno della partita anche i migliori sistemi di sicurezza attiva, come ABS ed antisbandamento ESP di nuova generazione, che comprende un più raffinato sistema per il controllo del sottosterzo. Il servosterzo è ad assistenza elettrica variabile ed è stato studiato per garantire la massima precisione di guida a qualsiasi andatura.
La gamma La possibilità di personalizzare la vettura, abbinando un ambiente interno (Autentique, Dynamique e Privilege) ed un livello d’equipaggiamento (Pack, Confort e Luxe), corrispondono al concetto di “auto su misura”, punto di forza di tutte le versioni di Megane e Scenic II.

ARTICOLI CORRELATI