Renault Mègane Sport: Test Drive

Su strada: che grinta Il design, l’assetto della vettura e la classica tradizione Renault in tema di rielaborazioni in chiave sportiva delle proprie vetture, non lasciano certo dubbi sulle potenzialità di questa vettura. Card alla mano, apriamo la Megane Sport e ci accomodiamo, si fa per dire, all’interno del suo abitacolo: l’aria che si respira […]

Su strada: che grinta Il design, l’assetto della vettura e la classica tradizione Renault in tema di rielaborazioni in chiave sportiva delle proprie vetture, non lasciano certo dubbi sulle potenzialità di questa vettura.
Card alla mano, apriamo la Megane Sport e ci accomodiamo, si fa per dire, all’interno del suo abitacolo: l’aria che si respira è completamente diversa da quella delle altre Megane, perché i nuovi particolari in alluminio, il volante sportivo, la strumentazione rivista nelle grafiche e la conformazione estrema dei sedili prendono il sopravvento nei confronti di quella moderata aria hi-tech che contraddistingue, sin dal suo lancio, la berlinetta francese.
Tutti gli elementi principali sono “sport-oriented” ed è giusto che sia così, visto e considerato che pochi centimetri più avanti, sotto al cofano, dorme un quattro cilindri dal cuore decisamente caldo ed in attesa di essere messo alla prova.
Cintura di sicurezza allacciata, ultima regolazione agli specchi e…start. Il quattro cilindri, al minimo, pulsa che è un piacere e “parla” con una voce cupa ma pronta all’acuto in risposta a qualsiasi movimento sul gas.
Dentro la prima, su la frizione, si parte. Le strade di Tolosa non sono certamente il luogo più adatto per dare sfogo a 225 CV, ma è sorprendente notare come questo propulsore sappia girare anche corposo e regolare anche a bassissimi regimi, senza strappi o fastidiose vibrazioni, offrendo riprese corpose nel momento in cui il pilota lo richieda.
Effetto cambio automatico, insomma, quasi come essere al volante di un tre litri diesel: la coppia disponibile tra i 2000 ed i 6000 giri, come dichiarato dalla stessa Renault, è davvero eccezionale…
Dopo esserci divertiti a stuzzicarla per sentire il suo rombo che viene temperato solo dal provvidenziale limitatore di giri, siamo entrati in autostrada e dopo qualche chilometro abbiamo provveduto ad inserire il cruise control per limitarne l’esuberanza visto che arrivare a 160 è un gioco da ragazzi e a 180 il pedale del gas è ancora ben lontano dal suo limite.
Ma i veri brividi arrivano solamente quando si va in cerca della potenza con la marcia giusta, quando si decide di dare sfogo a tutta la cavalleria. E’ una sensazione incredibile, perché ci si sente letteralmente incollare al sedile, mentre il panorama esterno inizia a muoversi con estrema velocità…
Circondati da un sound davvero grintoso, reso rauco, ad andatura ridotta e nelle marce basse, dal solo intervento del controllo della trazione, è un gusto notare come il tachimetro si muova velocemente e senza incertezze, ma per assecondarlo bisogna darci dentro con il cambio, che ha marce lunghe e ben spaziate, ma che alla resa dei conti sembrano cortissime.
Le nuove sospensioni lavorano in modo egregio. Bisogna analizzarle però con occhio sportivo, però, perché gli ammortizzatori e le molle da “TIR” non si adattano certamente alle esigenze di chi ha problemi alle cervicali: la Megane Sport appare letteralmente calamitata al terreno in ogni situazione e ci sarebbe bisogno di un autodromo per capirne veramente i limiti…
Il nostro desiderio è stato incredibilmente accolto dagli organizzatori che ci hanno regalato 5 giri sulla pista di Albi dove abbiamo potuto “dare fuoco alla polveri” divertendoci alla grande in piena sicurezza e senza temere “radar” dietro ad ogni curva. Ne abbiamo trovato solo uno alla fine del rettilineo, ma era per il rilevamento dei tempi sul giro…
Quanto costa Mègane Renault Sport? Le rivali della Mègane RS sono davvero poche, ma gli appassionati europei negli ultimi cinque anni si sono quintuplicati arrivando a quota 27.000 grazie all’arrivo dell’Alfa Romeo 147 GTA, dell’Audi S3 e della Honda Civic Type R che Valentino Rossi ha fatto conoscere a tutti grazie a degli esilaranti spot televisivi.
Mègane Renault Sport si trova quindi in ottima compagnia e la filiale italiana pensa di venderne qualche centinaio (3/400) con un listino che va dai 28.350 euro per la 3 porte ai 28.800 per la 5 porte. La parte del leone la farà il mercato transalpino e soprattutto quello tedesco grazie al fatto che non esistono limiti di velocità e le autostrade germaniche ben si prestano a scaricare tali scuderie.
Valori giustificati dalla tecnica e dagli stessi ricchi equipaggiamenti che ne giustificano il prezzo e secondo noi Renault Italia potrebbe venderne anche di più se gli appassionati privilegeranno la filosofia rispetto alla potenza estrema, segnalando che la Mègane RS vanta i migliori consumi della categoria: 8,8 litri nel ciclo combinato e certe vetture 2 litri benzina, ben meno dotate, riescono a far molto peggio !

Tag:
ARTICOLI CORRELATI